One Piece: tutti i segreti dell’Uomo di Paglia

Pubblicato il 23 Agosto 2019 alle 13:00

Nell’ultimo episodio di One Piece, del quale potete trovare qui la mia recensione, abbiamo avuto la possibilità di vedere nuovamente in azione sul campo di battaglia Basil Hawkins, Pirata della Generazione Peggiore che ora è divenuto un sottoposto dell’Imperatore Kaido delle 100 Bestie e sulla cui testa pende una taglia di 320 milioni di Berry. Analizziamo brevemente le diverse sfaccettature dei suoi incredibili e affascinanti poteri.

WARA WARA NO MI

Basil Hawkins è il Capitano dei Pirati di Hawkins e possiede i poteri derivanti dal Frutto del Diavolo di tipo Paramisha chiamato Wara Wara no Mi (ワラワラの実), il quale gli consente di creare e di manipolare la paglia a suo piacimento, caratteristica, questa, che a sua volta gli permette di trasformare in paglia il suo stesso corpo, di creare un gigantesco mostro composto per l’appunto da paglia e perfino di deflettere i colpi ricevuti mediante l’utilizzo di speciali bambole voodoo; si tratta dunque di un Frutto dalle peculiarità davvero moto versatili! Ma scopriamo queste caratteristiche un po’ più nel dettaglio:

  • Straw Man (Kanji: 藁人形, Katakana: ストローマン, Rōmaji: Sutorōman, significato: “Bambola di Paglia”): Hawkins è in grado di creare e di contenerne fino a un massimo di 10 all’interno del proprio corpo, ognuna delle quali rappresenta uno dei suoi sottoposti: quando questo personaggio riceve dei colpi, fatali o meno che possano essere, questi vengono trasferiti da Hawkins a uno dei suoi seguaci, il quale li incassa al suo posto: come affermerà egli stesso, è come se potesse essere ucciso 10 volte, prima di subire direttamente sul suo corpo gli attacchi dei suoi avversari, non importa quanto questi possano essere potenti. Va comunque sottolineato che, una volta perduta una delle sue bambole, Hawkins è in grado di rimpiazzarla. Collegata a questa tecnica è quella denominata Life Minus (Katakana: ライフマイナス, Rōmaji: Raifu Mainasu), grazie alla quale Basil Hawkins è in grado di trasferire i danni fisici inferti a lui su una delle sue bambole, il quale danno, a sua volta, si ripercuote sull’individuo al quale quella specifica bambola è collegata; a prescindere dall’entità del danno, sia esso fatale o meno, ogni bambola può essere utilizzata una sola volta e, quando ciò avviene, la stessa viene espulsa dal corpo di questo straordinario pirata.
  • Goma no So (Kanji: 降魔の相, significato: “Fase del Demone”): grazie a questa Tecnica, Hawkins riesce a ricoprire il suo corpo con un enorme strato di paglia, il quale gli conferisce l’aspetto di una sorta di mostruoso e gigantesco spaventapasseri dotato di chiodi sulle sue dita, che fungono da artigli, aumentando le sue resistenza e potenza fisiche.
  • Warabide To (Kanji: 藁備手刀, Katakana: ワラビデとう Warabide-tō, significato: “Spada di Paglia”): Hawkins trasforma la lama metallica della sua spada in paglia, aumentando così notevolmente la portata dei suoi attacchi; questa tecnica è stata mostrata per la prima volta proprio durante il combattimento con Zoro e Rufy, nel Paese di Wa.
  • Straw Man’s Card (Kanji: 藁人形, Katakana: ストローマンズカード, Rōmaji: Sutorōmanzu Kādo, significato: “Carta dell’Uomo di Paglia”): generando una enorme massa di paglia dalla sua spada (dunque, questa tecnica è derivata dal Warabide To illustrato in precedenza), Hawkins è in grado di creare un gigantesco mostro di paglia simile alla sua tecnica Goma no So. Una volta che questa entità viene separata dalla spada che l’ha generata, Hawkins può controllarla a distanza in maniera che segua i movimenti del suo corpo. L’Uomo di Paglia dispone anche di una enorme mazza chiodata e può colpire i suoi bersagli anche scagliando loro contro una serie di chiodi. Tuttavia, il comportamento di questa creatura è strettamente legato ai Tarocchi di Hawkins, i cui effetti non sono sempre positivi, come vedremo in seguito, per cui non dipende unicamente dalla volontà di colui che lo controlla. Inoltre, poiché l’Uomo di Paglia è direttamente collegato a Hawkins, danneggiarlo equivale a danneggiare il suo creatore, anche se questi può sempre deflettere il colpo grazie alle sue bambole voodoo. Anche questa tecnica è stata mostrata per la prima volta proprio nello scontro mostrato nell’ultimo episodio di One Piece.

Alla luce di tutto questo, già verrebbe da chiedersi chi potrebbe essere così folle da arruolarsi nella sua ciurma, ma non è finita qui! Scopriamo ora come mai l’epiteto con cui Basil Hawkins è conosciuto sia proprio “Il Mago”.

BASIL HAWKINS IL MAGO

Come se tutto questo non fosse sufficiente, Hawkins dispone anche di un mazzo di tarocchi composto da 72 carte, ognuna delle quali ha degli effetti che si possono ripercuotere non soltanto sui suoi avversari, ma anche su se stesso e i suoi pirati. Di contro, però, quando estrae dal suo mazzo positiva, questa gli potrebbe conferire effetti positivi tali da trascendere i suoi stessi limiti, aumentandone quindi i poteri in maniera smisurata.

I suoi tarocchi hanno però due funzioni:

  • Previsione del futuro: quando estrae le sue carte, Hawkins è in grado di prevedere il futuro con una buona approssimazione: ad esempio, proprio nell’ultimo episodio di One Piece questo pirata, prima di entrare effettivamente in azione, effettua una lettura dei suoi tarocchi, secondo i quali la probabilità che Rufy e Zoro sopravvivano per il mese successivo è soltanto del 19%.
  • Combattimento: quando utilizzati in battaglia, i Tarocchi di Hawkins vengono estratti uno alla volta, e gli effetti degli stessi si innescano immediatamente. Ma i Tarocchi non sono soltanto positivi, in perfetto accordo con i significati stessi che assumono le singole carte nella cartomanzia, per cui Hawkins corre il rischio di infliggere duri colpi anche ai suoi stessi alleati. I Tarocchi mostrati fino a ora sono soltanto due, entrambi presenti nella scorsa puntata dell’anime basato sull’opera del Maestro Eiichiro Oda. Si tratta di due Arcani Maggiori, ovvero carte considerate le più ricche di significati esoterici. Per dimostrare come gli effetti dei Tarocchi possano essere negativi o positivi, la prima carta estratta è negativa, mentre la seconda positiva:
  • Arcano Maggiore del Matto rovesciato: è importante precisare, oltre alla carta, se la stessa viene stratta diritta o capovolta, poiché il medesimo Tarocco assume infatti valenze differenti proprio in base a come viene estratto. Il significato del Matto capovolto nella cartomanzia viene associato a separazioni, tensioni, discordia, come dirà lo stesso Hawkins: restando fedele alla lettura classica di questo Arcano Maggiore, Oda ha adattato la definizione classica del Matto rovesciato alla sua opera facendo in modo che tutti i sottoposti di Hawkins inizino a massacrarsi fra di loro. Ciò che però sembra preoccuparlo maggiormente non è la perdita dei suoi pirati, quanto piuttosto il dover rinunciare a un po’ delle sue bambole voodoo.
  • Arcano Maggiore del Papa rovesciato: La seconda delle sue 72 carte mostrate fino a questo momento è quella del Papa, anch’essa capovolta, la “carta dell’inseguimento”, per usare le parole dello stessa Hawkins. Considerata tendenzialmente negativa nella cartomanzia, questa carta capovolta viene associata all’intolleranza, al falso moralismo e alla meschinità, ma anche all’aggressività: nella puntata, dopo averla estratta i poteri di Hawkins ne sono influenzati in maniera positiva.

Concludiamo questa disanima delle caratteristiche principali che contraddistinguono Hawkins il Mago e i poteri del suo Wara Wara no Mi con alcune curiosità che lo riguardano.

CURIOSITÀ

Come sanno bene i fan più accaniti di Eiichiro Oda e della sua immensa opera, questo autore riempie di significati particolari e di riferimenti al mondo reale ciò che crea la sua fervidissima immaginazione, e Basil Hawkins non fa certo eccezione! Ecco qui di seguito alcune interessanti informazioni su questo strabiliante pirata:

  • Nome: il suo nome riporta alla memoria quello di Jim Hawkins, protagonista del celeberrimo romanzo per ragazzi L’isola del Tesoro, scritto dall’autore scozzese Robert Louis Stevenson nel 1883, mentre il riferimento nel mondo reale è John Hawkins, corsaro inglese nato a Plymouth nel 1532 e deceduto a Porto Rico il 12 novembre 1595.
  • Cognome: per il suo cognome il collegamento è con Basil Ringrose, pirata, navigatore e geografo inglese vissuto all’incirca fra il 1653 e il 1683.
  • Compleanno: Basil Hawkins è nato il 9 settembre, giorno conosciuto in Giappone per essere il “Giorno della Chiaroveggenza” (占いの日, Rōmaji: Uranai no Hi), un chiaro riferimento alle sue doti di cartomante, e non a caso in questa data è nata anche Shirley, Sirena in grado di prevedere il futuro grazie alla sua sfera di cristallo.
  • Epiteto: Hawkins è conosciuto come “Il Mago”, che potrebbe essere un riferimento non solo alle sue doti di cartomante, ma anche a un altro Arcano Maggio, il Mago, per l’appunto.
  • Tarocchi: per qualche motivo al momento ancora ignoto, mentre un mazzo di tarocchi classico dispone di 78 carte, quello di Hawkins ne contiene al suo interno soltanto 72.
  • Bambole di Paglia: oltre a essere un riferimento al voodoo, queste bambole si rifanno anche a una tradizione tipica del Giappone, le cosiddette Wara Ningyō (Kanji:藁人形, significato: “Bambola di Paglia”), le quali sono proprio il corrispettivo nipponico delle bambole utilizzate nel voodoo, religione africana e afroamericana fortemente improntata all’esoterismo.
  • Decorazioni facciali: Hawkins presenta al di sopra di ogni sopracciglio tre piccoli triangoli neri allungati che ricordano molto da vicino quelli presenti su una delle tante maschere indossate dal batterista americano Joey Jordison quando ancora militava negli Slipknot, band new metal della quale Jordison è uno dei cofondatori:

Sono ancora tante però le informazioni ancora mancanti che riguardano questo pirata, per cui non ci resta che attendere che Eiichiro Oda ci sveli altri interessanti dettagli che lo riguardino!

Articoli Correlati

Dopo le nostre prime impressioni sui primi tre episodi, giunti a fine stagione andiamo a tirare le somme su What If…? la...

11/10/2021 •

16:15

La serie anime Saint Seiya – I Cavalieri dello Zodiaco, che adatta il manga omonimo di Masami Kurumada, compie 35 anni. Il...

11/10/2021 •

15:43

My Hero Academia – World Heroes’ Mission, il terzo film animato della serie, inaugura la nuova stagione degli Anime...

11/10/2021 •

11:29