I 12 migliori film del decennio 2010-2019

Riassumere dieci meravigliosi anni di meraviglioso cinema in un solo articolo è un compito abbastanza arduo, soprattutto per chi come noi fa questo mestiere navigando al ritmo di due-tre (a volte anche oltre) pellicole giornaliere, ma il decennio 2010-2019 sta volgendo al termine ed è giusto profondersi in questo ultimo, piccolo grande sforzo per salutarlo come si deve, rivivendolo attraverso i migliori esemplari d’arte cinematografica che ad esso saranno per sempre legati.

Al termine della spietata, incontestabile (si fa per dire) e soggettivissima top 12 (spoiler: sono poche le cose oggettive in questo universo, ma fra loro senza alcun dubbio manca la critica cinematografica) vi rimandiamo anche ad alcune menzioni speciali per opere che a malincuore sono rimaste fuori dai posti d’onore, e che troverete alla fine dell’articolo.

 

12Bone Tomahawk di S. Craig Zahler (2015, USA, UK)

La palma del miglior b movie del decennio va all’atipico Wester dell’atipico S. Craig Zahler, iconoclasta regista-sceneggiatore-romanziere-musicista che nel corso di una manciata di anni si è imposto come vero e proprio John Carpenter del XXI secolo: come l’autore-maestro di Halloween Zahler si diverte a reinventare i generi secondo la sua visione, visione che ruota ruota intorno a uomini duri guidati da codici morali rigorosi che per un verso o per un altro finiscono sempre per prendere la decisione peggiore possibile, scatenando un ineluttabile e perverso gioco al rilancio in cui tutto diventa sempre più ingestibile e asfissiante. Prima fatica del regista, Bone Tomahawk è un film che intrappola soverchia schiaccia uccide, un’opera brutale che attraverso una messa in scena pazzesca manifesta senza ghirigori o fronzoli la volontà di andare dritta al punto senza fermarsi a tirare il fiato o a riflettere.

Indietro

COMMENTA IL POST