Dragon Ball Super – Broly: i 10 nemici più temibili di Dragon Ball al cinema

Pubblicato il 5 Giugno 2019 alle 09:00

In occasione dell’uscita home video di Dragon Ball Super: Broly, che sarà disponibile a il 20 giugno nell’edizione limitata Blu-ray con Steelbook e in versione DVD e Blu-ray con slipcase lenticolare dal 4 luglio grazie ad Anime Factory, iniziamo una carrellata dei nemici più pericolosi che hanno costellato la lunga serie di film di Dragon Ball in un ordine del tutto arbitrario, ma partendo dai meno carismatici fino ad arrivare a quelli più affascinanti, almeno secondo noi.

Garlic Jr.

Uno dei nemici più temibili che i nostri eroi si trovano a combattere nei primi film è proprio lui e lo troviamo nel film “Dragon Ball Z: La vendetta divina” del 1989 diretto da Daisuke Nishio. Per sconfiggerlo definitivamente è necessario lo sforzo congiunto di Goku e Piccolo, col supporto di Kurilin, ma la superiorità numerica dei nostri eroi non è comunque in grado di assicurare loro la vittoria. Sarà infatti il potere sopito di Gohan che, infuriandosi, riuscirà a spingere Garlic Jr. nella Zona Morta da lui stesso creata, imprigionandolo per sempre.

Slug

Questo pericoloso avversario, originario del pianeta Namek, lo troviamo in “Dragon Ball Z: La sfida dei guerrieri invincibili”, film del 1991 diretto da Mitsuo Hashimoto. Sono nuovamente Kurilin, Piccolo, Gohan e Goku nello stato di Super Saiyan a fronteggiarlo. Slug è davvero un nemico ostico, soprattutto quando si trasforma in un terribile gigante. Sarà proprio Goku a quel punto, col supporto dei suoi amici, a sconfiggerlo grazie alla Sfera di Energia.

Hildegarn

È senza dubbio uno dei nemici più potenti che Goku e compagni abbiano mai incontrato e lo troviamo in “Dragon Ball Z: L’eroe del pianeta Conuts” film del 1995 diretto da Mitsuo Hashimoto. Per tenergli testa è necessario l’attacco combinato di Goku, Gohan, Vegeta, Trunks e Goten. Nonostante ciò, né Gotenks né Vegeta né Goku Super Saiyan di secondo livello riescono a fermarlo. Dopo che Trunks è riuscito a tagliare la coda di Hildegarn con la spada dell’eroe Tapion, sarà Goku trasformato in Super Saiyan di terzo livello ad ucciderlo con un potente Pugno del Drago.

Janemba

Un altro avversario davvero temibile che troviamo in “Dragon Ball Z: Il diabolico guerriero degli inferi”, film del 1995 diretto da Shigeyasu Yamauchi. Come dice il titolo, Janenba viene dagli inferi, insieme a moltissimi vecchi avversari della saga, e riesce ad avere la meglio su Goku trasformato in Super Saiyan di terzo livello. Grazie al prezioso supporto di Paikuhan, Vegeta e Goku potranno fondersi in Gogeta riuscendo così a sconfiggere Janenba.

Turles

L’antagonista del film “Dragon Ball Z: La grande battaglia per il destino del mondo” diretto nel 1990 da Daisuke Nishio, è uno spietato guerriero Saiyan, sopravvissuto alla distruzione del pianeta Vegeta ed estremamente somigliante a Goku. Per mettere al tappeto questo terribile avversario servirà l’aiuto di tutti i guerrieri Z, quindi Kurilin, Yamcha, Tenshinhan, Jiaozi e Piccolo, ma anche di Gohan e soprattutto di Goku, che grazie ad una potentissima Sfera di Energia riesce a superare l’attacco decisivo di Turles e infine a sconfiggerlo.

Super C-13

Nella saga di Dragon Ball i cyborg hanno sempre incarnato alcuni dei nemici più pericolosi e ostici, sia perché non hanno un’aura individuabile, sia per la loro estrema potenza. In questo caso l’avversario da sconfiggere è il Numero 13, presente nel film “Dragon Ball Z: I tre Super Saiyan” del 1992 diretto da Kazuhito Kikuchi. Nella pellicola vediamo il Numero 13 assorbire i componenti degli sconfitti Numeri 14 e 15 per trasformarsi nel potentissimo Super Numero 13. A fronteggiarlo ci sono Goku, Vegeta, Trunks, Kurilin, Piccolo e Gohan, ma nessuno di loro è in grado di tenergli testa, benché trasformati nel primo livello di Super Saiyan. Dopo un lungo combattimento di tutti i componenti della squadra, Goku ingloberà l’energia di una Sfera di Energia nel pugno con cui poi riuscirà a sconfiggere l’indistruttibile cyborg.

Metal Cooler

Come molti sapranno Coola è il fratello maggiore di Freeza, e avevamo fatto la sua conoscenza già nel film “Dragon Ball Z: Il destino dei Saiyan” del 1991 diretto da Mitsuo Hashimoto, e in quell’episodio Goku era riuscito a sconfiggerlo trasformandosi in Super Saiyan. Ma in questa nuova veste di Metal Coola, ancor più potente e ancor più ostico, lo troviamo nel film “Dragon Ball Z: L’invasione di Neo Namek” del 1992 diretto da Daisuke Nishio. Il nemico è talmente potente che Goku e Vegeta trasformati in Super Saiyan riescono con difficoltà a tenergli testa, in quanto il nemico riesce a rigenerarsi ogni volta grazie ad un oggetto tecnologico chiamato Big Gete Star, distrutto il quale i nostri eroi riusciranno a ristabilire la pace.

Golden Freezer

Freeza è una vecchia conoscenza della saga canonica di Dragon Ball. Più volte i nostri eroi si sono sfidati con lui, riuscendo sempre a metterlo al tappeto con estrema difficoltà e sacrifici. Questa volta, l’arcinemico raggiunge una nuova e temibile trasformazione nel film “Dragon Ball Z: La resurrezione di ‘F’” uscito nel 2015 e diretto da Tadayoshi Yamamuro. In questo caso il nemico è così potente che per sconfiggerlo ci vorrà la forza congiunta prima di Goku e poi di Vegeta trasformati in Super Saiyan God.

Beerus

È in assoluto il nemico più potente contro il quale si siano mai scontrati Goku e compagni ed è presente nel film “Dragon Ball Z: La battaglia degli dei” del 2013 diretto da Masahiro Hosoda. Questo antagonista è anche l’unico che i nostri eroi non sono stati in grado di sconfiggere. Infatti, Goku unito a Vegeta, Gohan, Goten, Trunks e Videl incinta di Pan, attuano la trasformazione per raggiungere lo stadio di Super Saiyan God. Ma questa non è sufficiente a sconfiggere il dio della distruzione che, come si comprenderà alla fine, ha usato appena il 70% della sua potenza per combattere.

Broly

Infine lui, quello che forse può essere definito l’antagonista per eccellenza, il nemico per antonomasia, presente in ben quattro film. Infatti per Broly bisogna fare un discorso a parte rispetto agli altri avversari, perché la sua minaccia è stata sempre presente e in agguato, a partire da “Dragon Ball Z: Il Super Saiyan della leggenda” dove Goku riesce a sconfiggerlo in un estremo e disperato tentativo, per poi passare a “Dragon Ball Z: Sfida alla leggenda” dove viene sconfitto dalla potentissima Kamehameha congiunta di Gohan, Goten e Goku dall’aldilà, e ancora in “Dragon Ball Z: L’irriducibile bio-combattente” dove apparirà sotto le sembianze di un esperimento biotecnologico.

Ma l’ultimo e leggendario scontro, dove Broly è ancor più spaventoso che mai, è quello presente in “Dragon Ball Super: Broly” del 2018 diretto da Tatsuya Nagamine, dove i nostri eroi dovranno dare fondo a tutte le loro risorse per riuscire a sconfiggere il ritorno di questo temibile combattente. Ci riusciranno solo con un’incredibile trasformazione in Super Saiyan Blue della fusione di Goku e Vegeta in Gogeta.

Cogliamo infine l’occasione per ricordare che Dragon Ball Super: Broly, dopo aver riscosso un enorme successo nei cinema italiani, sarà disponibile a partire dal 20 giugno in versione DVD, Blu-ray e nell’edizione limitata Blu-ray con Steelbook.

Articoli Correlati

Dopo una lunga pausa per permette a Tabata di lavorare sull’arco finale, il manga di Black Clover è tornato!...

02/08/2022 •

09:00

In esclusiva su Fan Factory è disponibile la De Palma Film Collection di Koch Media e Midnight Factory, il cofanetto in Limited...

01/08/2022 •

20:30

Yu-Gi-Oh! è tra i franchise giapponesi più importati e popolari non solo in Giappone ma in tutto il mondo e i suoi numerosi fan...

01/08/2022 •

19:00