One Piece: l’amore di una sorella

Pubblicato il 19 Febbraio 2019 alle 09:00

Nell’ultimo episodio di One Piece, di cui potete trovare qui la mia recensione, l’intervento dei Germa 66 nello scontro sull’Isola Cacao è stato fondamentale per Sanji e Rufy, i quali diversamente sarebbero potuti cadere in più occasioni sotto i durissimi colpi inferti dalla numerosa e sanguinaria ciurma di Pirati di Big Mom. Ma le motivazioni che spingono i vari membri di questa bizzarra famiglia a voler scendere nuovamente in battaglia sono molto differenti…

I fan di One Piece ormai conoscono la triste storia dell’infanzia di Sanji: picchiato, maltrattato, umiliato e infine ripudiato dalla sua stessa famiglia perché etichettato come “esperimento fallito”. Le uniche due persone che gli avessero mai dimostrato amore erano la sua defunta madre e sua sorella Reiju, che quando era solo una bambina ha potuto aiutare il suo fratellino nell’unico modo per lei possibile: aiutarlo a fuggire per sempre da quell’Inferno.

Gli uomini e le donne della famiglia Vinsmoke, dunque, hanno un atteggiamento differente nei confronti di Sanji, ma questo non è certo dovuto a una mera questione di sesso: ciò si spiega infatti con la volontà di Judge di creare un esercito imbattibile formato da persone, i suoi stessi figli, del tutto prive di sentimenti e di qualsivoglia elemento caratteriale che li renda anche solo lontanamente umani, e quindi con il fatto che i fratelli di Sanji siano del tutto privi di empatia, mentre sua madre e sua sorella semplicemente non hanno subito quei trattamenti e sperimentazioni che hanno trasformato quelli che sarebbero dovuti essere tre normali ragazzini in vere e proprie macchine da guerra e di morte.

E poiché gli uomini e le donne Vinsmoke vedono Sanji in due modi così diversi, verrebbe da chiedersi come mai siano giunti tutti sull’Isola Cacao per correre in suo aiuto: se magari ci si sarebbe potuto aspettare l’intervento di Reiju, quello di Judge, Ichiji, Niji e Yonji appare inspiegabile. Ma, naturalmente, non è affatto così semplice come sembra.

2. SANJI, L’ESPERIMENTO FALLITO

Anche se combattono per difendere Sanji e Rufy, i tre fratelli di Sanji si rivelano spietati con lui quasi quanto con i nemici, anche se la loro violenza questa volta si limita a essere unicamente verbale: Sanji era, è e resterà sempre un esperimento fallito, un debole che non è nemmeno in grado di proteggere da solo il suo Capitano. Per lunghi anni i Vinsmoke hanno umiliato Sanji in mille modi, giungendo perfino a rinnegarne l’esistenza e costringendolo anche a non poter usare il suo stesso cognome, ma non appena gli si è presentata una buona occasione per sfruttarlo, non hanno esitato a farlo rapire per farlo andare in marito a una delle numerosissime figlie di Big Mom, naturalmente senza il suo consenso.

Questa premessa è necessaria per comprendere il grande stupore di Sanji alla vista dei suoi fratelli, che per la prima volta lo proteggono anziché attaccarlo. Ma perché sono qui, adesso? I Germa hanno subito un’imboscata da parte di alcune navi di Big Mom, e lo stesso Mont D’Or aveva creduto fino a questo momento che i Germa fossero stati finalmente annientati. Ma eccoli qui, tutti e 5, a dare ancora una volta filo da torcere ai figli di Big Mom.

Stando alle dichiarazioni degli stessi Vinsmoke, non sono giunti in soccorso di Sanji per puro amore familiare, quanto piuttosto per vendicarsi dell’affronto subìto: essere stati prima tratti in inganno e poi attaccati da Big Mom e i suoi. Ma forse c’è qualcosa di più.

Anche se, come ho accennato in precedenza, i fratelli di Sanji non perdono occasione per deriderlo, si scagliano in suo soccorso proteggendolo con i loro stessi corpi: se i Germa 66 volessero davvero solo attaccare i Pirati di Big Mom, perché ora starebbero aiutando un esperimento fallito come Sanji? Che si sentano legati a lui in quanto fratelli?

CONCLUDETE LA LETTURA DI QUESTO ARTICOLO NELLA PROSSIMA PAGINA PER SCOPRIRE LE RAGIONI DI REIJU!

1. SANJI, LA PERSONA PIÙ GENTILE AL MONDO

L’unica persona le cui intenzioni sono evidenti fin da principio è Reiju: alla splendida e affascinante ragazza in rosa non importa la vendetta contro i Pirati di Big Mom, ma la sua unica e vera priorità è la salvezza del suo amatissimo fratello minore. In questo, Reiju è molto simile a sua madre, la quale adorava Sanji proprio perché non era stato privato della sua umanità, ma, anzi, era anche particolarmente dolce, premuroso e sensibile. E fu proprio per proteggere quell’unico figlio che la donna lo ha sempre amato tanto e ha fatto tutto ciò che era in suo potere per proteggerlo, almeno finché era in vita.

Una volta deceduta la madre di Sanji, il compito di proteggerlo è quindi passato a sua sorella maggiore Reiju, che non era stata privata dei suoi sentimenti. Purtroppo, però, all’epoca era solo una bambina, ma riuscì comunque a salvare la vita e la dignità di Sanji aiutandolo a fuggire dal Regno di Germa. Le circostanze sono molto simili a quelle attuali, ma adesso reiju ha il potere di lottare per suo fratello, prima di metterlo definitivamente in salvo. Emblematico a questo proposito è infatti il parallelismo, anche visivo, fra le due circostanze in cui Reiju, con le lacrime agli occhi, è stata costretta a separarsi dal suo Sanji per salvare la sua vita:

Se la famiglia Vinsmoke non fosse intervenuta per proteggere Sanji e Rufy mettendo a ferro e fuoco l’Isola Cacao, consentendo così loro un rientro sicuro a bordo della Thousand Sunny, i due sarebbero anche potuti morire nell’impresa. Ma ora un’altra ciurma alleata sta per giungere in soccorso dei Pirati di Cappello di Paglia: si tratta dei Pirati del Sole, il cui Capitano è il grande e valoroso Uomo Pesce Jinbe.

Articoli Correlati

Un altro arrivo atteso e temuto questo weekend in streaming: Prey, l’action-thriller targato 20th Century Studios, presentato...

05/08/2022 •

21:30

“Sogno o son desto?” È quello che viene da chiedersi durante la visione di The Sandman di Netflix, attesissimo e...

05/08/2022 •

20:00

One Piece è tra le più grandi serie manga in assoluto dopo 25 anni di serializzazione. Eiichiro Oda ha realizzato un opera in...

05/08/2022 •

18:30