7 anime isekai da guardare dopo Sword Art Online

Quando si pensa agli anime appartenenti al genere isekai il primo pensiero finisce, spesso, al popolare e famoso Sword Art Online. Per quanto la serie abbia portato luce alla categoria non è stato né il primo né il solo prodotto degno di nota.

Con il passare degli anni dopo l’avvento SAO gli anime ambientati in mondi alternativi ad ambientazione fantasy in cui il protagonista si ritrova imprigionato contro la sua volontà, sono letteralmente spuntati come funghi. Tra serie veramente spettacolari e subito diventate mainstream ad anime talmente osceni da essere definiti imbarazzanti.

Per una volta, quindi, lasciamo da parte il peggio e il meglio del genere isekai e concentriamoci sulla fascia di mezzo. Su quegli anime che non sono riusciti (ancora) a fare il grande passo di qualità, ma che si caratterizzano come serie carine e belle da vedere.

7 – Drifters

Drifters

Mondo fantasy? C’è. Personaggio intrappolato in un mondo parallelo? Anche quello presente. Protagonista sfigato o hikikomori? Manca, tuttavia non è indispensabile per un’opera isekai. Drifters ha tutti gli elementi in regola per appartenere a questo genere.

Il mondo in cui è ambientato non è un videogioco o un’opera letteraria, bensì un mondo parallelo dove i protagonisti altro non sono che personaggi storici realmente esistiti e provenienti da ogni parte del mondo. Le due fazioni sono in lotta tra di loro, il motivo non è ancora ben chiaro, ma la presenza di carismatici e intriganti condottieri e guerrieri rende le cose decisamente interessanti.

Chi non si è mai chiesto: in uno scontro tra Oda Nobunaga e Giovanna d’arco chi mai la spunterebbe?

1 commento

COMMENTA IL POST