Le Bizzarre Avventure di JoJo – Vento Aureo: Sex Pistols vs Kraftwerk

Pubblicato il 30 Novembre 2018 alle 09:00

Il combattimento fra Sale e Guida Mista è entrato nel vivo e ha trovato una sua naturale conclusione nell’ultimo episodio di Vento Aureo, la quinta stagione dell’anime Le Bizzarre Avventure di JoJo basato sull’omonimo manga creato dalla bizzarra fantasia del Maestro Hirohiko Araki.

Astuzia, grandissimo senso dell’osservazione, una mente lucida e fredda anche nelle situazioni più letali e impensabili, capacità di attuare contromosse superefficaci e altrettanto impensabili, uno Stand assurdo e bizzarro: sono queste le caratteristiche principali dei protagonisti delle Bizzarre Avventure di JoJo (che diversamente non sarebbero poi così bizzarre), e il grandissimo Guida Mista non è certo da meno! Naturalmente, anche il suo avversario, Sale, possiede alcune di queste caratteristiche.

Ciò che ne deriva è un combattimento mozzafiato e avvincente, come ci si aspetterebbe da un combattimento di JoJo. A questo proposito, merita decisamente una menzione proprio lo stile unico di questo bizzarro magaka.

4. L’Araki dell’Intuizione

Tutti gli elementi che rendono unica l’opera di Hirohiko Araki-sama e una animazione spettacolare e ultradinamica (grazie, David Production) rendono questa ennesima stagione animata di Le Bizzarre Avventure di JoJo un must per tutti gli amanti del genere shonen di combattimento. Ciò che però rende la resa finale eccezionale è anche e soprattutto l’incredibile attualità della storia originale di Vento Aureo, pubblicato per la prima volta in Giappone nell’ormai lontano 1995.

La struttura dell’opera Le Bizzarre Avventure di JoJo nella sua interezza (una saga generazionale suddivisa in archi narrativi al tempo stesso autonomi e interdipendenti), gli intrecci, il modo di concepire gli scontri, le particolarità degli Stand, la frenetica dinamicità, un tratto deciso e marcato in perenne evoluzione artistica, colori sgargianti, abbigliamento e acconciature più che appariscenti e delle pose assurde sono tutti elementi che fanno della creazione del Maestro Araki un autentico e imprescindibile nel suo genere, un’opera talmente originale da risultare attualissima anche a distanza di decenni dalla sua prima pubblicazione.

L’impressione è quasi quella che Araki sia in grado di sbirciare nel futuro, mentre propone ai suoi appassionati lettori situazioni sempre più bizzarre, dimostrandosi così di essere in grado di anticipare i tempi. Se fosse un personaggio di One Piece (che mi viene sempre in mente quando parlo di shonen perché lì dentro c’è davvero di tutto), Hirohiko Araki sarebbe indubbiamente un esperto utilizzatore dell’Haki dell’Intuizione.

E DOPO QUESTA SVIOLINATA AL MAESTRO ARAKI, VI INVITO A VOLTATE PAGINE PER UNA BREVE ANALISI DELLO STILE DI COMBATTIMENTO DI GUIDO MISTA E DEL SUO STAND!

3. Uno Stand punk, molto punk. Pure troppo

Nome originale dello Stand: Sex Pistols

I Sex Pistols si formarono nella inamidata Ingilterra nel 1975 e sono riusciti nella bizzarra impresa di passare alla storia avendo inciso soltanto un album in studio, Never Mind the Bollocks, Here’s the Sex Pistols, nel 1977. L’attitudine della band è stata trasmessa anche allo Stand suo omonimo, vista la noncuranza dei sei piccoletti nei confronti dei loro stessi compagni (e lo sa bene il Numero 5, perennemente bullizzato dal Numero 3, che a dire il vero non disdegna pestare ogni tanto anche gli altri suoi compagni) e la loro netta predisposizione più all’azione che alla riflessione.

Altra divertente peculiarità di Sex Pistols è la stessa scaramanzia del loro Portatore, che spiega come mai non ci sia il Numero Quattro. Purtroppo per Mista, però, il suo numero sfortunato continua a perseguitarlo anche adesso.

Durante le prime scene dell’episodio potrete vedere una breve biografia del protagonista degli ultimi due episodi di Vento Aureo, nelle quali è possibile riscontrare una certa somiglianza con quanto accadde anche a Jotaro Kujo (si tratta però di una congettura, poiché Sex Pistols potrebbe non essere direttamente implicato nella vicenda): entrambi i ragazzi, infatti, riescono a utilizzare i loro Stand anche essendone inconsapevoli, cosa, questa, che salverà a entrambi la vita quando minacciata da armi da fuoco.

La mira perfetta di Guido Mista e il particolare e spiccato spirito di adattamento del suo Sex Pistols saranno la chiave per la risoluzione di uno scontro molto duro contro un nemico molto forte come Sale il quale, diversamente, gli sarebbe certamente costata la vita.

CONTINUATE LA LETTURA NELLA PROSSIMA PAGINA PER SCOPRIRE LE CARATTERISTICHE SALIENTI DI SALE E DEL SUO CRAFT WORK!

2. Freeze!

Nome originale dello Stand: Craft Work

I Kraftwek, band di musica elettronica formatasi in Germania nel 1970 e attualmente ancora in attività, sono la formazione musicale che ha fornito al rocker Araki l’ispirazione per lo spettacolare Stand di Sale, che è in grado di bloccare chiunque e qualsiasi cosa all’interno del suo raggio di azione, in verità non troppo ampio (si tratta comunque di uno Stand a distanza ravvicinata, come si può evincere anche dalla sua scheda qui in alto), in una posizione scelta dal Portatore, grazie alla capacità di manipolare a proprio piacimento l’energia cinetica.

Grazie a questa peculiarità, Craft Work è in grado perfino di bloccare all’interno del corpo di Sale i proiettili che lo colpiscono e anche di creare una sorta di scala sospesa, bloccando a mezz’aria delle pietre:

Craft Work è inoltre in grado di accumulare l’energia cinetica in un oggetto semplicemente colpendolo ripetutamente in maniera per giunta delicata; in seguito, Sale è in grado di rilasciare tutta l’energia così accumulata in un unico, devastante colpo, anche se, per sua stessa ammissione, i proiettili lanciati con questa tecnica non gli consentono di mirare in maniera molto precisa, il che lo porta a voler usare questo potere soltanto a distanza molto ravvicinata:

PROSEGUITE VERSO L’ULTIMA PAGINA DI QUESTO ARTICOLO PER AMMIRARE L’INCREDIBILE STRATEGIA CHE PORTERÀ GUIDO MISTA E IL SUO SEX PISTOLS ALLA TANTO AGOGNATA VITTORIA!

1. Sex Pistols vs. Kraftwerk

Quando ci sono di mezzo le armi da fuoco e il tuo avversario è Guido Mista non c’è da stare tranquilli, ma questo il povero Sale non lo sa. I due avversari, entrambi alla ricerca del tesoro nascosto sull’isola di Capri dal defunto Polpo, si approcciano a questo intenso scontro in maniera molto differenza: da una parte abbiamo un uomo incredibilmente sicuro di sé e in grado di sfruttare appieno le caratteristiche del proprio Stand, dall’altro c’è un uomo atterrito e alle strette che teme per la propria vita.

Gli appassionati di shonen di combattimento sanno che l’eccessiva baldanza in una battaglia può risultare fatale, e questa è una dura lezione che Sale ha imparato pagandola, però, con la propria vita. Sale è certo di vincere perché è in grado anche di bloccare i proiettili nel suo corpo, e Mista è ormai quasi a secco. Per questo con atteggiamento di sfida Sale mostra al suo nemico l’interno della sua bocca immediatamente dopo l’esplosione dell’ultimo proiettile dell’arma di Guido Mista:

Sale ha infatti intuito che Mista sta pensando che Craft Work non sia in grado di fermare i proiettili dall’interno, ma così facendo dimostra di non temere nulla e che sarà comunque in grado di fermare il colpo. Ora che Guido Mista è disarmato, non resta che infliggergli il colpo di grazia.

Proprio perché lo scontro sembra ormai deciso, Sale farà l’unica cosa che non va mai fatta sul campo di battaglia: abbassare la guardia. Grazie alla sua distrazione, i Sex Pistols al gran completo potranno prendere il controllo dell’ultimo proiettile scagliato contro Mista dallo stesso Sale, il quale cercherà di fermarlo con il suo Craft Work, salvo constatare che quel proiettile sia stato spaccato in due parti che puntano in altrettante direzioni diverse:

Sale cerca comunque di mantenere la calma, essendo sicuro di poter incassare (e fermare) un altro colpo. A meno che non sia diretto proprio lì… Con sua somma sorpresa, il malcapitato intuisce però troppo tardi che Guido Mista stava mirando proprio al primo proiettile rimasto conficcato in precedenza nel suo cranio, spingendolo ancor più al suo interno, con un risultato facilmente intuibile:

Ora, non resta che attendere le prossime Bizzarre Avventure di JoJo per scoprire cosa altro ha in serbo per noi questa avvincente serie! Le Bizzarre Avventure di JoJo – Vento Aureo è distribuito legalmente e in maniera del tutto gratuita qui in Italia dalla piattaforma online VVVVID.

Articoli Correlati

Tra le uscite J-POP Manga del 12 giugno 2024 troviamo il primo volume di Dark Souls – Redemption, adattamento manga ufficiale...

10/06/2024 •

18:00

Tra le uscite manga Star Comics del 11 giugno 2024 troviamo il cofanetto completo con i tre volumetti della miniserie Suzume,...

10/06/2024 •

17:00

Quest’anno Kaiju No. 8 ha finalmente fatto il suo atteso debutto sul piccolo schermo con la prima stagione...

10/06/2024 •

15:00