Arriva un volume di Historica Biografie dedicato a una delle figure più controverse della storia: il terribile Solimano! Clothilde Bruneau ed Estéban Mathieu ci narrano la vita di uno spietato conquistatore, assistiti dal talento grafico di Cristi Pacurariu!

La collana Historica Biografie di Mondadori Comics prosegue e in questa sedicesima uscita si occupa di una delle personalità più discusse della storia: Solimano. A scrivere la sceneggiatura sono due nomi ben noti del fumetto di area franco-belga, Clothilde Bruneau ed Estéban Mathieu, che si sono assunti il non facile compito di delineare il ritratto di un uomo dalla complessa personalità.

Solimano fu di sicuro uno degli uomini più temuti e potenti del suo tempo e giocò un ruolo importante non solo nelle vicende orientali ma anche in quelle europee. Temuto da molti, fu senza dubbio un conquistatore spietato e all’inizio del volume gli autori ce lo presentano al culmine del suo potere. Dopo aver consolidato il suo regno, cerca in tutti i modi di tenere a bada gli avversari. Questi ultimi non sono solo i nemici esterni che non vedono di buon occhio l’impero ottomano ma pure quelli interni, appartenenti ai componenti della sua stessa famiglia.

Non tutti i figli, infatti, gli sono fedeli e persino alcune delle sue concubine sono al centro di intrighi ai suoi danni. In questo volume Bruneau e Mathieu ci presentano un individuo che da un lato dimostra di essere coraggioso e perfido, specialmente quando deve affrontare le minacce alle frontiere; dall’altro di avere debolezze e fragilità interiori. Solimano, per esempio, piange la morte del figlio prediletto o quella del suo unico vero amore. Ama la poesia, lui stesso ne scrive qualcuna, adora la raffinatezza e la maestosità architettonica delle moschee costruite in suo onore.

In altri momenti, invece, la violenza e l’impulso sanguinario prendono il sopravvento. Solimano ha quindi una natura doppia. I lati opposti del carattere non sono quasi mai equilibrati e ciò costituisce il suo punto debole. Per ciò che concerne l’analisi psicologica del protagonista, gli autori hanno quindi fatto un buon lavoro ma le varie fasi della sua vita non vengono mai approfondite (un difetto che si riscontra pure in altri volumi di questa collana) e risultano superficiali e schematiche.

Testi e dialoghi sono curati ed efficaci ma a tratti eccessivamente densi e perciò rallentano il ritmo della lettura. L’opera è comunque valida, anche e soprattutto grazie agli splendidi disegni del bravissimo Cristi Pacurariu. Ha uno stile naturalistico, appropriato per un fumetto che fa dell’accuratezza storica e del realismo gli elementi essenziali. Concepisce inquadrature ampie, ambientate nelle desolate regioni dell’Anatolia, e altre minuscole, incentrate sulle espressioni facciali dei personaggi, sempre dettagliate.

Le sequenze basate sulle battaglie sono dinamiche e coinvolgenti ma c’è invece una certa staticità in quelle più tranquille. Nel complesso, tuttavia, Pacurariu ci dona tavole di grande bellezza formale, valorizzate dai colori cupi e intensi dell’ottimo Andrea Meloni. In definitiva, il volume è interessante e potrà piacere agli estimatori del fumetto storico.

Mondadori Comics propone un volume dedicato alla figura controversa di Solimano. Gli autori Clothilde Bruneau ed Estéban Mathieu delineano il ritratto di un uomo discusso e dalla complessa personalità, risultando, però, eccessivamente schematici per ciò che riguarda la narrazione degli eventi storici. Il volume è tuttavia da prendere in considerazione per gli splendidi e dettagliati disegni del bravo Cristi Pacurariu.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui