Dog Style di Yu Minamoto: Recensione

Pubblicato il 13 Dicembre 2011 alle 10:00

Dopo Yoichi Goen propone una raccolta di storie brevi della stessa autrice, Yuu Minamoto.

Dog Style

Autore: Yuu Minamoto
Editore: Goen
Provenienza: Giappone, 2008
Prezzo: € 5,95, 13×18, 192 pp., b/n e colore, sovraccoperta
Anno di pubblicazione: 2011

Sulla scia del successo di Yoichi Professione Samurai Goen presenta un volume autoconclusivo che raccoglie quattro storie brevi della stessa autrice, Yuu Minamoto, realizzate per diversi editori tra il 2003 e il 2008.

Nel racconto che apre il volume e che da il titolo alla raccolta, Dog Style (2008), facciamo la conoscenza di Hino, un ragazzino che da sempre sogna di avere un cane; per via delle regole condominiali non può tenere animali domestici, ma nel giorno del suo quattordicesimo compleanno un regalo del nonno scienziato sembra realizzare il suo desiderio: con suo grande stupore, tuttavia, dal pacco esce una bellissima donna cane completamente nuda che lo chiama padroncino e che lo invita a giocare con lei.

In Ti Prego, Aizen (2006) protagonista è Aizen Kano, un timido adolescente di bell’aspetto che non riesce ad attaccare bottone con l’altro sesso, a eccezione che con l‘amica d‘infanzia. Una mattina si risveglia nel corpo di una prosperosa ragazza dopo aver espresso un desiderio al dio dell’amore Aizen Myoo: riuscirà a prendere confidenza con il gentil sesso e, nonostante gli insoliti panni, a esprimere i suoi sentimenti alla ragazza di cui è innamorato?

Gattaccio! (2006) ci trasporta a Edo, l’antica Tokyo, dove i frammenti di una sfera divina hanno fatto sì che il progresso tecnologico sia avanzato in maniera incontrollata; il one shot ruota attorno ai tentativi di un’imbranata agente di polizia di catturare una misteriosa ladra che indossa un succinto costume da gatta.

Villains Soul (2003), infine, è ambientato nella prima metà del XIV secolo. Una banda di ladri che indossa maschere di mostri, capeggiata da Kusunoki Masashige, osteggia lo shogunato di Kamakura saccheggiandone i tributi: Koma è un ragazzino cui è affidato il compito di cercare e uccidere Kusonoki, una missione che accetta per poter compiere la propria vendetta.

Complessivamente le storie sono di modesta qualità narrativa, prive di mordente e incisività nello svolgimento che risulta piuttosto scontato e prevedibile, e (mal) supportate da personaggi anonimi e stereotipati; decisamente migliore l’aspetto grafico, che può contare su un tratto molto piacevole alla vista in cui a farla da padrone è la corposità dei personaggi, specialmente quelli femminili morbidi e sensuali, caratterizzati da un design accattivante e da un look ricercato. Le sequenze d’azione, ove presenti, risultano dinamiche e ben costruite; gli sfondi sono ridotti al minimo indispensabile.
La buona percentuale di fan service sui corpi delle ragazze dalle forme generose, infine, renderà felici gli appassionati del genere.

L’edizione italiana offre un volume formato 13×18 con sovraccoperta e pagine iniziali a colori, dai buoni materiali e dalla resistente brossura; la carta tiene bene l’inchiostro, la stampa è globalmente di buon livello, tuttavia non è esente da difetti quali moirè e aliasing fortunatamente in quantità tale da non pregiudicare la godibilità delle tavole. I testi risultano scorrevoli e privi di refusi, sono presenti note esplicative a bordo vignetta dove necessario.

Un volume solo per completisti dell’autrice, che potranno avere così una panoramica dell’evoluzione del suo stile, tranquillamente trascurabile per tutti gli altri i quali potranno trovare opere ben più meritevoli nel catalogo della Goen.

Voto: 5

TAGS

Articoli Correlati

Il film d’animazione La Vetta degli Dei o The Summit of the Gods (Kamigami no Itadaki) adatta il manga omonimo del maestro...

22/10/2021 •

17:53

Le uscite J-POP Manga ed Edizioni BD del 27 Ottobre 2021 vedono il debutto di Non tormentarmi, Nagatoro!, con i primi due volumi...

22/10/2021 •

15:21

Halloween arriva su Sky Cinema Collection con oltre 90 titoli “da paura”. Dal 23 Ottobre al 31 Ottobre Sky Cinema...

22/10/2021 •

14:36