Lo scrittore è scomparso ieri a 69 anni.

Si è spento ieri uno dei grandi veterani del fumetto supereroistico: Len Wein.

Esordì alla DC Comics alla fine degli anni ’60, per tutta la Bronze Age degli anni ’70 fu fautore di quel rinnovamento in senso realistico che attraverso sia la stessa DC Comics che la Marvel lavorando su tutti i personaggi principali delle due case editrici: The Fantastic Four, The Amazing Spider-Man, The Defenders, Marvel Team-Up, Thor, Batman, Swamp Thing, Teen Titans, Justice League of America.

Negli anni ’80 contribuì a rilanciare Wonder Woman insieme a George Perez ma soprattutto fu l’editor di Watchmen serie che cambio drasticamente il volto del fumetto supereroistico.

Fra gli anni ’90 ed i primi del 2000 scriverà alcuni episodi per svariate serie animate fra cui Batman: The Animated Series, Iron Man, Spider-Man (1995), Transformers, Beast Wars, Godzilla, Phantom 2040, Hypernauts, Street Fighter e Ben 10.

Fu uno dei primi autori – insieme a Gerry Conway e Marv Wolfman – a voler fare dello scrivere fumetti una professione vera e non una semplice tappa prima di passare a cinema o TV come era d’uopo fare per molti colleghi dell’epoca, è stato uno degli scrittori più solidi e affidabili della storia dei comics firmando alcune delle storie fondamentali del genere oltre che un professionista stimato e persona affabile e ben voluta da colleghi e fans.

Ripercorriamo la sua straordinaria carriera attraverso 10 storie fondametali.

10. Defenders #13-14 in Hulk e i Difensori #5-6 Editoriale Corno

I Difensori sono sulla bocca di tutti complice la serie TV targata Netflix. Prima della versione televisiva però c’era quella a fumetti e questa storia in due parti firmata da Len Wein è ritenuta da molti una delle migliori del variopinto gruppo di eroi complice l’introduzione di Nebulon e la battaglia con lo Squadrone Sinistro ma soprattutto l’epico twist finale con protagonista Nighthawk.