Perché non esiste solo Assassin’s Creed.

Così siete dei videogiocatori alla ricerca di qualche nuova esperienza di gioco, ma quando chiedete consigli ai vostri amici non fanno che ripetervi i soliti titoli altisonanti, che magari nemmeno vi piacciono? Nessun problema! Le case di produzione indipendenti offrono un’ampia gamma di videogiochi per tutti i gusti, dai puzzle game ai giochi esplorativi ai GDR. La libertà con cui vengono progettati queste piccole perle garantisce spesso esperienze di gioco originali e coinvolgenti.

Trattandosi di videogiochi, delle semplici immagini e una breve descrizione non bastano per rendere l’idea, così, per ogni videogioco trattato, oltre a un’immagine, troverete anche un breve video gameplay. Inoltre, si è preferito inserire nell’elenco soltanto giochi multipiattaforma, con la sola aggiunta di una piccola chicca extra alla fine dell’articolo.

Non lasciatevi convincere che soltanto le grandi case di produzione possano realizzare prodotti di qualità e date uno sguardo a questo breviario: c’è un intero mondo, nemmeno troppo sommerso, che aspetta solo di essere scoperto!

15. The Swapper

The Swapper è un puzzle game a scorrimento 2D multipiattaforma, ed è quindi disponibile per Microsoft Windows, Mac OS X e Linux fin dalla sua prima uscita, PlayStation 3, PlayStation 4, PlayStation Vita, Wii U e Xbox One in seguito. Il gioco è stato realizzato nel 2013 dalla Facepalm Games, una piccola compagnia indipendente con sede a Helsinki, in Finlandia. In seguito, nel 2014, i Curve Studios hanno portato questo titolo fantascientifico sui sistemi Sony e Nintendo.

In The Swapper, i giocatori vestiranno i panni di un’esploratrice alla deriva nello spazio a bordo di una stazione di ricerca abbandonata. Qui, l’astronauta trova quella che sarà la sua unica “arma”, che le servirà per risolvere gli enigmi che si frappongono fra lei e la salvezza: un po’ come avviene in Portal, in cui l’unica arma a disposizione del giocatore è una pistola sparaportali, qui lo strano dispositivo permetterà alla nostra eroina di potersi sdoppiare, trasferendo la propria coscienza all’interno di ogni clone. Il dispositivo permetterà non solo di creare fino a 4 cloni, ma anche di passare dal controllo di uno a quello di un altro, trasferendo la nostra coscienza nel corpo che desideriamo muovere. Attenzione, però, perché i movimenti non saranno proprio liberi: trattandosi di cloni, eseguiranno tutti le stesse azioni, quindi occhio a dove li posizionate, se non volete perderli!

Ovviamente non si risolve tutto così facilmente, anzi: ci sono porte da attivare, stanze da esplorare, una storia da scoprire.

Ecco un breve video che vi darà un’idea di tutte le possibilità di gioco possibili grazie a un gameplay originale, intrigante e divertente:

telegram_promo_mangaforever_2