Quando si parla di “giochi da tavolo”, spesso i primi menzionati sono classici come Monopoli, Cluedo o RisiKo! Io invece penso a Carcassonne. Il bello dei giochi da tavolo è proprio l’incredibile varietà delle proposte. Se volete addentrarvi in questo mondo, ecco 10 consigli per chiunque voglia provare qualcosa di nuovo.

Stufi di chi scambia i giochi di società come Taboo per giochi da tavolo o di chi pensa che l’unico strategico al mondo sia RisiKo!? Scoprite insieme a noi un mondo che offre tantissime alternative ai classici, iniziando con qualche consiglio.

Carcassonne

Il primo gioco è proprio Carcassonne, un classico pubblicato per la prima volta nel 2000: a ogni turno, i giocatori pescano una tessera a caso e la piazzano sul terreno di gioco accanto a una già presente, ma in modo coerente: ad esempio, se sulla propria tessera è presente una strada, non la si potrà collegare a una sulla plancia senza strada.

Si possono accumulare punti costruendo strade, città, monasteri o impossessandosi dei campi su cui tali strutture vengono costruite. Grazie alle molteplici espansioni, si passa da 5 a 8 giocatori.

Una partita dura in media 30/40 minuti, ma con le espansioni aumenta considerevolmente, tenendo presente che molte di esse sono compatibili fra loro.