Dragon Ball Super: i 10 momenti migliori

Pubblicato il 27 Dicembre 2016 alle 12:00

ATTENZIONE SPOILER! L’articolo contiene spoiler sugli avvenimenti non ancora trasmessi nell’edizione italiana della serie animata! Procedete dunque a vostro rischio e pericolo.

Il 5 Luglio 2015 ha avuto inizio una nuova avventura per Goku e i nostri eroi, un’avventura tutt’ora in corso, chiamata Dragon Ball Super.

La serie anime e manga si pone temporaneamente dopo la sconfitta di Majin Bu e torna a regalarci quel grande sogno che abbiamo vissuto nella sua interezza e mai dimenticato. La nuova serie originale è sceneggiata sempre dalla grande mente di Akira Toriyama e disegnata da Toyotaro, un mangaka che a giudicare dai capitoli, sta davvero tenendo alta la qualità della parte grafica del franchise.

Certo, la serie senza ombra di dubbio sta riscontrando i suoi alti e bassi. Solo perchè è il seguito di Dragon Ball e Dragon Ball Z (citiamo Dragon Ball GT anche se non realizzato dallo stesso Toriyama) due colonne portanti della storia del manga, non vuol dire che il nuovo prodotto non debba essere criticato negativamente quando serve.

Infatti, talvolta la serie tende ad accelerare troppo gli eventi e noi siamo stati abituati ad aspettare tanto prima di vedere una trasformazione completa, ad esempio. Inoltre, le incongruenza non mancano e bilanciamenti di poteri (tra buono e cattivo) sembrano poco credibili.

E poi diciamolo, nonostante ci si concentri a creare villains memorabili, non esiste nessuno come Freezer, Cell e Majin Bu. Che non ce lo voglia Zamasu e le sue teorie sull’inutilità dell’umanità.

Tuttavia, siamo qui oggi per guardare il bicchiero mezzo pieno di Dragon Ball Super. Infatti, ora stiamo per elencare i 10 momenti migliori che sino ad ora hanno reso grande il ritorno di Goku.

Ricordiamo ancora una volta che l’articolo contiene spoiler.

10. Vegeta: Super Saiyan Blue.

Vegeta-Goes-Super-Saiyan-Blue

Il Principe dei Saiyan, Vegeta, riesce a raggiungere il secondo stadio del Super Saiyan God senza essere circondato dalla forza di altri Saiyan ma con il duro allenamento offertogli da Whis, il maestro del Dio della Distruzione Bills. Lo sfoggia per la prima volta nella saga della resurrezione di Freezer, anch’egli fresco di una nuova trasformazione, chiamata Golden.

Questa trasformazione conferisce a Vegeta di colmare quel piccolo divario che lo ha sempre separato dall’alleato/rivale Goku. Infatti, sempre nella saga del ritorno di Freezer, Vegeta una volta evolutosi, impiega poco tempo a mettere fuori gioco lo stesso nemico che in Dragon Ball Z ha prima temuto e poi realizzato come suo carnefice. Questo sta a significare che l’allenamento di Vegeta lo ha fatto progredire fino a raggiungere il suo stesso alleato e a perfezionare ancora di più la forza mentale.-

9. Goku: Super Saiyan God VS il Dio della Distruzione Bills.

Goku-vs-Beerus

Quando Akira Toriyama stava scrivendo la saga di Majin Bu, nessuno avrebbe mai pensato che ci sarebbe stato un nemico più forte di lui. Questo finchè non è apparso un personaggio di nome Bills, altresì conosciuto letteralmente come il Dio della Distruzione. Il suo potere è semplice: può distruggere qualunque cosa egli desidera.

Una volta aver messo gli occhi sulla Terra, in quanto lì aveva sognato l’ubicazione del Super Saiyan God, arriva ma il suo obiettivo cambia e diventa quello di distruggerla. Nessuno era riuscito a fronteggiare il Dio e l’unica scelta rimasta era quella di diventare Super Saiyan God. Goku quindi, circondato dalla forza cinque Saiyan, riesce a raggiungere lo stadio con un aura divina e capelli rossi. Grazie a questa trasformazione è riuscito a superare ancora una volta i suoi limiti e a tener testa al goloso Dio.-8. Vegeta VS Cabba.

Vegeta-vs-Cabba

Come sappiamo, tutti i Saiyan (l’Universo di appartenenza è irrilevante) possiedono forza ed orgoglio. Vegeta ha provato che questi due fattori possono raggiungere qualunque individuo di quella razza guerriera. e questo lo notiamo nella saga del torneo tra il 6° e il 7° Universo.

Vegeta nel torneo combatte contro Cabba, un Saiyan del 6° Universo ancora immaturo dal punto di vista fisico e non ancora capace di trasformarsi in Super Saiyan. Questo ultimo dettaglio, indovinate, fa infuriare il nostro Principe. Infatti, Vegeta arriva addirittura a provocare pesantemente Cabba e lo minaccia di distruggere tutta la sua famiglia. Queste parole spingono Cabba oltre i suoi limiti e fanno in modo che il ragazzo riesca a raggiungere la modalità dai capelli biondi.

Anche se Cabba perderà, comunque avrà acquisito due requisiti che un Saiyan deve possedere, ossia forza ed orgoglio. E questi valori li ha imparati da Vegeta, un guerriero che tempo addietro non si sarebbe fatto scrupoli a distruggere il nemico con un sol colpo o a dimostrare la sua enorme parte indifferente. Questo è un passo in avanti per il Principe che inevitabilmente, diventa un maestro e che lascerà un grande impatto nella psicologia di Cabba.-7. Black Goku: Super Saiyan Rose.

Debut-of-Super-Saiyan-Rose

Chi si sarebbe mai aspettato di vedere una trasformazione con i capelli rosa in Dragon Ball? Nessuno, poi con i pregiudizi nostrani abbiamo subito associato questa trasformazione a qualcosa di troppo poco bello e di troppo poco federe al vero Super Saiyan. Insomma, qualcosa di non apprezzabile, ma che col tempo ha inesorabilmente fatto cambiare opinione. A sottolineare l’illusione dell’apparenza.

Questa trasformazione prende il nome di Super Saiyan Rose ed è eseguita da Black Goku, l’ultimo nemico che i nostri eroi del Presente e del Futuro (Trunks del Futuro) hanno dovuto affrontare per la salvezza di tutto il creato. Mentre ancora adesso alcuni fan non si capacitano del colore rosa, non bisogna negare che ha rivelato una forza davvero incredibile, capace persino di tener testa a Goku e Trunks contemporaneamente. A lungo andare, il personaggio in questione era impossibile da battere dal momento che più subiva e più diventava forte. Dobbiamo solo ringraziare il buon o cattivo (dipende dai punti vista adesso) Zamasu per averlo usato nella sua fusione e aver eliminato il problema da solo.

Certo, Black Goku altro non è che la copia malvagia del nostro eroe, ma prendiamo in esame Ginew, lui non è riuscito a controllare il corpo del Saiyan. Invece Black si, e anche a personalizzarlo. Perciò, riuscire a creare un intreccio nel quale il nemico entra nei cuori della gente è complicato, dove ancora sentiamo vivo il ricordo di Freezer, Cell e Majin Bu.-6. Debutto del Dio Assoluto Zeno.

Debut-of-Zeno

Dopo l’epilogo della saga del torneo mondiale tra il 6° e il 7° Universo, è apparso Zeno, una divinità dalle dimensioni piccole tanto da sembrare un semplice essere ma non fraintendete, è il Dio Assoluto di tutti i 12 Universi. Se davvero volesse, potrebbe distruggere tutto il creato con un gesto e per questo, persino le altre entità divine, come Bills o il Kaioshin del 7° Universo, si prodigano per terra quando lo incontrano.

Goku, come suo solito, ha difficoltà a dimostrare il suo rispetto e la formalità, perciò anche con il Dio di tutto quanto si dimostra un giocherellone e un bonaccione. Il risultato è stato che lo stesso Dio ha scelto Goku come suo amico di giochi. Una svolta di eventi che gli altri Dei non si spiegano.

Zeno ha deciso che si terrà un torneo mondiale tra i 12 Universi. Le sue intenzioni sono ancora ignote, ovviamente non combatterà ma chissà che qualcuno non lo faccia arrabbiare…-5. Trunks rivela la sua nuova forma del Super Saiyan.

Reveal-of-Trunks-New-Form

Dopo essersi infuriato per le accuse di Zamasu riferite al reato di viaggiare nel tempo e di essere troppo debole, Trunks da alla luce una nuova forma del Super Saiyan, mai vista prima nella serie originale.

Una volta essersi evoluto nel secondo stadio del Super Saiyan, il suo corpo comincia ad acquisire volume muscolare e forza, e le sue pupille scompaiono temporaneamente (infatti somiglia un po’ al Super Saiyan Leggendario Broly). Inoltre, l’aura intorno a Trunks diventa sia blu che gialla. Questa evoluzione è tanto potente e decisiva dal momento che da solo, Trunks riesce a tener testa sia a Black Goku che Zamasu facendo guadagnare tempo ai suoi alleati che nel Presente stanno preparando un piano per battere i due nemici.

Inoltre, la cosa interessante è che in questa modalità Trunks riesce a percepire l’aura di Vegeta e Goku mentre sono evoluti in Super Saiyan Blue. Questo sta a significare che probabilmente, l’ultima trasformazione del figlio del Principe è un tentativo di evoluzione divina non completata o per lo meno, una fase iniziale.-4. Forma finale della fusione di Zamasu (Black Goku + Zamasu del Futuro).

Fusion-Zamasu

Una volta che Zamasu è riuscito a diventare un Kaioshin, ad ottenere l’immortalità e a constatare che è più forte dei nostri eroi, decide di compiere l’ultimo passo del piano dello sterminio dell’umanità, ossia fondersi con Black Goku (in altre parole si è unito con se stesso dal momento che Black è Zamasu del Presente).

La fusione, costituita da un corpo immortale e da un altro che diventa più forte ogni volta che viene sconfitto, non poteva che essere micidiale per i nostri eroi. Infatti, Goku, Vegeta e Trunks non sono stati capaci di toccarlo nemmeno con un dito, all’inizio. Tuttavia, nonostante questo, la fusione del nemico ha mostrato i suoi punti deboli, ed è stata forse l’unica cosa che non serviva fare in quel momento, visto che Zamasu e Black lavorando in team, erano riusciti a dominare i loro avversari.

La fusione di Zamasu ha fatto in modo che venisse reintrodotta appunto, la famosa tecnica della fusione. Infatti, Goku e Vegeta sono tornati ad unirsi con gli orecchini Potara per dare vita a Vegeth, stavolta forte del Super Saiyan Blue.-3. Goku VS Hit.

Goku-vs-Hit

Nel torneo di arti marziali tra il Sesto e il Settimo Universo, per Goku arriva il momento di scontrarsi co Hit, conosciuto da tutti con l’Assassino Leggendario.

Ciò che rende Hit devastante è la sua tecnica spazio-temporale che gli permette di rallentare lo scorrere del tempo a suo piacimento e attaccare con molta precisione. Forte anche della velocità, l’Assassino diventa subito un grande problema per il nostro eroe Goku, il quale anche se si trasforma in Super Saiyan Blue, non è in grado di allungare le distanze con le abilità del suo nemico.

Hit è sicuramente uno dei personaggi più forti in Dragon Ball Super e la battaglia con Goku non è stato solo per dimostrare chi dei due fosse il più forte, ma puntava a far comprendere ai personaggi che non si è mai forti abbastanza e che i propri limiti si possono superare. Hit infatti, ha fatto in modo che Goku desse tutto se stesso e proprio nella loro battaglia, una certa tecnica è ritornata. Sicuramente l’Assassino avrà un posto nei cuori dei fan.-2. Super Saiyan Blue: Kaio-Ken.

Reveal-of-Super-Saiyan-Blue-Kaio-Ken

Tutti conoscono la tecnica del Kaio-Ken che Goku ha ereditato in Dragon Ball Z da Re Kaioh. La tecnica non era stata più utilizzata per un po’ ma in Dragon Ball Super ha fatto il suo grande ritorno.

Goku non ha dimenticato le sue origini, infatti nella difficile battaglia contro Hit del Sesto Universo, ha fuso i poteri del Kaio-Ken con quelli del Super Saiyan Blue e questo gli ha conferito una forza maggiore e soprattutto, una velocità esorbitante dal momento che riesce a contrastare la tecnica spazio-temporale del suo nemico.

Questa tecnica fenomenale potrebbe essere un asso nella manica di Goku per salvare ciò che ha a cuore, ma ha bisogno di essere perfezionata e controllata. Infatti, l’unione dei due poteri implica all’utilizzatore la perdita della capacità di controllare il proprio corpo e nel peggiore dei casi, potrebbe decedere dalla troppa pressione.-1. Vegeth VS Black Zamasu.

Super-Vegito-vs-Fused-Zamasu

Durante la saga di Trunks del Futuro, Zamasu e Black Goku si fondono per creare il Dio Zamasu e la potenza dell’entità surclassa le possibilità di vittoria per Goku e Vegeta. Tuttavia, nel momento di peggior disperazione, l’uomo tira fuori tutto quello che ha e l’ultima carta da giocare è la fusione con gli orecchini Potara. I due Saiyan infatti, si fondono e riportano sulla scena uno dei personaggi più amati di Dragon Ball Z, ossia Vegeth.

Questa è stata l’occasione propizia per il suo ritorno. Fino a quel momento, non era mai stato veramente sconfitto da nessuno o superato in forza da altri. I fan hanno potuto rivederlo in azione con la sua solita spavalderia, ma con una novità, ossia la trasformazione in Super Saiyan Blue. Chi ha seguito la programmazione giapponese sa bene che nonostante la schiacciante potenza e il corpo immortale di Zamasu, Vegeth si è dimostrato più forte e prorompente che mai, mettendosi in vantaggio senza troppe difficoltà e scaraventando delle tecniche devastanti che hanno avuto la facoltà di ferire l’avversario.

Purtroppo la fusione di Goku e Vegeta non è durata a lungo, ma rivedere il personaggio in azione è stato un momento epico che ci ha riportato alla mente la battaglia di Majin Bu. Questo è sicuramente il momento più memorabile di Dragon Ball Super sino ad ora, perchè sappiamo bene che quando Vegeth risorge, non c’è alcun Dio che possa detronizzare la sua forza suprema.

Fonte: cbr.com

Articoli Correlati

One Piece ha ripreso la sua corsa introducendo due nuovi capitoli. La ciurma di Cappello di Paglia si trova ancora su Wano dopo...

02/08/2022 •

20:30

I manga e gli anime col target Shōnen/Shōjo sono infiniti e spesso contengono numerosi personaggi, capaci di variare sia per...

02/08/2022 •

19:00

In occasione dell’arrivo su Prime Video di Paper Girls, la nuova serie originale tratta dall’omonimo graphic novel in...

02/08/2022 •

18:40