Countdown N. 23: 28 luglio 2011

Pubblicato il 28 Luglio 2011 alle 11:05

Ben ritrovati a Countdown! L’edizione di questa settimana è ovviamente ad appannaggio del weekend appena conclusosi a San Diego cioè quello del Comic-Con 2011!

Buona lettura!

VOTO 10:

alla IDW. Perdonatemi ma a mio modestissimo parere la IDW è la vera vincitrice del CCI di quest’anno…basterebbero infatti i tre annunci relativi alle artist’s edition: Spirit con materiale originale di Will Eisner, EC Stories di Waly Wood e soprattutto quella di The Amazing Spider-Man di John Romita per battere la concorrenza a questi tre annunci si sono aggiunti quelli di una nuova serie per The Crow, a cui seguiranno delle ristampe integrali e cronologiche della creatura di James O’Barr, e poi due annunci folli il primo relativo a Popeye che nel 2012 ritornerà sugli scaffali di tutte le fumetterie, anche qui possibili ristampe di materiale d’annata, e il secondo con un cross-over fra Star Trek, di cui la IDW pubblicherà a breve una nuova serie regolare, e la Legione dei Super-Eroi.

E non dimenticate che ad agosto ci sono anche le TMNT che ricominciano da #1 e la nuova serie di 30 Days of Night da questo autunno…

In buona sostanza la IDW si è ricavata un doppia fetta di mercato da un lato con prodotti di lusso per collezionisti, le artist’s edition, dall’altra rastrellando diritti per franchise del cinema e della TV ha saputo costruirsi serie solide e dalle vendite sicure, che la IDW si voglia candidare a terza potenza-editrice spodestando la Image e la già indebolita Dark Horse?

VOTO 9:

alla JLA. Il reboot DC con i nuovi 52 #1 è stato il ritornello del CCI di quest’anno monopolizzando l’attenzione degli addetti ai lavori e non solo…senza riaprire un dibattito che per certi versi risulta sterile e banale è però indubbio che vedendo questa preview non possa non venire l’acquolina in bocca…

VOTO 8:

a Hulk. In pompa magna la Marvel aveva annunciato la chiusura della run di Greg Pak su Hulk, una delle migliori gestioni del personaggio a detta di critica e fans, ebbene la notizia in casa Marvel più ghiotta proveniente dal CCI è quella del rilancio con un nuovo #1 (ma non erano loro che non le facevano queste cose? Polemico mod: OFF) di The Incredible Hulk con Jason Aaron ai testi e soprattutto Marc Silvestri alle matite…bene posso dire, senza nessuna vena ironica, che mi sembrano due scelte azzeccate sia perché Aaron ha dimostrato di essere uno scrittore solido, e la Marvel ha fatto bene a dargli un compito così importante e di prestigio proprio per valorizzarlo, sia perché dopo anni di disegnatori “cartooneschi” il tratto iper-dettagliato di Silvestri può definitivamente traghettare Hulk di nuovo fra i personaggi “adulti” della casa delle idee…

VOTO 7:

a Saga. Un altro degli altri annunci sottovalutati secondo me del CCI di quest’anno è il ritorno di Brian K. Vaughan al fumetto a poco meno di un anno dalla conclusione di Ex-Machina. Saga sarà un drama fantascientifico per adulti e alle matite ci sarà Fiona Staples, l’annuncio è interessante non solo perché Vaughan ha dimostrato nel corso della sua carriera di mantenere un certo livello qualitativo nelle sue serie ma soprattutto perché la serie uscirà per la Image ed è un dato da non sottovalutare visto come DC e Marvel siano imbrigliate nella loro continua lotta a colpi di super-eroi e super-eventi e quindi serie cretor-owned fatichino a trovare spazio anche nelle loro sotto-etichette ecco che quindi le altre case editrici, quelle più piccole, potrebbero beneficiarne guadagnando importanti fette di mercato.

VOTO 6:

a Alphas. Per i serie-tv-ofili l’estate è il periodo peggiore dell’anno con tutte le serie terminate e sostanzialmente nulla da vedere tranne qualche caso sporadico come questo Alphas prodotto dal network SyFy che muove dalle basi di Heroes, cioè un gruppo di persone con abilità speciali, e le fonde con i procedural stile CSI…il mix riesce bene secondo me, ho visto due episodi e l’attenzione è rimasta alta, lasciando anche aperta la possibilità di una trama a largo respiro. Dategli un’occhiata anche perché non è che ci sia niente di meglio da vedere…

VOTO 5:

a Captain America – Super Soldier. Il tie-in videoludico del film è entrato nella mia console sperando di non dover sopportare un nuovo scempio come successo con Thor. Fortunatamente la Sega fa un discreto lavoro sia grafico che a livello di gameplay: ci troviamo di fronte ad un action in terza persona con fasi platform in cui evidenti sono i richiami da un lato a Batman: Arkham Asylum e dall’altro a giochi come Prince of Persia.

Il gioco è incentrato ovviamente molto sull’azione e mi ha colpito la scelta di attenersi molto al film con pochissimi riferimenti fumettistici; come per il videogame di Green Lantern anche qui la durata sembra essere il tallone d’achille, la campagna infatti si aggira intorno alle 4 ore, e per questo i programmatori hanno inserito una serie di oggetti collezionabili, per sbloccare ulteriori contenuti come filmati etc…, che volendo allungheranno la vostra campagna se vorrete esplorare in lungo e in largo le varie locations in cerca di uova di ceramica e galli in oro massiccio (?!?)…

Altro punto di contatto con Green Lantern è la uniformità delle ambientazioni, in pratica Cap dovrà infiltrarsi nella villa del Barone Zemo, e quindi fra cantine, laboratori sotterranei e saloni a metà campagna avrete visto già tutto; mi ha deluso invece la mancanza di boss di fine livello seri, nessuno scontro col Teschio Rosso infatti, che in qualche modo impoveriscono quei livelli dove

Le fasi platform sono minime e l’azione scarseggia ma ci ritroveremo solo ad andare da un punto A ad un punto B.

In definitiva come per Green Lantern un prodotto consigliato agli amanti del personaggio e a chi vuole passare qualche ora a menare mazzate a destra e a manca ma senza troppi fronzoli!

VOTO 4:

come gli annunci animati. Il cinema ha monopolizzando di meno l’attenzione del CCI rispetto agli altri anni, vuoi anche per una mancanza di succose anteprime, e quindi sono stati i panels dei progetti animati a monopolizzare l’attenzione e a rivelare importanti progetti. Sicuramente il più ambizioso è targato DC dopo Batman: Year One e JLA Doom ci sarà l’adattamento in due parti del seminale The Dark Knight Returns lo stesso Bruce Timm ha rassicurato i presenti dicendo che si atterranno fedelmente al materiale di Frank Miller soprattutto dal punto di vista grafico, la Marvel non è stata a guardare con l’annuncio da un lato di Ultimate Spider-Man e soprattutto Hulk & The Agent of Smash, progetto al cui timone c’è Paul Dini, che muoverà dal ricco cast di personaggi che negli ultimi anni è nato e cresciuto sulle pagine delle serie regolari del golia verde ovvero Hulk, She-Hulk, Red Hulk e Skarr (il figlio di Hulk) e tanti altri.

Infine la già annunciata Green Lantern: The Animated Series ha debuttato con questa mini-clip:

VOTO 3:

al primo trailer di The Amazing Spider-Man. Ah no non posso proprio addolcire la pillola qui dopo aver visto questo primo trailer

La sensazione è quella di aver preso i primi due film di Sam Raimi e averli dato una parvenza di atmosfera dark…basterà? E poi Andrew Garfield ha questa da bello, dannato e deficiente…

VOTO 2:

alla Marvel. A parte la bomba-Hulk, la Marvel mi ha sostanzialmente spiazzato per la mancanza di annunci forti cioè relativi a nuovi team creativi etc…è pur vero che fra i nuovi Difensori di Fraction, Avengers Origins, Villains for Hire e Battle-Scars (la bi-settimanale post-Fear Itself) di carne ce n’è tuttavia la strategia Marvel non mi ha convinto soprattutto quando poi rispuntano i nomi di Loeb e Mcguinness per il progetto Cable Reborn…

VOTO 1:

alla DC. A discapito della mole di persone che ha partecipato ai suoi panel e alla mole di disegni, bozzetti ed immagini di vario tipo che nei tre giorni del CCI sono state sciorinate al pubblico, e poi a noi tramite i siti specializzati, ho avuto la netta sensazione che la macchina-DC a livello di marketing non girasse a pieno regime cioè che a parte le immagini, e le parole rassicuranti di ogni panel da parte degli autori si sia fatto davvero poco per invogliare i lettori all’acquisto dei nuovi 52 #1 soprattutto per quei titoli che per forza di cose potremmo definire di seconda fascia.

Inoltre le informazioni trapelate mi sono sembrate contrastanti e hanno gettato più ombre che luci: è un reboot, non è un reboot, questo rimane invariato questo no, i Titani di Wolfmann e Perez sono esistiti, Batman Rip è avvenuto, Cry for Justice no, l’ultimo numero di Flashpoint spiegherà tutto…insomma ad un mese scarso da JLA #1 sarebbe l’ora di fare chiarezza per una semplice logica per cui se si buttano 52 nuovi prodotti sul mercato non ci si può aspettare che 10,15 titoli al massimo tirino tutto il carrozzone soprattutto se sul carrozzone c’è Robin vestito da Falcon…

VOTO 0:

a Rhys Ifans. Eccolo qui il vero vincitore del CCI, Rhys Ifans è l’attore gallese che interpreterà Lizard nel nuovo Spider-movie…vincitore perché non si può non amare una persona che si presenta a sorpresa al panel di presentazione del film ubriaco e subito dopo si fa arrestare per “misdemeanor battery” dopo essersi strusciato addosso ad una addetta alla security…certo se si fosse presentato ubriaco e vestito da Lizard e si fosse strusciato sarebbe entrato davvero nello spirito nerd del CCI.

Articoli Correlati

Nel corso dei mesi abbiamo acclarato che ottobre (o la stagione autunnale animata del 2022 ndr) sarà uno dei mesi più...

27/09/2022 •

16:00

Berserk ha avuto un ritorno incredibile in questo 2022 e insieme al ritorno della serializzazione del manga successivamente alla...

27/09/2022 •

15:30

Onimusha ha segnato innumerevoli generazioni grazie alla saga videoludica targata Capcom, che a inizio 2000 ha scosso interamente...

27/09/2022 •

15:00