10 personaggi di Dragon Ball sottovalutati da tutti

Pubblicato il 23 Febbraio 2016 alle 14:00

In questa classifica troverete i dieci personaggi più sottovalutati e snobbati di Dragon Ball, escluso Dragon Ball GT (ovviamente).

Si tratta di una classifica che tiene conto di diversi fattori che eccedono le semplici statistiche numeriche e i livelli di combattimento dei singoli personaggi in questione.

La trama di Dragon Ball, si sa, assume una forma sempre più ripetitiva con il suo procedere verso le saghe più recenti, ma moltissimi personaggi minori sono comparsi sulla scena e sono stati eclissati troppo presto dall’astro sempre fulgido di Goku e relativi compagni.

Siamo veramente sicuri che certi personaggi non nascondano una forza devastatrice, e per necessità di trama non si siano mai opposti ai Guerrieri Z o li abbiano aiutati a sconfiggere il “cattivo” di turno?

Scoprilo subito continuando a leggere fino alla fine!

10. Zarbon

Zarbon è un personaggio che tutti ricordano ma che nessuno prende davvero sul serio. Ed è un vero peccato, perchè oltre ad essere molto affascinante come uomo (o come alieno, in effetti), è anche stramaledettamente forte.

All’interno del binomio Zarbon-Dodoria non si può certo dire che il ciccione rosatello sia il più intelligente o il più dotato nella lotta tra i due. In più bisogna osservare che solo Zarbon sa compiere una trasformazione completa, e tra tutti i componenti dell’esercito spietatissimo del suo “principale”, all’anagrafe Freezer, solo Zarbon e Freezer sanno trasformare il proprio corpo e incrementare la propria forza.

Dodoria_zarbon_hd_3
Zarbon si circonda di gente poco attraente per risaltare meglio.

I rilevatori di Ki ci confermano, oltretutto, il limite esatto che Zarbon riesce a raggiungere e poi a superare: ventitremila. Non so se qualcuno se lo ricorda, ma grazie a questa incredibile potenza disponibile (almeno in proporzione alla saga di riferimento), Zarbon riesce a mandare Vegeta quasi all’altro mondo.

Quanti sono gli altri “cattivi” comparsi in questo manga ad aver ottenuto un risultato così notevole? Se la sua trasformazione non fosse così lurida e orrenda (come lui stesso ammette, d’altronde), la userebbe più spesso e, probabilmente, Freezer avrebbe vinto contro Goku e conquistato l’universo. Quasi sicuro.

9. Butter

Sempre rimanendo all’interno della saga di Freezer, è giusto ricordare un altro sottoposto di grande spessore . Butter non ha il cuore morbido come ricorda il suo nome, è uno spietato killer che fa coppia con un altra testa calda, e si dice che sia il guerriero più veloce dell’universo.

Il problema di tutti i sottoposti di Freezer, se qualcuno l’ha notato, è rappresentato dai Sayan, e in particolare da un loro talento straordinario: lo zenkai power.

Grazie a questo gioiellino dell’ingegneria genetica, qualunque Sayan dovesse essere picchiato a morte e poi riuscisse a cavarsela, vedrebbe aumentare esponenzialmente il proprio livello di combattimento. Questo è scorretto sotto tutti i punti di vista, oltre a essere immorale.

Akira Toriyama, attraverso questa invenzione, vuole insegnare a tutti i ragazzini brufolosi del mondo che se i bulli ti picchiano abbastanza e ti fregano i soldi della merenda, tu poi esci dall’ospedale più forte di prima e li vai a sconfiggere.

dbz67-03
Butter mentre cerca di eseguire un passaggio filtrante, deridendo gli avversari.

Ma il mondo non va proprio così, cari ragazzi: probabilmente se vieni pestato pesantemente dai bulli del quartiere la prossima volta ci penserai bene prima di presentarti a scuola con la merenda. O a presentarti a scuola e basta.

Butter invece deve fare i conti non con uno, ma ben due Sayan appena usciti freschi freschi da vasche rigenerative miracolose o allenamenti con esseri divini che governano l’universo e insegnano tecniche segrete fortissime. Un calcio sul collo e Butter è finito, ce lo ricordiamo molto bene.

Ma è un peccato, perchè se i Sayan non fossero “programmati” per vincere sempre e comunque, avremmo visto uno scontro davvero epico. Ginew lo intuisce al volo, e utilizza la sua tecnica segreta per rubare il corpo di Goku. Genio.

8. Tenshinhan

Di questo personaggio si parla troppo poco, perchè la maggior parte dei fan di Dragon Ball non sono abbastanza grandi per ricordare la prima serie animata, nè tantomeno il primo arco narrativo della storia a fumetti. Per fortuna c’è questa classifica che può rispolverare i ricordi d’infanzia!

Tenshinhan è il miglior allievo dell’Eremita della Gru, erede dei segreti proibiti di una scuola d’arti marziali antichissima, la scuola della Gru, che tramanda uno stile di lotta in completa opposizione alla scuola della Tartaruga.

Quest’ultima è onorata dal Maestro Muten, di cui parleremo dopo, che all’inizio della storia di Dragon Ball prende due giovani allievi.

Uno si chiama Goku, l’altro Crilin. Quando Goku partecipa al 22° Torneo Tenkaichi ed è già adolescente, incontra il miglior allievo della scuola avversaria, che si chiama Tenshinhan, e lo affronta nello scontro finale per giocarsi il titolo.

Lo scontro è durissimo, secondo solo a quello che si svolgerà l’anno successivo contro Piccolo, e mette in mostra tutte le abilità segrete di Tenshinhan.

Tralasciando il fatto che Tenshinhan è un umano con tre occhi, di cui uno sprovvisto di palpebra, facciamo notare che questo tizio va in giro con una specie di bambolotto con la faccia dipinta da geisha.

Tensihan_nella_prima_serie_di_Dragon_Ball
Tenshinhan esulta quando scopre che il bambino nella culla non ha tre occhi.

Tale bambolotto ha la capacità di levitare, di usare la telecinesi, di sparare l’onda Dodonpa e di farsi saltare in aria da un momento all’altro.

Tenshinhan invece ha “soltanto” la forza di un toro e braccia molto muscolose, conosce tutte le tecniche base della scuola della Gru ed è capace di levitare in aria (tecnica di galleggiamento).

La sua tecnica speciale è il cannone Kikoho, ha imparato a usare la Kamehameha dopo averla vista eseguire una sola volta, apprende quasi subito la Mafuuba, conosce la Tecnica dei quattro corpi e la Tecnica delle quattro braccia. Il che lo rende, nel periodo tra il 22° Torneo Tenkaichi e l’arrivo dei Sayan sulla terra, l’essere umano più forte in assoluto. Non basta?

7. Nappa

Dopo tutte questa parole sui Sayan che hanno un vantaggio considerevole su tutti i loro avversari, parliamo di Nappa visto che è un Sayan. Solo perchè è calvo non bisogna sottovalutare questo individuo, soprattutto perchè si presenta come amico fidato e guardia del corpo del Principe Vegeta.

Se è vero che nella società dei Sayan i bambini vengono selezionati alla nascita in base al loro livello di combattimento iniziale, dobbiamo dedurre che Nappa sia davvero molto forte. Aggiungiamo lo zenkai power, e avremmo il Mastro Lindo più pericoloso dell’universo.

tumblr_nl4xmhbA2Q1u8g9i6o2_1280
Nappa il Sayan si coming to town.

Se fosse riuscito a sopravvivere agli attacchi dei suoi nemici, sarebbe tornato in forze grazie alle attrezzature ospedaliere in dotazione alla sua navicella, e sarebbe diventato molto più forte anche di Goku.

Aggiungiamo che ogni Sayan dispone della trasformazione Oozaru come asso nella manica, e Nappa, come tutti i Sayan addestrati, è in grado di controllare perfettamente la propria trasformazione.

6. Maestro Muten

L’eremita della Tartaruga sembra un vecchietto simpatico e un po’ pervertito, e forse probabilmente lo è. Nonostante questo è uno dei guerrieri più pericolosi in circolazione nel momento in cui ce lo presentano, e ha questa strana abitudine di sembrare scheletrico e innocuo e all’improvviso gonfiarsi di steroidi come John Cena.

Il risultato della metamorfosi è spaventoso, perchè conduce sempre a uno spreco terribile in termini di abbigliamento. Esattamente come Hulk, l’Eremita delle Tartarughe urla come un pazzo e inizia a gonfiarsi. Ma solo dalla cintura in su.

Muten-Rôshi
Sopra la tartaruga il Maestro Muten campa.

Se c’è tra i lettori qualche fan di Hulk che passa il tempo a chiedersi come mai i suoi pantaloni viola non si strappino mai e tutto il resto invece vada sistematicamente in mille brandelli, ecco la risposta: non è abbastanza figo.

Grazie alla trasformazione e il gonfiamento del busto del Mestro Muten, noi continuiamo a rispettarlo e avere grande stima di questo personaggio e della scuola di arti marziali che rappresenta. Quando saremo vecchi, sogneremo di avere lo stesso inquietante talento.

5. Karin

Karin è un gatto. A tutti piacciono i gatti, i social network strabordano di foto, filmini, selfie imbarazzanti e scherzi goliardici ai danni di queste povere creature. Un gatto parlante sulla cima di un obelisco sacro alto più di mille chilometri dovrebbe stupire più di qualche impiegato della NASA.

La sospensione dell’incredulità è un ingrediente base per poter fruire al meglio di Dragon Ball, ma quando Goku incontra Karin per la prima volta scopriamo tutta una serie di altre peculiarità che lo rendono davvero speciale.

Dopo aver superato la tappa al tempio di Karin, Goku riuscirà ad avere udienza nell’ufficio di creature mitiche e divinità universali via via sempre più importanti e potenti.

karin-tower-super-divine-water-dbz
Una cartolina qualunque della regione del Kanto.

Alla fine di questa grande narrazione Goku sarà ben più pericoloso e più potente di uno qualsiasi di queste divinità millenarie, e ciascuno di noi avrà velocemente dimenticato quel gattino bianco tanto tenero e carino.

Nonostante questo dobbiamo ricordarci che Karin è l’unico essere in tutto l’universo a disporre di una piantagione di Fagioli magici che curano tutte le ferite e restituiscono le energie in un battito di ciglia, quindi la sua quinta posizione in questa classifica è irrevocabile.

4. Stregone del Toro

Bastano poche informazioni biografiche per renderci conto che questo personaggi potrebbe essere ben più forte di un Super Sayan di terzo livello:

  1. da giovane è stato allievo del Maestro Muten insieme a Son Gohan (il vecchietto);
  2. è il padre di Chichi, che è la donna che ha sposato Goku, l’essere vivente più potente dell’universo, e che è in grado di rimproverarlo e costringerlo a prendersi la patente di guida categoria B insieme a un nameccano;
  3. è in possesso del ventaglio del clan Uchiha appartenuto a Madara, con il quale può spegnere qualunque incendio
  4. è ricchissimo, e ha mantenuto Chichi e la sua famiglia per tutta la durata della serie (visto che Goku non lavora, e distrugge sempre tutto durante i suoi stupidi combattimenti con quegli altri bifolchi con cui si vede giù al bar).
db31-04
Gli amici dello Stregone del Toro regalano per il compleanno un nuovo elmetto Armani con lenti bifocali autoregolanti.

3. Bibidy

Bibidy è un mago malvagio. Grazie ai suoi poteri è in grado di controllare la volontà e le azioni del prossimo. In più ha dato vita all’uovo (per così dire) di Majin Buu, la creatura più perfida e pericolosa dell’universo (fino alla fine di quella saga, come succede sempre in Dragon Ball).

Suo figlio Babidi non è da meno, e porta avanti il piano malvagio del padre dopo la sua morte.

Essendo l’unica entità capace di tenere sotto controllo la follia rosa di Majin Buu – almeno per un certo tempo -, dobbiamo supporre che Babidi abbiamo dei poteri grandi come (quasi) quelli del padre.

BibidiEndOfEarth
Bibidy prova il suo nuovo mantello Versace davanti a un edificio in fiamme.

Se quest’ultimo fosse stato ancora vivo quando Majin Buu è uscito dall’uovo (mi sembra di scrivere di pokémon…), probabilmente sarebbe riuscito a controllarlo fino alla fine della saga e utilizzarlo come arma per conquistare il mondo/distruggere la terra/diventare il re dell’universo/guardare dentro il cervello di George R. R. Martin per scoprire il finale di Game of Thrones. Peccato, terza posizione.

2. Nail

Secondo posto nella nostra classifica solo per averci provato contro Freezer. Quando tutto sembrava perduto e il pianeta Namecc era dato per spacciato, il prode Nail si è sollevato contro le ingiustizie e di fronte agli invasori ha tenuto alta la testa.

NailRegenerationTechnique
La ginnastica mattutina di Nail.

Dieci punti per il suo braccio spezzato, e altri dieci per aver “quasi” tenuto testa a Freezer NON trasformato.

Non è certo più pericoloso di Piccolo, ma dopo quell’unica scena gloriosa contro il “cattivone” più spietato dell’intera saga la stella di Nail si è velocemente oscurata, finendo per scomparire. Ricordiamoci del suo sacrificio!

1. Marron

Primo posto in assoluto per Marron, la bambina prodigio. Nonostante tutti ce l’aspettassimo con un principio di calvizie molto vistoso, questa piccoletta è nata dall’unione tra l’uomo più forte della terra (attuale) e un ex-cyborg programmato da uno scienziato pazzo per sterminare la razza umana.

18_and_marron08
Marron e la madre scoprono che l’ultimo paio di stivali in saldo se li voleva comprare Videl.

E’ meglio non provare a immaginare che genere di infanzia possa aver vissuto questo esserino tanto tenero e giocoso, ma di sicuro la sua stanzetta non era piena di Barbie e il lettino con le coperte delle Witch era a gravità 100, made in Capsule Corporation.

Da grande la biondina sarà cento volte più pericolosa di Chichi, Videl, Bra e tutte le altre femmine sottoprodotte dal genio contorto e maschilista di Akira Toriyama messe insieme. Poco ma sicuro.

Articoli Correlati

Dragon Ball Evolution è senza ombra di dubbio uno dei live action più commerciali di sempre, specie se consideriamo il periodo...

01/02/2023 •

15:00

One Piece riesce a catturare chiunque quando si tratta della narrazione, ma allo stesso tempo esalta anche con le animazioni...

01/02/2023 •

14:30

Sailor Moon Cosmos è sicuramente uno dei film più attesi dagli appassionati, dato che dona un finale degno alla trasposizione...

01/02/2023 •

14:00