Se con la precedente classifica de “I dieci snack dolci preferiti dai giapponesi” avete avuto modo di deliziarvi gli occhi pregustando anche solo al di là dello schermo le squisitezze, talvolta esagerate, che ci vengono offerte dalla curiosa cucina nipponica, preparatevi a un gran vuoto nello stomaco (e forse anche a qualche conato di vomito) prima di addentrarvi in questa nuova classifica dei 10 snack più bizzarri che possiamo trovare su suolo giapponese.

La lista sarebbe sicuramente infinita. Ve ne proponiamo dieci per stuzzicare la vostra curiosità e, forse, l’appetito dei più coraggiosi.

Iniziamo a svelare la classifica cominciando con una carrellata di bibite, partendo proprio da quella che meno ci si aspetterebbe di trovare in un sondaggio simile.

 

Pepsi

La nostra classifica parte proprio con quella che appare come la più classica delle bibite zuccherate che possiamo trovare distribuita dovunque: alle feste, a scuola, nei ristoranti e nei fast food, alle macchinette in ufficio, o nelle palestre. Scordatevi il classico e ormai superato aroma alla caffeina. I giapponesi sanno andare ben oltre.

La Pepsi è una delle soft drink più anziane e popolari del pianeta. Viene alla luce infatti nel 1898 nel Nord Carolina per mano di Caleb Bradham, un farmacista della città di New Bern, che aveva creato la Pepsi a scopi farmaceutici, distribuendola come bibita per favorire la digestione. Il commercio della Pepsi ha poi trovato suo pieno sviluppo già subito dopo la Prima Guerra Mondiale, e iniziò a essere distribuita in tutto il mondo come semplice bevanda analcolica, e non più come prodotto da farmacia. Non poteva mancare anche il suo inserimento in Giappone.

Gli aromi che vengono aggiunti alla Pepsi sono a dir poco infiniti e, come accade spesso per le promozioni di nuovi gusti, esistono molte edizioni limitate che vengono distribuite in commercio solo durante una determinata stagione, e che quindi restano disponibili solo per un breve periodo di tempo.

3863752398_10d15e64be

Tra i gusti più famosi e che suscita più ribrezzo ai puristi troviamo sicuramente quello della “Pepsi Bianca”, ossia una variante all’aroma di yogurt (anche la Coca Cola era stata “vittima” di questo sapore, ma con essa trovavamo la variante dello yogurt alla fragola che la rendeva di un simpatico colore rosa).

Altri gusti bizzarri sono quello allo zenzero, molto speziato, che tinge d’oro la nera Pepsi; oppure qualcosa di più esotico, come l’aroma di baobab, un grande albero africano; potremmo persino toccare la variante “dessert” assaggiando la Pepsi al Monte Bianco: un dolce che consiste in una pasta di castagne guarnita con glassa di zucchero; restando su suolo giapponese, non poteva mancare l’aroma di azuki: pianta che produce fagiolini rossi molto dolci che farciscono quasi ogni dolce nipponico.

telegram_promo_mangaforever_2

Altri sapori potrebbero anche risultare più accattivanti da testare di persona, come la variante “Blue Hawaii”, una Pepsi molto rinfrescante a base di ananas e limone, oppure quella all’anguria ghiacciata, o ancora, decisamente meno invitante, all’anguria salata.

1728d606-s-600x295

Bibita al pancake

Fuori dal Giappone, questa bibita probabilmente farebbe la sua fortuna solo in Canada, la vera patria dei pancake.

pancake drink

Reperibile non solo al supermercato, ma anche nei distributori automatici che troviamo per strada, la bibita al pancake è proprio quello che dice di essere: un composto a base di latte freddo che sprigiona un aroma che ricorda quello burroso e sciropposo delle frittelle canadesi che di solito vengono consumate calde a colazione.

Se avete il coraggio di gustare quello che è a tutti gli effetti un pancake liquido, avete tempo di provarci solo durante la stagione invernale, non essendo reperibile in estate.

La “Morinaga”, la ditta che si occupa della sua distribuzione, ne offre la disponibilità solamente nel periodo freddo dell’anno, quando la voglia di una bibita che ricorda una colazione calda e sostanziosa si fa più intensa.

93b7ac721733e978ab62547fe737bcf5047de409

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui