Con la nuova edizione, riproposta da Star Comics a febbraio di quest’anno, analizzando il volume pagina per pagina, vediamo i riferimenti più divertenti e interessanti del manga di Hideaki Sorachi.

Gintama è un manga comico che ormai da più di dieci anni settimanalmente viene pubblicato sulle pagine della famosa rivista giapponese Shonen Jump. Il manga, scritto da Hideaki Sorachi, conta almeno in Giappone 59 volumi, e più di 280 episodi, mentre in Italia sono stati mostrati solo 49 (aspettiamo con ansia gli altri) e 19 volumi del manga, editi dalla DeAgostini, che da un po’ di tempo ha abbandonato il progetto e quest’anno la Star Comics ha ripreso la pubblicazione, ripartendo dal primo volume (fino ad ora, sono usciti 5 volumi al prezzo di 4,90€ con sovracopertina ).

Per chi non conoscesse Gintama, quest’opera racconta le vicende di un samurai, Gintoki Sakata, insieme ai suoi due compagni Shinpachi Shimura e Kagura, oltre al cane alieno Sadaharu. Tutti e tre sono dei freelancer che cercano  lavoro come “tuttofare” per pagare l’affitto mensile, cosa che solitamente non accade. Per altre informazioni potete leggere la recensione fatta tempo fa qui.

Essendo un manga comico, nella storia sono presenti tantissimi riferimenti ad altre opere giapponesi, soprattutto altri manga e anime, prevalentemente di Shonen Jump, ma ci sono anche molte eccezioni (come Doraemon, di cui Gintama è pieno di riferimenti), ma anche altro come film, serie TV e molto altro. Non mancano anche vere e proprie parodie di particolari situazioni o di particolari personaggi (che nel primo volume di Gintama non sono presenti, ma nel corso dei vari volumi ne saranno presenti a fiotti, giustamente Sorachi-sensei non poteva essere così spregiudicato).

E ora vediamo i 5 riferimenti più belli e divertenti del primo volume di Gintama:

1.

principe Hata

Questo personaggio comparirà molte volte nel corso dell’opera, ma nel capitolo 2 fa la sua prima comparsa: si tratta del principe Hata, Amanto (alieni del mondo di Gintama), principe del pianeta Reale. Questo personaggio nel corso del manga, andrà alla ricerca degli animali domestici più bizzarri, cercando di ampliare la sua collezione di veri e propri mostri, tanto che dai membri della Yoruzuya verrà chiamato principe Baka (stupido). Ovviamente il personaggio è un chiaro riferimento a Majin Bu di Dragon Ball, di cui Gintoki si farà più volte beffe staccandogli l’antenna sopra la testa, o meglio come lo chiama lui, il suo “punto di fascino”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui