Considerato uno degli autori più importanti in circolazione, Brian Michael Bendis è stato sinonimo di Marvel Comics negli ultimi 15 anni. Le sue storie, riconoscibili a prima vista grazie allo stile incalzante e tarantiniano dei dialoghi,  sono caratterizzate da una profonda introspezione del personaggio. Ripercorriamo insieme la carriera dello sceneggiatore americano con le cinque migliori storie scaturite dalla sua instancabile penna.

Se dovessimo riassumere la carriera di Briand M. Bendis in una sola parola, quella parola sarebbe “prolifica”. Già, perchè lo scrittore di Cleveland, da quando ha iniziato a lavorare nel fumetto mainstream, non solo non si è più fermato, ma ha anche portato avanti quattro o cinque testate mensili contemporaneamente. E’ stato amato, è stato odiato, è stato criticato da alcuni e osannato da altri: eppure, qualunque sia il vostro parere in proposito, alcune delle  opere che ha firmato sono entrate nella storia del medium del fumetto …

 

5 – Ultimate Spider-Man

Capostipite della divisione Ultimate della Marvel, Ultimate Spider-Man fu lanciata negli Stati Uniti nell’ormai lontanissimo 2000, all’alba del nuovo millennio. Da allora, ogni episodio della serie – che è ancora in corso di pubblicazione – è stato scritto da Brian Bendis. Insieme all’amico Mark Bagley (co-creatore della serie e disegnatore) frantumò il record che Stan Lee e Jack Kirby stabilirono su Fantastic Four negli anni ’60, realizzando insieme ben 111 numeri consecutivi di Ultimate Spider-Man prima che Bagley abdicasse, facendosi sostituire dal bravissimo Staurt Immonen.

In un panorama fumettistico nel quale artisti e sceneggiatori si sostituiscono alle testate con la stessa frequenza di un ballerino che cambia partner durante un ballo di gruppo, la costante qualitativa che Bendis è riuscito a dare alla sua serie nel corso degli anni è a dir poco impressionante.

Ultimate_Spider-Man_Vol_1_156_Textless

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui