Guido Crepax non è stato solo un maestro dell’erotismo ma ha realizzato anche intriganti opere di fantascienza! Non perdete Sex Fiction, straordinario volume incentrato sulla splendida Valentina alle prese con extraterrestri, astronauti e robots!

erotica 20 00

Quando si pensa al maestro Guido Crepax viene subito in mente l’amatissima Valentina e in generale la straordinaria galleria di splendidi personaggi femminili da lui creati. Magari si prendono in considerazione le atmosfere surreali e sognanti di tanta parte della sua produzione artistica ma difficilmente si riflette sulla fantascienza. Eppure Crepax era un grande estimatore della science-fiction sia filmica sia letteraria e a volte ha prodotto opere classificabili in questo genere narrativo, anche se in maniera peculiare e personale.

Il ventesimo volume della collana Erotica dal titolo Sex Fiction presenta appunto uno dei suoi lavori fantascientifici, sebbene considerarlo solo come un fumetto sci-fi significherebbe sminuirlo. Il libro si apre con tre episodi che compongono il ciclo delle Fiabe Robotiche e si tratta di uno dei suoi esiti creativi più complessi e poliedrici. Scriverne nell’ambito ristretto di una recensione è difficile poiché ci sono tantissimi riferimenti e la story-line presenta numerosi spunti di riflessione. La vicenda ha come protagonista l’immancabile Valentina e si colloca subito dopo l’allucinante avventura imperniata sui terribili Sotterranei.

La stupenda fotografa non si è ancora ripresa dalla sua traumatica esperienza e il compagno Philip Rembrandt la fa ricoverare in una clinica gestita da uno psichiatra. Dal momento però che si tratta di una storia di Crepax, non abbiamo a che fare con uno psichiatra normale. Del resto, l’autore fa un provocatorio parallelismo tra la psicoanalisi e il nazismo e i rappresentanti dell’ambiente medico agiscono in effetti alla stregua di gerarchi nazisti. Non mancano strane pazienti che insidiano Valentina e una parte preponderante della trama è rappresentata dai suoi sogni.

Ma sono veramente sogni? Nel mondo onirico infatti esistono creature extraterrestri e diversi robot che sembrano avere pessime intenzioni nei confronti non solo di Valentina ma dell’intero genere umano. Sono reali e sfruttano la psiche della ragazza per invadere la nostra dimensione? O sono deliri nati da un’immaginazione sfrenata? La fluttuazione tra realtà e fantasia è affascinante e Crepax si diverte a ricreare la trama di un classico film di fantascienza, L’Invasione degli Ultracorpi, collegandosi allo stesso tempo alle fiabe, in particolare a quella de Il Gatto con Gli Stivali. E non rinuncia ad attaccare la mancanza di scrupoli delle multinazionali, sarcasticamente e metaforicamente rappresentate dai sette nani della favola di Biancaneve.

Il risultato è un meraviglioso mix di suggestioni estetiche e narrative e la sceneggiatura è sperimentale poiché costituita da vicende che si intersecano. Dal punto di vista grafico, inoltre, Crepax è eccezionale e gioca con il lay-out e con i bordi delle vignette: quelle stondate hanno a che fare con il sogno; quelle lineari fanno riferimento alla storia principale; e quelle tratteggiate simboleggiano i ricordi di Valentina. Senza poi considerare che c’è persino un fumetto all’interno dell’opera stessa, dalla valenza metanarrativa. In alcune tavole Crepax usa uno stile naturalistico, in altre quello più lieve e stilizzato che i suoi fan amano; ma si rilevano stilemi liberty, della pop art, persino delle illustrazioni infantili e dei cartoon. Insomma, Sex Fiction è un autentico tour de force visuale.

Il libro si chiude con l’intenso Riflesso, episodio su Valentina che incontra un enigmatico astronauta che forse potrebbe essere una parte della sua personalità (ma è tutto ambiguo e passibile di varie interpretazioni). L’atmosfera richiama i racconti di Ballard e i film di Antonioni con un’attitudine metafisica alla De Chirico di grande effetto. Insomma, questo è senza dubbio uno dei volumi migliori della collana Erotica finora usciti.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui