L’evoluzione di Green Lantern dagli anni ’30 ai 2000!

Ripercorriamo la quasi centenaria storia della DC Comics raccogliendo le migliori storie di alcuni dei suoi personaggi più celebri per decadi partendo così dalla Golden Age (fine anni ’30 fino agli inizi degli anni ’50), la Silver Age (metà anni ’50 fino alla fine degli anni ’60), la Bronze Age (primi anni ’70 fino alla metà degli anni ’80) per finire ai giorni nostri.

Green Lantern è senz’altro il personaggio che ha incarnato la DC Comics degli ultimi 10 anni grazie ad un prepotente revival opera di Geoff Johns attuale Chief Creator Officer della casa editrice.

Golden Age: “Lantern and Dickles Are Invincible”

green-lantern-1940s

Comic Cavalcade #6, di Alfred Bester & Paul Reinman

Come già accaduto per The Flash anche Green Lantern ha avuto una identità diversa nella Golden Age, si tratta infatti di Alan Scott personaggio creato da Martin Nodell e Bill Finger. Anche il Green Lantern originale, come il The Flash originale, godette di una certa popolarità almeno fino alla Seconda Guerra Mondiale.

Peculiarità di Alan Scott è senz’altro la capacità di vivere avventure dai toni più disparati dal fantasy, alla fantascienza fino al crime e allo humor.

Da segnalare: “The Origin of Green Lantern” (All-American Comics #16), “The Sign of the Green Lantern” (All-American Comics #17), “Meet Doiby Dickles” (All-American Comics #27), “Handsome John Riley” (Comic Cavalcade #2), “The Living Graveyard of the Sea” (Green Lantern vol 1 #3), “The Invisible World” (Green Lantern vol 1 #22)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui