One Piece: i capitoli di svolta in attesa del numero 1000

Pubblicato il 6 Dicembre 2020 alle 11:00

Il manga di One Piece si avvicina sempre più al suo millesimo capitolo (ecco quando verrà pubblicato in Giappone), ed è tempo di celebrare questa monumentale occasione tornando a ripercorrere brevemente ogni centesimo capitolo del leggendario manga sui pirati opera del grande Maestro Eiichiro Oda.

Anche se non tutti questi scaglioni di 100 capitoli contengono dei veri e propri colpi di scena speciali, ognuno di essi possiede una parte di ciò che rende grande One Piece, che si tratti della sua costruzione del mondo, delle tematiche come i sogni e l’amicizia o anche solo della straordinaria capacità di Oda di tenere insieme le fila della sua immensa creazione come farebbe Do Flamingo.

Iniziamo dunque ora la nostra breve analisi degli avvenimenti presenti nei capitoli di svolta di One Piece in attesa di poter finalmente leggere il tanto atteso Capitolo 1000!

One Piece Capitolo 100: “La leggenda ha inizio!”05

One Piece

In questa prima “pietra miliare” dal titolo decisamente appropriato, i Pirati di Cappello di Paglia stanno cercando di sfuggire, mentre sono a Rogue Town, sia dai Marines che dai Pirati di Buggy. Questo capitolo presenta due dei momenti più iconici della serie: il primo di questi è l’introduzione del padre di Rufy, Monkey D. Dragon, che viene mostrato per la prima volta proprio all’inizio del capitolo 100. Tuttavia, quella primissima apparizione del Comandante dell’Armata Rivoluzionaria non lasciò il segno nei lettori che, all’epoca, non sapevano chi fosse.

Il secondo momento iconico, nelle ultime pagine del capitolo, è quando i Mugiwara si avvicinano all’ingresso della Grand Line durante la tempesta. Per segnare l’inizio del loro viaggio, Sanji tira fuori un barile e i cinque membri fondatori dei Pirati di Capello di Paglia rivendicano a voce alta i propri sogni alzando un piede sul barile: Luffy vuole diventare il Re dei Pirati, Zoro vuole essere il più grande spadaccino del mondo, Sanji sogna di trovare l’All Blue, Nami vuole disegnare una mappa di tutto il mondo e Usopp desidera diventare un coraggioso guerriero del mare.

Capitolo 200: “Acqua Luffy”

Avvicinandosi al culmine dell’arco narrativo di Alabasta, Vivi e i Mugiwara stanno cercando di trovare la bomba che Crocodile ha nascosto da qualche parte nella capitale, il tutto mentre Luffy sta avendo la sua rivincita contro gli Shichibukai (o, se preferite Flotta dei Sette).

Col senno di poi, il modo in cui Miss All Sunday (Nico Robin) reagisce con curioso divertimento alla determinazione di Luffy di sconfiggere Sir Crocodile potrebbe essere un presagio diretto della sua entrata nella ciurma dei Capello di Paglia. Il suo sorriso e le sue risate mentre Luffy ingoia tutta quell’acqua rappresenta il momento in cui il suo volto ha espresso la gioia più grande fino a quel punto della narrarzione.

Inoltre, questo capitolo contiene alcune delle coreografie di combattimento più belle di Oda. C’è una tale gioia nel vedere gli arti di Luffy allungarsi sulle pagine! Anche il modo in cui Oda si affronta le battute finali di questo capitolo è molto gratificante: Luffy non sembra essere colpito da Crocodile, ma sull’ultima pagina, mentre Crocodile è inzuppato d’acqua, Luffy scatena un Gomu Gomu no Bazooka sul possessore del Suna Suna no Mi. Il corpo di Crocodile è contorto e il suo cappotto è deformato dall’impatto devastante del colpo ricevuto, il che enfatizzare molto l’effetto dell’attacco di Luffy.

Capitolo 300: “Sinfonia”

Nell’epilogo della lotta di Luffy contro Ener, aleggia nell’aria l’incertezza su quello che ora diventerà il rapporto tra gli Skypiani e lo Shandia. Mentre Wyper si sveglia, insiste con il capo dello Shandian sul fatto che devono sorvegliare la Campana d’Oro. Il capo parla di come in passato i loro antenati guerrieri avessero le loro ragioni per combattere, per reclamare la loro casa, ma ora non c’è nessuno più che desideri continuare questa guerra.

Il capo rivela così a Wyper gli Shandian e gli Skypiani insieme, mentre festeggiano la loro nuova pace con celebrazioni davanti a un falò mentre ballano tutti insieme illuminati nella notte dalla luce del fuoco. Questa è certamente una delle migliori scene conclusive di una rco narrativo che restano più impresse nele emnti dei fan dell’opera di Eiichiro Oda.

Capitolo 400: “La chiave della libertà”

Con i Pirati di Cappello di Paglia determinati a salvare la loro “nakama” (“compagna”) Nico Robin dallo spietato CP9, l’equipaggio sale nuovamente sul Puffing Tom per attraversare la Torre della Giustizia, il quartier generale del Cypher Pol: la famigerata Enies Lobby.

Questo capitolo rappresenta la determinazione inflessibile dei Mugiwara quando si tratta di salvare uno di loro. Durante gli archi di Water 7 e di Enies Lobby, a questi ragazzi viene detto costantemente che tutto ciò che fanno è inutile, dal tentativo di attraversare il mare durante l’Acqua Laguna al combattere gli agenti del Cipher Pol del Governo Mondiale per salvare una compagna dall’affrontare i cancelli della giustizia. Niente di tutto questo è mai stato fatto prima, ma nonostante ciò Luffy e il suo equipaggio hanno fatto tutto questo perché Robin è loro amica e non possono immaginare di continuare il loro viaggio senza di lei al loro fianco.

Capitolo 500: “Le braci ardenti della storia”

Parte di ciò che rende l’arco di Saobody così memorabile è che l’isola stessa è deliziosamente affascinante e invitante, ma l’arco narrativo in esame tratta anche argomenti molto pesanti come divisioni di classe, discriminazione e traffico di esseri viventi. I Cappello di Paglia si stanno arrampicando su Saobody, alla ricerca della loro nuova amica sirena Camie, che sembra essere stata rapita.

Molti ricordano questo capitolo perché viene presentato il personaggio di Silvers Rayleigh, ma c’è qualcosa in questo capitolo che potrebbe essere perfino più importante: il pregiudizio radicato che gli uomini-pesce e le sirene hanno affrontato per secoli. Questo è un aspetto di One Piece a cui si è accennato in precedenza, ma solo ora viene finalmente affrontato in tutta la sua drammaticità.

Fino a 200 anni prima, gli uomini-pesce non avevano diritti pari a quelli degli esseri umani, poiché erano classificati come “pesci”. Sebbene sulla carta ora siano cittadini uguali agli altri, la verità è che non è mai stato così: gli uomini-pesce e le sirene vengono ancora acquistati e venduti come schiavi a Sabaody dai nobili mondiali e dai membri delle élite governative, e a Sabaody in particolare gli abitanti nutrono ancora un vile disgusto per la gente dell’Isola degli uomini-pesce.

Capitolo 600: “L’isola del nuovo inizio”

Dopo un lungo e faticoso addestramento della durata di ben due anni, Luffy e i suoi compagni sono finalmente tornati all’Arcipelago Sabaody per riunirsi dopo così tanto tempo trascorso separati.

Prima del salto temporale, Luffy era andato su tutte le furie, invadendo tutte e tre le isole governative (nell’ordine, Enies Lobby, Impel Down e Marineford). La taglia sulla testa di Monkey D. Luffy continua così ad aumentare vertiginosamente, e il fatto che nessuno abbia più visto lui e i membri della sua ciurma per due anni ha dato ad alcuni truffatori lo spunto per fingersi membri dei Mugiwara e perfino Luffy in persona, con lo scopo di estorcere denaro ai poveri malcapitati.

Capitolo 700: “Il suo gioco”

Una delle tantissime cose che One Piece fa bene è prendersi tutto il tempo necessario per mostrare le molte e diversificate reazioni che le diverse persone hanno di fronte ai grandi cambiamenti. Dopo che i Mugiwara e Trafalgar Law hanno catturato con successo Cesear Clown, hanno mandato un messaggio a Doflamingo, dandogli un ultimatum: se non si dimetterà dalla sua posizione di Shichibukai, Cesear Clown morirà. Ora, la voce di questo ricatto arriva e si diffonde in tutto il mondo, grazie alla capillare distribuzione dei quotidiani.

Un altro aspetto importante di questo capitolo è la possibilità di vedere i Cappello di Paglia nel loro ambiente naturale. Riuscire a vedere il nostro equipaggio preferito essere se stesso sul ponte della Sunny non accade più così spesso, ma è importante godersi anche questi momenti di inattività in cui i ragazzi non combattono contro un altro grande pirata o non sono intenti a salvare un’altra isola da un sovrano tirannico.

Vedere poi un uomo serio come Trafalgar Law che reagisce a quanto sono calmi nell’affrontare uno Shibukai come Doflamingo è in sé una grande e divertente trovata comica. La natura rilassata ma eccitata di Luffy mentre si dirigono su Dressrosa, seguito dall’equipaggio che fa colazione, è un momento calmo e divertente tra due archi narrativi davvero titanici.

Capitolo 800: “Scambiare le tazze di sake”

Nella cultura giapponese, lo scambio di tazze di sake è un modo per fare una promessa o impegnarsi per un’occasione speciale. Questo è esattamente ciò che accade durante questo capitolo. Ora che si è concluso il grande arco narrativo di Dressrosa, le migliaia di alleati che Luffy ha accumulato lì, inclusi i loro sette comandanti, giurano fedeltà a Luffy come loro nuovo capitano. Come ci si aspetterebbe, l’uomo di gomma rifiuta categoricamente questo ruolo offertogli di Barto e dagli altri sei capitani. Per Luffy, diventare il Re dei Pirati non significa conquistare il mondo, e nemmeno mettere le mani sul One Piece. Lui è interessato a diventare il Re dei Pirati perché un titolo del genere è la definizione più vera di una persona con “la massima libertà”.

Piuttosto, Cappello di Paglia prefrisce considerare la proposta di Barto più come un’alleanza. Se qualcuno dei suoi nuovi alleati si dovesse trovare nei guai, Luffy e il suo equipaggio correranno in loro aiuto e viceversa. Ora che il patto è stato stabilito, i sette capitani brindano tutti con le loro tazze di sakè in nome di Monkey D. Luffy. Questo momento cattura uno dei migliori tratti del nostro Mugiwara: la sua capacità di farsi alleati indipendentemente dal luogo o dalle circostanze.

Capitolo 900: “Musical dalla brutta fine”

I Pirati di Cappello di Paglia stanno cercando di sfuggire da Whole Cake Island dopo aver salvato Sanji. Devono eludere i tanti figli di Big Mom che li stanno inseguendo, incluso il possessore del Frutto del Diavolo Netsu Nestu no Mi, Oven. Tutto questo accade mentre Big Mom si gode la deliziosa torta nuziale fatta da Sanji. Ne è così beatamente innamorata che inizia perfino a cantare!

In un certo senso, questo capitolo rappresenta la dualità dell’arco di Whole Cake Island: sembra uscita da una fiaba, con oggetti inanimati parlanti, edifici fatti di dolciumi e bizzarri abitanti come tritoni, visoni e nani, un posto in cui tutte le etnie convivono in pace. C’è però un’oscurità morbosa alla base di Whole Cake Island: i suoi cittadini devono offrire un mese della loro vita due volte l’anno a Big Mom, che se ne appropria grazie ai poteri del Soru Soru no Mi e li infonde in oggetti inanimati, alberi e pianti, che così si animano. I boschi seducenti sembrano pittoreschi e amichevoli, ma nascondono i resti delle anime delle persone. Questa atmosfera da favola dei Grimm è parte di ciò che rende l’arco di Whole Cake Island così affascinante.

Ci sono così tanti momenti iconici diversi in tutto One Piece che se chiedessi a due fan della serie il loro preferito, è improbabile che diano la stessa risposta. Per anni, Oda ha detto che One Piece sarebbe durato solo pochi anni prima che si concludesse la storia che ha da raccontare, ma con il capitolo 1000 così vicino e l’evento monumentale del combattimento fra Luffy e Kaido, quell’affermazione non è mai sembrata più reale.

Vi ricordo che da qualche tempo a questa parte tutti gli episodi della serie di animazione completa di One Piece è disponibile per la visione GRATUITA su Crunchyroll anche qui da noi in Italia, e potrete godervi ogni singolo episodio senza avere nemmeno la necessità di iscrivervi al celebre servizio di streaming.

Tuttavia, è comunque necessaria una precisazione: per quanto riguarda le ultime due puntate di One Piece trasmesse ogni domenica in simulcast con il Giappone, queste saranno sempre disponibili per la visione su Crunchyroll unicamente se si dispone di un abbonamento al servizio.

E voi cosa vi aspettate di vedere nel capitolo 100 di One Piece? fatecelo sapere nei commenti!

Acquistate La nascita dei Pirati di Picche – One Piece Novel. Ace: 1 QUI!

Articoli Correlati

Tomb Raider godrà di una serie animata prodotta da Netflix e ora abbiamo il nome dell’attrice che interpreterà la...

13/09/2021 •

16:53

Ken il Guerriero diventerà uno spettacolo teatrale, come abbiamo avuto modo di riportarvi nei mesi scorsi. L’account...

13/09/2021 •

16:07

Come sappiamo il Marvel Cinematic Universe nei prossimi anni è destinato ad espandersi ancora di più, anche sul piccolo...

13/09/2021 •

15:52