X-Files: 10 cose che non sapete sui protagonisti

Pubblicato il 6 Luglio 2020 alle 15:00

X-Files è una serie televisiva creata da Chris Carter nel 1993; dopo una pausa iniziata nel 2002, la decima e la undicesima stagione sono state trasmesse per la prima volta negli Stati Uniti e nel resto del mondo rispettivamente nel 2016 e nel 2018 (qui potete trovare la mia recensione del primo episodio della stagione conclusiva di questa serie cult, ma su MangaForever sono presenti anche le recensioni di tutti gli altri episodi).

Come molti di voi certamente sapranno di già, le prime 10 stagioni di X-Files saranno disponibili all’interno del catalogo di Amazon Prime Video per tutti i clienti del servizio di streaming online incluso all’interno dell’abbonamento Amazon Prime. Se cercate ulteriori informazioni a riguardo, potete consultare questo nostro articolo dedicato a tutte le novità che verranno aggiunte durante il corso di questo mese al suddetto catalogo.

Mulder e Scully di X-Files sono personaggi iconici e complessi, con molta più profondità di quanto possa sembrare a uno sguardo superficiale.

È difficile per coloro che stanno crescendo oggi con il boom delle serie televisive di fantascienza apprezzare quanto X-Files sia stato fondamentale per il genere e incredibilmente popolare. Lo show basato principalmente su due di agenti dell’FBI alle prese con indagini che riguardano eventi paranormali era la controparte matura e grintosa del colosso delle serie TV di fantascienza per antonomasia, ovvero Star Trek.

X-Files ha costruito la sua reputazione basata sul mistero divulgando raramente più informazioni di quanto strettamente necessario, anche sui suoi personaggi principali.

Ecco quindi 10 curiosità di cui magari non siete a conoscenza che potete finalmente scoprire sui personaggi principali di X-Files, per prepararvi al meglio a un rewatch d’obbligo della storia serie cult così emblematica in special modo dei gloriosi anni ’90.

FOX MULDER HA UNA RAGIONE PERSONALE PER INDAGARE SUI FENOMENI PARANORMALI

Dal primissimo episodio di X-Files, Mulder, interpretato da David Duchovny, è stato l’epitome del detective instancabile. Esaminare gli indizi più piccoli e all’apparenza trascurabili, fare tonnellate di ricerche e tuffarsi a capofitto nei pericoli più disparati: L’Agente Speciale dell’FBI Fox Mulder è disposto a fare tutto questo e molto altro, pur di risolvere un caso.

Per quanto questo tipo di dedizione al proprio lavoro sia senza ombra di dubbio decisamente impressionante, la ragione che spinge Mulder a lavorare così duramente nel campo delle indagini sul paranormale non è del tutto professionale…

La sorella di Mulder è stata rapita da bambina da entità misteriose che il detective sospetta fortemente abbiano origini paranormali o extraterrestri: tutta la vita adulta di Mulder, fino alla scelta della sua professione, è sempre stata completamente votata alla scoperta della verità sulla scomparsa di sua sorella e ala ricerca spasmodica e disperata di riuscire, un giorno, a poterla finalmente riabbracciare.

DANA SCULLY HA AVUTO UNA CRISI DI FEDE

All’inizio della serie Dana Scully, interpretata da Gillian Anderson, si identificava come cattolica non praticante: dunque, potremmo anche dire che, in buona sostanza, fosse atea. Questa tuttavia non è stata una sorpresa, poiché ha dimostrato di essere una persona naturalmente logica e razionale nel suo approccio al mondo e ai tantissimi casi affrontati insieme al suo collega Fox Mulder.

Tuttavia, durante tutto il corso della serie Scully ha visto molte cose che non potevano essere spiegate dalla sola scienza.

A causa del suo rinnovato rispetto per tutto ciò che vi è di sconosciuto e inspiegabile nella vita, possiamo vedere spesso l’Agente Speciale Scully negli episodi successivi divenire una persona sempre più legata alla religione al suo aspetto spirituale, frequentando la chiesa più regolarmente e trovando forza nella preghiera.

FOX MULDER HA PAURA DI DORMIRE

Uno dei modi in cui X-Files ha mostrato che Mulder era un personaggio profondamente turbato è stato chiarire che dorme molto raramente. Nella maggior parte delle scene che coinvolgono la camera da letto di notte, Mulder può essere visto mentre è ancora intento a lavorare su un caso o a ricercare un nuova pista per una indagine sul paranormale.

Le poche volte in cui Mulder viene effettivamente mostrato mentre dorme, l’investigatore è spesso alle prese con un incubo. Viene suggerito più volte durante la serie che, a differenza di quanto avviene alle persone comuni, il sonno non è un momento di riposo e relax per la sua anima e la sua mente turbate.

DANA SCULLY HA DEI PROBLEMI CON SUO PADRE

La storia personale di Dana Scully ci fa capire senza ombra di dubbio che nutre una certa forma di attrazione nei confronti degli uomini che non le fanno bene. Questo tipo di atteggiamento può essere in gran parte attribuito alla sua relazione travagliata con suo padre: l’uomo era un capitano della marina che non aveva un rapporto molto soddisfacente con sua figlia, anche se lei lo adorava e cercava sempre la sua approvazione.

Una volta divenuta una donna adulta, Scully giunge infine ad ammettere di essere attratta da uomini autoritari perché una parte di lei sta cercando di trovare suo padre in questa tipologia di uomini, e in loro riesce in qualche modo trova l’approvazione paterna che ha sempre desiderato.

FOX MULDER HA VISTO LO STESSO FILM PER 42 VOLTE

Data la passione di Mulder per il paranormale e gli extraterresti, non dovrebbe stupire di certo il fatto che sia anche un grande appassionato di film di fantascienza.

Mulder ha visto il film Plan 9 From Outer Space non una volta, non due volte, ma ben quarantadue volte. Si tratta di un vecchio film datato 1959 che vede fra i suoi protagonisti il Conte Dracula in persona, l’indimenticabile Bela Lugosi.

Plan 9 from Outer Space venne diretto da Edward D. Wood Jr., meglio conosciuto semplicemente come Ed Wood; se vi sembra di averlo già sentito nominare, probabilmente lo avete visto interpretato da Johnny Deep nella pellicola diretta da Tim Burton del 1994 Ed Wood, oppure siete semplicemente degli appassionati di cinema. In ogni caso, Ed Wood è considerato da moltissimi critici come il regista peggiore di tutti i tempi.

Alla luce di tutto questo, sembrerebbe strano che Mulder ami così tanto questo film, per cui, prima che iniziate a pensare che gli possa piacere davvero, è opportuno spiegare e sottolineare che la ragione per cui Mulder continua a guardare Plan 9 from Outer Space è il fatto che questa attività è per lui l’opposto di qualcosa di piacevole. Ma allora perché lo fa? È presto detto.

Secondo Mulder, il film è così brutto che costringersi a guardarlo intorpidisce il normale funzionamento del suo cervello e consente alla sua intuizione di farsi strada, permettendogli di risolvere problemi e casi anche molto complessi.

DANA SCULLY POTREBBE ESSERE IMMORTALE

Scully e Mulder sono due persone del tutto normali che però sono costantemente coinvolte in circostanze straordinarie. Tuttavia, l’ordinarietà di Scully è stata messa in discussione da diversi suggerimenti e battute durante l’intero corso della serie, indicando il fatto che potrebbe essere immortale.

La questione si presenta per la prima volta nella terza stagione, quando un sensitivo afferma che Scully non morirà mai. Inoltre, una volta incontrò anche un vero essere umano immortale, e in quella occasione fu suggerito che avrebbe potuto sostituirlo alla fine dell’episodio come nuovo essere immortale.

Lo showrunner e creatore di X-Files Chris Carter una volta aveva anche lasciato intendere che nei riferimenti al fato che Scully sia in effetti immortale c’era qualcosa di più delle semplici battute…

FOX MULDER HA UNA NUTRITA COLEZIONE DI FILM PORNO

X-Files è stato elogiato per aver abbattuto molti tabù dei tempi, come ad esempio il fatto che Dana Scully sia molto più di un semplice piacere per gli occhi, mentre per quanto riguarda Fox Mulder c’è da dire che l’Agente Speciale dell’FBI ha mostrato spesso il suo lato vulnerabile, e abbiamo anche potuto vederlo piangere.

Un altro modo divertente in cui la serie ha infranto i tabù è stato riferendosi sovente alla vasta collezione di film porno di Mulder.

Lo stesso Mulder non è mai stato imbarazzato dalla sua collezione e ha visto i film semplicemente come un modo per soddisfare un bisogno umano fondamentale nella sua vita altrimenti abbastanza solitaria. Mulder e la sua passione per i film porno sono diventati una sorta di gag su cui scherzare spesso nella serie.

L’AGENTE DOGGETT HA AVUTO UN MATRIMONIO DIFFICILE

John Doggett ha avuto il compito ingrato di sostituire il personaggio preferito dai fan, Fox Mulder, dopo che David Duchovny ha abbandonato X-Files. Per fortuna, però, il personaggio di Robert Patrick aveva una sua personalità abbastanza forte e distintiva da allontanarsi dall’ombra di Mulder e ritagliarsi un posto nella serie e anche nel cuore dei suoi fan.

L’Agente Doggett è un uomo molto diverso da Mulder, e a differenza sua Doggett ha avuto una vita familiare, sebbene questa non sia stata felice. Doggett fu sposato e da quel matrimonio nacque un figlio, il quale però, purtroppo, venne assassinato. A causa di questo tragico evento lui e sua moglie si allontanarono sempre più, fino a a giungere al punto di rottura definitivo, la separazione, sebbene abbiano sempre cercato di rimanere in buoni rapporti.

I VILLAIN PRINCIPALI NON SONO COMPLETAMENTE CATTIVI

Gli antagonisti principali della serie sono un gruppo di potenti individui conosciuti collettivamente con diversi nomi: il Consorzio, il Sindacato, gli Anziani o il Gruppo. Queste sono le persone che sono consapevoli delle incursioni aliene sulla Terra e le quali stanno lavorando attivamente per mantenere le persone comuni all’oscuro di questo fatto.

Mentre alcuni membri del gruppo approvano le intenzioni di una specie aliena che desidera prendere il controllo della Terra e stanno cercando di accelerare il processo, altri membri stanno effettivamente lavorando per impedire l’invasione aliena finché l’umanità non si sarà sviluppata abbastanza per poter combattere efficacemente contro di loro.

L’UOMO CHE FUMA ERA SOLO UNA AGGIUNTA EXTRA

La serie nel suo complesso ha un cattivo principale, ovvero colui che conosciamo tutti semplicemente come “l’uomo che fuma” e che vediamo sullo sfondo in uno dei primi episodi della serie. Inizialmente, il personaggio non doveva essere altro che un extra in quella scena, ma i fan sono rimasti talmente stupiti da questa figura così sinistra che inventarono ogni sorta di teoria sulla sua importanza nello spettacolo.

In risposta a ciò, i creatori di X-Files hanno ampliato il ruolo del personaggio dell’uomo che fuma e lo hanno reso una figura molto più importante nell’economia generale dell’intera serie, rendendolo essenzialmente un uomo molto importante per il Sindacato, nonché colui che è incaricato di eseguire i loro ordini.

Acquistate la Stagione 11 completa di X-Files, non inclusa in Amazon Prime Video, QUI

Articoli Correlati

Quali sono i 10 manga che si sono ispirati fortemente a Dragon Ball? Questa è spesso una domanda che in molti si chiedono visto...

30/07/2022 •

16:00

One Piece è tra i manga più venduti e di successo del mondo ma insieme a questo manga va menzionato il celebre Dragon Ball di...

30/07/2022 •

13:00

One Piece ha iniziato finalmente la parte finale del manga, rivelando tra le tante cose il destino del personaggio di Sabo...

30/07/2022 •

10:00