In un lontano futuro, Kay, prima sorella del Tempio delle Telepati, si trova ad affrontare insieme a una squadra di potentissime guerriere dotate di poteri mentali dei terrificanti nemici: i Senza Mente!

Durante un terribile combattimento contro i Senza Mente, per tentare di salvare la sua giovane compagna Clea, Kay ha esposto se stessa all’entità chiamata Buio. Attingendo ai propri ricordi, la telepate cerca di “risalire” verso la realtà. Nel suo inconscio, viene a rievocare una vacanza con la madre adottiva, che lentamente si trasforma prima in un’avventura, poi in un incubo, il che la porta a rivivere un’altra terribile guerra… la Guerra dei Mondi!

Torna dunque Kay in un nuovo volume, ma, come vi avevamo avvertiti già con la recensione del primo (che potete leggere QUI), si tratta in realtà di una riproposta – in una nuova edizione – di una saga dell’universo di Nathan Never creata nel 2014 da Antonio Serra in collaborazione con Alessandro Russo, Stefano Piani e con i disegnatori Stefano Martino e Anna Lazzarini.

In generale purtroppo non si può dunque non ripetere come la proposizione di un tale fumetto come manga non abbia a dire la verità molto senso: il tratto ha poco del disegno manga che siamo abituati a vedere in edicola o in fumetteria, essendo molto più vicino al fumetto italiano, o, se proprio si vuole trovare una esperienza simile in campo estero, a quello (contaminato) della scuola franco-belga.

Inoltre, ancora più che nel primo volume è un fumetto Bonelli sia per la costruzione delle tavole che per lo stile di narrazione.

Venendo alla storia, si può dire che abbiamo una prima conclusione della trama, anche se in realtà il finale sembra presagire il ritorno di un nemico ancora più implacabile e scaltro. In questo volume Kay è assolutamente al centro dell’attenzione ed infatti gli altri personaggi hanno un rilievo minimale sia ai fini della trama che ai fini del loro approfondimento, che in effetti ce li raffigura senza alcuno spessore degno di nota.

Se nel primo volume Clea, l’amica e la discepola di Kay, sembrava poter dire la sua nella storia, qui purtroppo resta ai margini per quasi tutta la trama, togliendoci anche l’ultima speranza di vedere un altro personaggio oltre a Kay.

Anche qui gli autori giocano tra la contemporaneità e il passato della protagonista, ed anche in questo secondo numero la parte nel passato si dimostra più interessante di quella nel futuro, con una avventura che ci mostra ancora una volta una parte dell’adolescenza di Kay, qui appunto ancora molto giovane, ma alle prese con una impresa che la porterà a dover salvare anche sua madre.

Inoltre in questo volume farà finalmente la sua apparizione, più o meno, Nathan Never.

Insomma anche in questa occasione l’unica vera caratteristica che rende un “manga” il volume dovrebbe essere la copertina, anche questa firmata da Massimo Dall’Oglio, che rimanda ad una tradizione anime anni Novanta di tipo fantasy. Forse però un po’ poco per considerare questa riproposta un degno successore dell’Attica di Giacomo Kelson Bevilacqua.

Se volete dare un’occasione al volume, acquistate Kay – La Guerra del Buio N° 2 – Sergio Bonelli Editore

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST