I 10 anime migliori degli anni ’60

0

Se state leggendo questo articolo, probabilmente, per non dire “certamente”, siete appassionati come me di anime. La storia dell’animazione giapponese è davvero lunga e affonda le sue radici molto indietro nel tempo, più di preciso negli anni ’60 del 1900.

In questo decennio hanno infatti preso vita i primissimi anime, le opere, cioè, che hanno reso alcune loro caratteristiche precipue dei veri e propri topoi, canoni che sono stati ripresi in seguito da opere successive.

A questo punto, potreste anche pensare che ciò di cui sto per parlarvi è qualcosa che potrebbe esservi completamente sconosciuto, ma sono certa che non sarà affatto così: molte di queste opere sono infatti celeberrime e molto ben conosciute anche da un pubblico più giovane e meno “esperto”.

ATTENZIONE, QUELLA CHE SEGUE NON È IN ALCUN MODO UNA CLASSIFICA! Questo significa che le opere di cui sto per parlarvi non seguono alcun tipo di ordine preciso poiché classificarli risulterebbe una impresa davvero titanica, anche per via del numero decisamente elevato di anime davvero significativi per il decennio preso in esame, motivo per il quale inevitabilmente alcuni di essi resteranno fuori da questa disanima che ne raggruppa insieme “solo” 10.

Inoltre, il fatto che non stia scrivendo una classifica è un modo per lasciare a voi lettori la piena e totale libertà di scegliere quali fra questi vi attirano e vi incuriosiscono di più.

Inoltre, gli scopi di questo articolo sono altri: condividere questa passione con chi già conosce le opere menzionate al suo interno e incuriosire coloro che invece non vi si sono ancora approcciati al punto di voler cercare di conoscere un po’ più da vicino alcune delle opere di animazione giapponese più importanti degli anni ’60.

Inoltre, non sono inclusi in questo elenco anime iniziati negli anni ’60 e conclusisi in anni successivi, per cui troverete unicamente opere di animazione la cui prima messa in onda in Giappone è iniziata e si è conclusa nell’arco di tempo compreso fra il 1960 e il 1969 con una sola, unica eccezione.

Chiariti questi punti, andiamo quindi a scoprire insieme 10 degli anime più significativi, influenti e affascinanti degli anni ’70 in questo articolo speciale di approfondimento!

telegram_promo_mangaforever_3

Astroboy non solo non poteva mancare, ma non poteva che essere il primo anime analizzato in questo articolo, principalmente per due ragioni: il creatore del manga originale omonimo da cui è stato tratto è Sua Maestà Osamu Tezuka, conosciuto anche come “padre dei manga” e “Dio dei manga”: audace, rivoluzionario, poliedrico come pochissimi altri autori nel suo campo, Tezuka ha firmato alcune delle opere più conosciute di questo particolare medium, e non è certo un caso che in questo stesso speciale ne troverete menzionata ben più di una. Questo per quanto riguarda il manga.

telegram_promo_mangaforever_2

L’altra ragione per cui ho deciso di parlarvene all’inizio del mio articolo è il fatto che anche l’anime detiene una sorta di primato, poiché viene considerato come il primissimo anime della storia, poiché ha contribuito enormemente a codificarne quelli che oggi sono dei veri e propri canoni dell’animazione giapponese.

Da questo manga sono state tratte 3 differenti serie di animazione, rispettivamente la prima, in bianco e nero, nel 1963, seguita da altre nel 1980 e infine nel 2003, ma esistono anche lungometraggi, cortometraggi, videogiochi e perfino una serie in live action datata 1959 basati su Astroboy.

Il protagonista di questa storia fantascientifica è un robot dalle fattezze umane in grado di provare sentimenti e dotato di tutta una serie di poteri legati proprio alla sua natura di essere artificiale e che sfrutta per combattere il crimine.

Astroboy è un manga antesignano del sottogenere della fantascienza che vede come protagonista principale il contrasto fra gli esseri umani e le creature sintetiche da essi creati che possiedono fin da principio o sviluppano in seguito la capacità di provare sentimenti.

SCHEDA RIASSUNTIVA

  • Titolo originale: Giapponese: 鉄腕アトム; Romaji: Tetsuwan Atomu; Traduzione: “Atom dal Braccio di Ferro
  • Autore manga: Osamu Tezuka
  • Genere: shōnen, mecha, avventura, azione, fantascienza, commedia
  • Prima edizione manga: aprile 1952 – marzo 1968
  • Editore: Kobunsha (sussidiaria di Kōdansha)
  • Rivista: Shōnen
  • Prima trasmissione anime in Giappone: 1 gennaio 1963 – 31 dicembre 1966
  • Studio di animazione: Mushi Productions
  • Numero episodi: 193

Acquistate Astroboy in edizione completa e deluxe cliccando QUI

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui