Fra pochissimi giorni, e più di preciso a partire dal prossimo 24 ottobre, gli appassionati di One Piece potranno godersi al cinema Stampede, il nuovissimo film di animazione distribuito qui da noi in Italia da Anime Factory. In One Piece: STAMPEDE – Il Film verrà mostrata una caccia al tesoro, la quale vedrà come protagonisti moltissimi pirati, fra cui proprio la ciurma dei Cappello di Paglia, ma uno dei dettagli più intriganti della trama di questo film è il fatto che il tesoro in questione sia appartenuto nientemeno che a Gol D. Roger, il Re dei Pirati in persona!

Naturalmente, non si tratterà del suo famigerato One Piece, ma questa è una ottima occasione per fare il punto proprio su questo misteriosissimo tesoro e sulla sua altrettanto misteriosa locazione, verosimilmente l’isola di Raftel: in questo articolo, ho messo insieme le poche informazioni che abbiamo sul One Piece e su Raftel. Buona lettura, pirati!

2ONE PIECE

telegram_promo_mangaforever_3

Il One Piece è il leggendario tesoro che si dice abbia un valore inimmaginabile. Poiché nessuno ha idea di cosa si tratti, non esistono immagini che lo raffigurino.

Si dice che sia stato nascosto da qualche parte nel profondo della Grand Line, presumibilmente sull’ultima isola, Raftel, dal defunto Re dei Pirati Gol D. Roger. Come tutti ricorderete, prima che Roger fosse giustiziato annunciò al mondo intero, mentre era sul patibolo, che questo grande tesoro poteva essere reclamato da chiunque fosse stato in grado di raggiungerlo, dando così inizio alla Grande Era dei Pirati.

Al momento attuale, nessuno, tranne i membri sopravvissuti della ciurma di Roger, sa dove si trovi il grande tesoro e di cosa si tratti in realtà. La teoria più popolare è che il One Piece sia stato nascosto da Gol D. Roger e dai suoi pirati su Raftel, l’ultima isola della Grand Line.

Un tema ricorrente nell’opera di Eiichiro Oda è il fatto che un tesoro molto spesso è semplicemente qualcosa di grande valore personale per qualcuno: ad esempio, il più grande tesoro di Luffy è il suo cappello di paglia, considerato a sua volta come il tesoro più prezioso dal pirata che glielo ha donato, l’Imperatore dei Mari Shanks il Rosso, il quale lo ricevette proprio da Gol D. Roger; lo stesso Roger, proprio come il suo ex mozzo Shanks e l’aspirante Re dei Pirati Luffy, non ha mai dato particolare valore al denaro o all’oro quando era in vita; inoltre, in un flashback che ci mostra un giovanissimo Buggy ai tempi in cui faceva parte dei Pirati di Roger sempre come mozzo, il Clown discusse con Shanks su quale fosse il significato della parola “tesoro”, venendo così a scoprire che tutto l’equipaggio condivideva le stesse opinioni sul valore puramente personale attribuito a questa parola. Ebbene alla luce di questi dettagli c’è chi ritiene che il One Piece potrebbe non essere altro che un oggetto particolarmente apprezzato o amato da Gol D. Roger.

Il momento in cui i Pirati di Cappello di Paglia sono andati più vicini allo scoprire quale sia la reale natura del One Piece è stato durante l’arco narrativo dell’arcipelago di Sabaody, quando Usopp ha cercato di chiederlo a Silvers Rayleigh. Tuttavia, Luffy lo fermò per il fatto che apprenderlo da qualcun altro avrebbe del tutto vanificato lo scopo della ricerca e, quindi, delle loro avventure, e che diventare il Re dei Pirati avrebbe perso un po’ del suo significato, se avesse già avuto delle informazioni sul One Piece prima ancora di trovarlo personalmente.

Dopo decenni di speculazioni e dubbi, l’esistenza del tesoro è stata confermata da Barbabianca con il suo ultimo respiro, il quale ha anche detto che “una grande battaglia inghiottirà il mondo intero” e che “il mondo sarà scosso fino al midollo” quando verrà finalmente ritrovato One Piece. Lo stesso Barbabianca ebbe la possibilità di venire a conoscenza dell’ubicazione di questo straordinario tesoro proprio da Gol D. Roger, il quale sarebbe stato disposto a rivelargli dove lo avesse nascosto durante il loro ultimo incontro, poco prima che scegliesse di consegnarsi alle forze dell’ordine, anche perché vicino alla morte a causa di una malattia, e anche in quella occasione Edward Newgate si rifiutò di ascoltare tale spiegazione.

Lo stesso Oda ha confermato in un’intervista a Momoko Sakura che il One Piece non è qualcosa del tipo “il viaggio stesso è stato il vero tesoro”, ma che in realtà è una ricompensa fisica di qualche tipo, perciò almeno abbiamo la certezza che non si tratti di qualcosa di puramente simbolico.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui