Numero de La Gazzetta dedicato in gran parte ad Hergé ed al suo personaggio più famoso. Ma anche gli appassionati di Storia, spazio e auto saranno soddisfatti.

5Hergé festeggia gli anni

telegram_promo_mangaforever_3

In occasione delle celebrazioni per il 112° anniversario della nascita di Hergé, del 90° anniversario di Tintin e del decimo anniversario del Museo Hergé, una statua di Georges Remi è stata collocata nei sobborghi di Bruxelles.

Hergé è una delle leggende della Nona Arte anche se contaminata da una certa quantità di polemiche: da un lato abbiamo Tintin in Congo, un album considerato razzista e colonialista dai suoi detrattori, e dall’altro la sua collaborazione con Soir Volé durante la seconda guerra mondiale

Georges Remi è nato al numero 25 della via Cranz, ora chiamata San Filippo Baucq nel comune di Etterbeek. Durante la sua infanzia, la famiglia Remi si è trasferita cinque volte e sempre nello stesso quartiere, più precisamente intorno a piazza Theux. Logicamente, questo è il posto che è stato scelto per ospitare un busto di Hergé dello scultore belga Nat Neujean, morto l’anno scorso.

E’ stato quindi suo figlio, Bertrand Neuman, a parlare di fronte ai giornalisti, dicendo che suo padre era particolarmente orgoglioso di questa scultura perché a Hergé non piaceva neppure essere fotografato. L’autore riteneva che fossero i suoi personaggi a dover essere mostrati e non il loro creatore, che era sempre apparso “un uomo molto ansioso, a volte un po’ depresso e che stava cercando la perfezione”. Ma alla fine, questo lavoro piacque così tanto anche al modello, che ordinò una copia allo scultore.

Indietro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui