La Gazzetta della BD – 30 maggio 2019 –

Pubblicato il 30 Maggio 2019 alle 15:00

La classifica

Finalmente abbiamo un nuovo numero uno in classifica, che scalza il tomo 2 di Bug, che comunque si assesta sulla seconda posizione (al numero 5 rimane il volume 1):

1) Les Cahiers d’Esther, tome 4, Histoires de mes 13 ans, Riad Sattouf, Allary éditions

2) Bug, tome 2, Enki Bilal, éditions Casterman

3) Le silence des étoiles, Sanäa K, édition éditions Marabulles

4) Les Bidochon tome 22, Les Bidochon relancent leur couple, Binet, éditions Dargaud

5) Bug, tome 1, Enki Bilal, éditions Casterman

6) Titeuf Volume 16, Petite poésie des saisons, Zep, éditions Glénat

7) Open bar: 1re tournée, Fabcaro, éditions Delcourt

8) Le Loup, Rochette, éditions Casterman

9) Le retour à la terre, tome 6, Les métamorphoses, Jean-Yves Ferri e Manu Larcenet, éditions Dargaud

10) Airborne 44, tome 8, Sur nos ruines, Philippe Jarbinet, éditions Casterman

La famiglia in guerra

Stéphane Piatzszek e Espé ci portano un volume che mescola storia ed avventura al prezzo di euro 14,50.

L’identità può essere un orgoglio… o un crimine.

Mulhouse, al giorno d’oggi. Un giovane vivace, che assume sostanze per stare al passo con la frenesia della vita, decide di passare una settimana in una clinica per curarsi. Una sera incontra il suo compagno di stanza, il signor Engel, figlio di un importante enologo della regione di Colmar. Dopo avergli fatto assaggiare un delizioso Riesling, gli racconta la storia della sua famiglia, in Alsazia del 1940… La regione è poi integrata nel III Reich dopo la vittoria lampo dei nazisti. Tra arresti, divieti, assimilazione alle usanze naziste e l’inizio della caccia della Gestapo agli ebrei, le tensioni identitarie sono emerse in una zona già combattuta tra le due culture, francese e tedesca. La storia di Engel era la tragica storia di una famiglia come le altre in una regione non proprio come le altre. Di una famiglia in guerra. Contro la storia, contro se stessa.

Gli autori raccontano ancora una volta l’eroismo ordinario catturato nel tumulto della guerra, sotto l’occupazione. Una saga familiare con respiro romantico.

Un futuro apocalittico

Aurélien Ducoudray (testi), Bruno Bessadi (disegni) e Fabien Alquier (colori) ci presentano una storia futuristica per Glénat (euro 19,95).

Il futuro non è per i bambini saggi.

USA, 2035. Otto anni dopo l’apocalisse nucleare. Nessuno sa chi, perché o come tre quarti degli Stati Uniti siano stati devastati. Solo una striscia trasversale da New York alla California è stata preservata dall’inverno nucleare. In questa America devastata, come migliaia di altri sopravvissuti, John e sua figlia Grace vagano per le strade cercando di andare a sud per trovare cibo, lavoro e un clima più caldo. Ma Grace non è una bambina come le altre. Lei è ciò che viene chiamata un bambino della bomba: un mutante, un mostro coperto di peli, armato di zanne e artigli affilati. Ma un mostro che ama bambole, dolci e storie prima di andare a letto. Quando sentono parlare di un centro a misura di bambini come lei, John e Grace decidono di fare ogni sforzo per arrivarci… e scoprire la realtà dietro questa leggenda.

Amazing Grace è un racconto post-apocalittico che esplora i resti di una società distrutta e il viaggio iniziatico di una bambina in preda al rifiuto e alla differenza. Il vagabondare di un padre e di una figlia in un’America in rovina.

Torquemada

Il celebre inquisitore spagnolo è il protagonista di questo volume.

Nel 1474, Isabella di Castiglia diventa finalmente regina, dopo molte vicissitudini. Si era sposata alcuni anni prima con Ferdinando, erede della corona di Aragona che ereditò nel 1479. Insieme, riuniscono la Spagna e diventano “i re cattolici”. Solo loro? No. Nella loro ombra c’è un monaco benedettino particolarmente austero e devoto: Tomas de Torquemada. Proveniente da una famiglia di ebrei convertiti alcune generazioni fa, è convinto che i regni di Castiglia e Aragona dovrebbero essere salvati dagli eretici. Dedicherà la sua lunga vita a ciò.
Vero stratega politico, riuscirà attraverso l’intermediario reale ad avere pieni poteri per la Chiesa cattolica sui tribunali dell’Inquisizione. Li unificherà da quel momento in poi e diventerà il loro capo supremo per quindici anni. Il primo Grande Inquisitore spagnolo, un’ombra nera del potere, darà una dimensione brutale ai giudizi e perseguiterà gli ebrei spagnoli senza sosta. Sotto la sua guida, l’Inquisizione avrà un potere senza precedenti.
Morirà all’età di 77 anni dopo aver scritto il Codice dell’Inquisitore che sarà usato per anni. Sarebbe responsabile di 2.000 esecuzioni e 100.000 casi esaminati durante la sua carriera.

Questo libro, preceduto da una introduzione di Jean-Pierre Dedieu (storico specializzato in Storia della Spagna e dell’Inquisizione spagnola) offre uno sguardo realistico a questa figura storica.

Airborne 44

Nuovo volume per la saga portata in Italia da Mondadori Comics sulla sua collana Historica.

Dalla disfatta tedesca al primo passo sulla luna.
Mentre la guerra volge al termine, Solveig, Jörg e Aurélius partono alla ricerca di Nathan e Nadia. Entrambi i bambini sono sulla strada per sfuggire agli ultimi esiti del conflitto.
I pericoli sono tutti intorno a loro. In un momento tormentato, il futuro è già assicurato e le diverse forze presenti sistemano già le loro pedine per il dopo. L’armistizio non è ancora stato firmato che gli scienziati sono già stati lanciati nella corsa per lo spazio. Ricercatori come Werner Von Braün hanno già iniziato a studiare i dispositivi che porteranno gli uomini a mettere piede sulla luna vent’anni dopo.

 

Articoli Correlati

Hunter x Hunter è tornato sulle pagine di Weekly Shonen Jump nel mese di ottobre, e dopo delle bellissime notizie al riguardo il...

27/01/2023 •

21:00

In occasione del 60° anniversario dell’uscita di Fantastic Four 1 la Marvel ha realizzato questo speciale albo tributo...

27/01/2023 •

19:30

Gintama arriva finalmente su Prime Video tramite la partner con Dynit, che conferma il tutto insieme a dei succosi dettagli sui...

27/01/2023 •

19:00