Boruto – Episodio 99: Jugo e il Segno Maledetto | Recensione

0
Come abbiamo già potuto vedere nel precedente episodio, di cui potete trovare qui la mia recensione, il misterioso mostro che sta creando così tanto scompiglio nei boschi che circondano un piccolo villaggio nei pressi di Konoha altri che non è che una nostra vecchia conoscenza: Jugo, uno dei tantissimi esperimenti del Sommo Orochimaru che abbiamo visto combattere al fianco dell’allora dissidente Sasuke, quando ancora desiderava radere al suolo la sua rinnegata terra natia, rea di aver condotto il suo amato fratello Itachi a una morte prematura.

Per i vecchi fan di Naruto come me è sempre un piacere rivedere personaggi familiari appartenenti a questa ormai storica serie ideata, scritta e illustrata da Masashi Kishimoto: non dobbiamo, infatti, mai dimenticare che Boruto: Naruto Next Generations è proprio la naturale continuazione del lavoro di Kishimoto, e mostrare luoghi e persone tratti dall’opera originale crea un bel senso di continuità con essa.

Detto questo, la bizzarra vicenda che vede coinvolti dei volatili in via di estinzione e uno strano Segno Maledetto continua ad essere analizzata dai Ninja della Foglia accorsi sul luogo per comprendere cosa stia avvenendo.

L’UOMO CHE SUSSURRAVA AGLI UCCELLI

Poiché gli uccelli si stanno comportando in maniera molto aggressiva con gli esseri umani a causa del fatto che, in qualche modo, siano stati infettati da un Segno Maledetto, e poiché Jugo è presente nel bosco in cui questi uccelli sono molto presenti, non è difficile per i Ninja della Foglia fare 2 più due, come si suol dire: Jugo deve essere necessariamente collegato a questo misterioso e potenzialmente molto pericoloso fenomeno, ma quali sono le sue reali intenzioni?

Certo, quando Jugo non riesce più a controllare il nefasto influsso sulla sua personalità e sul suo corpo del Segno Maledetto donatogli da Orochimaru diventa un mostro assetato di sangue, ma chi ha imparato a conoscere in maniera un po’ meno superficiale questo personaggio sa bene che, in realtà, il temperamento di Jugo è tutt’altro che aggressivo: il ragazzo è di animo gentile e capace di compiere atti di puro altruismo e di amore di tale grandezza da creare un contrasto nettissimo con ciò che invece gli accade quando il Segno Maledetto ha il sopravvento sulla sua volontà.

Sapendo questo, un’altra interpretazione può essere fornita per spiegare la sua presenza in quel bosco maledetto: forse, non è Jugo la causa dell’infezione, ma, anzi, si sta prodigando in ogni modo per poterla arginare senza fare in alcun modo del male agli innocenti volatili.

THE EVIL THAT MEN DO LIVES ON AND ON

Che si tratti di Jugo o, peggio ancora, di altri ninja ribelli che turbano la pace così duramente conquistata durante la devastante Quarta Guerra Mondiale dei Ninja, il problema continua a sussistere ed è reale: se non si scopre al più presto chi o che cosa stia infettando i volatili con il Segno Maledetto, il rischio è che gli attacchi alle persone diventino sempre più frequenti. Chi, dunque, sta manovrando a distanza questo esercito di esseri viventi innocenti? E per quale motivo lo sta facendo?

In più, come se la faccenda non fosse già abbastanza complicata così com’è, ci si mette anche Jugo, e vi posso assicurare che avere a che fare con lui quando è in berserker non è certo piacevole…

ANTICIPAZIONI

La misteriosa vicenda che vede come protagonisti Jugo e una strana epidemia che sta infettando alcuni uccelli con il Segno Maledetto non è ancora giunta alla sua conclusione, e la narrazione di questo nuovo arco narrativo proseguirà nel prossimo episodio di Boruto: Naruto Next Generations, dal titolo Il sentiero prestabilito:

 

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui