Jack Ryan: la saga di Tom Clancy in 4K | Recensione Home Video

Pubblicato il 22 Ottobre 2018 alle 20:00

In occasione dell’uscita della serie tv, per la prima volta Universal Home Entertainment Italy propone la saga spionistica in formato Ultra HD.

In occasione dell’uscita su Amazon Prime Video della serie tv dedicata con protagonista John Krasinski, per la prima volta Universal Home Entertainment Italy propone la saga spionistica su Jack Ryan in formato Ultra HD. Una cura audio e video che permette di immergersi completamente nei sottomarini di Caccia a Ottobre Rosso, così come nella Londra e nel Messico di Giochi di potere e Sotto il segno del pericolo, nei plot twist continui di Al vertice della tensione e nel reboot prequel di Jack Ryan – L’iniziazione. Anche l’uniformità estetica dei cinque film dona un’elegante apporto a chi vuole una collezione ordinata e precisa dell’eroe di Tom Clancy. Ma vediamo nel dettaglio i contenuti.

05. Caccia a Ottobre Rosso (The Hunt for Red October, 1990)

Tratto dal romanzo di Clancy La grande fuga dell’Ottobre Rosso e prodotto appena dopo la caduta del muro di Berlino, questo primo film dedicato all’analista della CIA Jack Ryan è l’emblema della Guerra Fredda: un sottomarino russo che sembra voglia attaccare gli Stati Uniti ma in realtà forse vuole disertare, contro un sottomarino americano che non sa a qualche versione della storia credere, con l’aggiunta della Marina russa alle loro costole.

Questa versione rimasterizzata in 4K oltre a immergere completamente lo spettatore negli abissi della storia, contiene nei contenuti extra del disco blu-ray, oltre al commento audio del regista John McTiernan e al trailer cinematografico, lo speciale approfondimento Sotto la Superficie: Interviste al Cast e alla Troupe, in cui si viene a scoprire la genesi e la produzione di questo film spionistico oramai cult. Mace Neufeld, il produttore della saga cinematografica, illustra come inizialmente volessero Kevin Costner ad interpretare Ryan e poi scommisero su un attore all’epoca emergente (Alec Baldwin), che aveva una grande responsabilità sulle proprio spalle dovendo portare Clancy al cinema. Il lungo speciale include aneddoti come la controparte Sean Connery nel ruolo del “villain” che inizialmente non voleva accettare perché mancava una pagina nella sceneggiatura inviatagli e quindi gli mancava un tassello del puzzle. Ma anche gli altri casting dell’equipaggio dei due sottomarini si rivelano interessanti, compreso Scott Glenn che imparò come interpretare Mancuso dal vero comandante di un sottomarino, che gli fece vivere appieno l’esperienza per prepararlo.

04. Giochi di potere (Patriot Games, 1992)

Tratto dal romanzo di Clancy Attentato alla corte d’Inghilterra e diretto da Phillip Noyce, questo capitolo cambia l’attore protagonista con un nome già conosciuto e amato ma lo affida a un regista “emergente”, come raccontato nello speciale Giochi di Potere da vicino. Mace Neufeld ricorda come Ford non conoscesse Ore 10: Calma piatta ma Newsfront lo aveva particolarmente colpito e con Noyce trovarono una lunghezza d’onda comune. Avendo due film da subito in mente per creare una certa continuità, volevano girarli insieme uno dietro l’altro inizialmente. Di nuovo vengo svelati i retroscena dei casting come quello di Anne Archer interprete di Cathy la moglie di Ryan importantissima in questa storia, che da un attentato sventato a Londra dall’analista della CIA si sposta negli Usa dove gli attentatori vanno a cercare lui e la sua famiglia per vendicarsi della morte di uno di loro; Archer si trovò bene con Ford e crearono fin dalle prime scene una certa alchimia e sintonia sul set e sullo schermo. A fare da collante col precedente capitolo d’esordio il personaggio di James Earl Jones, James Greer, il capo di Ryan alla CIA. Il trailer cinematografico chiude gli extra del disco blu-ray.

03. Sotto il segno del pericolo (Clear and Present Danger, 1994)

Tratto dal romanzo di Clancy Pericolo imminente, Phillip Noyce e Harrison Ford tornano, insieme a Anne Archer e James Earl Jones, per il terzo capitolo cinematografico dedicato all’eroe di Tom Clancy. Il personaggio di James Greer torna per l’ultima volta poiché, siccome malato, promuoverà Ryan all’interno della CIA mettendolo di fronte anche a questioni burocratiche oltre che di analisi e azione. Dietro il Pericolo – Interviste al Cast e alla Troupe mostra il making of del film, tra gli Usa e il Messico, con conseguenti permessi per poter far esplodere una macchina in un’intera via, ad esempio.

Vengono anche ripercorsi la volontà di creare un solido legame narrativo col film precedente e il casting: da Miguel Sandoval nel ruolo del capo del cartello messicano, a Willem Dafoe nei panni del mercenario John Clark, o ancora Donald Moffat grazie alla sua esperienza teatrale in quello del presidente degli Stati Uniti, che si troverà a scontrarsi con Jack, così come il personaggio di Henry Czerny. Viene analizzata in particolare la scena della loro lotta tramite computer, che nel romanzo avveniva tramite cassaforte ma qui gli vollero dare un tocco più moderno per l’epoca. Il ruolo di Cathy (Archer) doveva essere maggiormente centrale grazie al ruolo di chirurgo affermato all’inizio, ma poi quella parte fu eliminata e lei rimase comunque una controparte fondamentale dell’eroe protagonista, ora che la loro famiglia si era allargata dopo il cliffhanger del primo film. Il trailer cinematografico chiude gli extra del disco blu-ray.

02. Al vertice della tensione (The Sum of All Fears, 2002)

Last but non least i due Jack Ryan più giovani. Tratto dal romanzo di Clancy Paura senza limite, questo film in cui Jack Ryan ringiovanisce ma non troppo (col volto di Ben Affleck) ed un po’ meno sequel dei precedenti, dato che c’è una nuova Cathy (Bridget Moynahan), che qui ancora studia medicina, ma non più il personaggio di James Earl Jones, sostituito però da un altro mentore di colore, interpretato da Morgan Freeman. La storia è una sequela di colpi di scena da piena spy story con grande attenzione alla cospirazione di fondo, sempre molto cara a Clancy, e al personaggio del presidente degli Stati Uniti, questa volta interpretato da James Cromwell.

La versione in 4K contiene direttamente nel disco 4K il commento audio del regista Phil Alden Robinson e del direttore della fotografia John Lindley, e il commento audio del regista Phil Alden Robinson e dello stesso Tom Clancy.

01. Jack Ryan – L’iniziazione (Jack Ryan: Shadow Recruit, 2014)

Per la prima volta non tratto da un romanzo d Clancy, diretto e interpretato da Kenneth Branagh a cui è affidato come spesso capita il compito di raccontare in modo nuovo una storia (si pensi ai suoi Cenerentola e Assassinio sull’Orient Express), il film propone nuovamente uno scontro Russa-Usa ma ai giorni nostri, un mentore “bianco” (interpretato proprio da quel Kevin Costner che non vestì i panni di Ryan nel primo film della saga), un Jack Ryan giovanissimo (Chris Pine) per raccontare il suo passato, la sua genesi, il suo reclutamento alla CIA e il passaggio sul campo, e così via… così come la sua storia d’amore con Cathy, studentessa di medicina (Keira Knightley).

Ricchissimi i contenuti extra del disco blu-ray, che invece di lungo speciale ne propongono tanti spezzettati e spaziano dal commento audio di Kenneth Branagh e del produttore Lorenzo di Bonaventura, all’analisi dei tanti richiami al Ryan dei romanzi come il danno alla spina dorsale e il passato militare, in Jack Ryan: L’uomo più intelligente nella stanza. In Sir Kenneth Branagh: Lo Zar di “Shadow recruit” si ricorda come il regista abbia accettato dai produttori di ricoprire anche il ruolo di attore nei panni del villain, cosa che non gli accadeva da anni. Jack Ryan: Un uomo d’azione che sa riflettere ci ricorda l’attenzione di stuntman e produttori nel far evolvere man mano il personaggio di Ryan da analista a uomo d’azione, analizzando in particolare la scena di lotta per la sopravvivenza nell’albergo a Mosca. Altri segreti del making of del reboot vengono svelati in I vecchi nemici ritornano. Non mancano le Scene inedite e integrali con spiegazione dello stesso Branagh del perché furono tagliate e le dichiarazioni degli stessi Pine, Costner e Knightley su cosa faccia di questo reboot un attento specchio degli spy movie contemporanei, grazie soprattutto all’occhio (e al cuore) vigile di Branagh.

Articoli Correlati

Hunter x Hunter nel corso di questi mesi ha dato una bellissima notizia agli appassionati, confermando il suo grande ritorno...

03/11/2022 •

10:13

Boichi il disegnatore del noto Dr. Stone ha anche lavorato a delle bellissime storie riguardanti la solitudine,...

02/11/2022 •

20:00

Dragon Ball Super al momento non ha ancora una data di uscita per quanto riguarda la serializzazione del manga, ma allo stesso...

02/11/2022 •

18:00