Scottecs Megazine 12: altro che Giappone, qui siamo al Polo Nord! | Recensione

0
In edicola il graphic novel disegnato “meglio male”!

Spericolatamente lungo, in linea con i soliti racconti di Sio, ecco pronta la nuova avventura di un trio tutto delirante. Sio, Lorro e Nik raccontano il loro viaggio tra le isole Svalbard, la Groenlandia e l’Islanda, alla ricerca dei pericolosissimi smeraldi del disordine.

Per quanto il racconto si giostri tra spie segrete (non tanto segrete), traversate sott’acqua lunghe chilometri e chilometri percorsi in bicicletta e nuovi improbabili amici, l’esperienza in bicicletta narrata all’interno delle 60 pagine è avvenuta davvero. Durante questa estate, Sio, Lorro e Nik hanno viaggiato nelle tre nazioni nordiche, scarrozzati dalle biciclette Cinelli e dagli altri sponsor Wacom e Comix. Una piccola anticipazione del loro viaggio ce l’hanno già data nei mesi scorsi tramite un vlog in tempo (quasi) reale, dove ci mostravano tutte le bellezze della natura nordica.

Ma i fan di Sio non sono contenti e vogliono sapere com’è andato VERAMENTE il viaggio. Quello che hanno affrontato è descritto nel n° 12 di Scottecs Megazine. Perché sono partiti? Una scampagnata tra amici? Voglia di sfidare loro stessi e conoscere la natura? Macché: erano alla disperata ricerca degli smeraldi del disordine. Nascosti nei posti più impensabili e visibili al tempo stesso, i tre si ritrovano a dover combattere improbabili mostri e a sedare un uragano nelle maniere più assurde.

Salite in sella, si viaggia!

Si legge una notevole evoluzione rispetto agli altri Scottecs Megazine pubblicati in passato. C’è un ancoramento alla realtà, rispetto al più completo no-sense al quale Sio ci aveva abituati. Tra i tre protagonisti, Lorro è quello che ha un carattere più attaccato alla realtà, mostrando le incongruenze fisico-psichiche di ciò che circonda. Si parte dalle Svalbard, per poi spostarsi in Islanda e infine nella gelida Groenlandia, perdendosi tra Norvegia e Suvegia, gironzolando sott’acqua lungo l’Europa. Insomma, i tre avventurieri sono novelli inviati di Nescionàl Geografìc.

Immancabili le ricette di Mariangiongiangela, che lasciano ai lettori tutti i modi per mangiare i Minuteo, immancabili biscotti per ogni viaggio, compreso quello di Nik, Sio e Lorro. A seguire, una dettagliata mappa con tutte le nazioni visitabili, tra le quali si nota una spiccata predilezione per Brescia (mi raccomando, visitate Brescia, non vorrete mica perdervi le meraviglie che offre Brescia? Mai stati a Brescia?).
A chiudere l’albetto di 60 pagine, un’improbabile e devastante viaggio di Splof, Protz e Zurgo nello spazio, giusto il tempo per prendersi un caffè al volo. La sceneggiatura è immancabilmente quella di Sio, mentre il disegni sono di Alessandra “Alyah” Patané, conosciuta per il suo lavoro Crtl-Z.

Confrontandolo con i suoi lavori su “Topolino”, Scottecs Megazine è la casa sicura all’interno della quale si accomoda Sio. Uno spazio tutto suo, nato in seguito al successo su Youtube grazie ai suoi video animati. Pubblicato da Shockdom, Scottecs Megazine riscuote un grandissimo successo soprattutto tra i giovanissimi, che affollano ogni volta le fiere di fumetti e le presentazioni in libreria pur di ottenere un suo autografo. La capacità narrativa dell’autore veneto colpisce indistintamente anche le restanti fascia d’età, puntando al superamento dei confini della realtà materiale e creando mondi impossibilmente realizzabili usando il linguaggio del fumetto. 

 

Per finire, ecco una simpatica gif dove Sio mostra i suoi capelli originali:

telegra_promo_mangaforever_2