Crazy Night: Festa col Morto di Lucia Aniello | Recensione

0
Opera prima della regista italo-americana, che dopo tanta esperienza in televisione esordisce al cinema in questa commedia spinta con un cast tutto al femminile guidato da Scarlett Johansson.

In principio era John Landis, con la genesi del college movie in Animal House, che negli anni si è evoluto dando vita a numerosi sottogeneri e/o cloni più o meno memorabili. Poi col XXI secolo la commedia sporca ha sperimentato il successo commerciale (la trilogia di Una Notte da Leoni) e oggi, nel 2017, è arrivato il turno delle donne di uscire a divertirsi e combinare guai. E come per le Bad Moms dell’anno scorso, anche in Crazy Night – Festa col Morto, i guai saranno piuttosto grossi. Il titolo del film, del resto, è già tutto un programma.

La biondona Scarlett è Jess, una trentenne candidata al Senato (sembra una giovane Clinton) che non ha mai un attimo libero né per se stessa né tanto meno per godersi la propria relazione col fidanzato (interpretato da Paul Downs, che oltre ad essere il co-sceneggiatore del film è anche il compagno di Lucia Aniello). Jess sta per sposarsi e per l’addio al celibato – nella miglior tradizione di queste commedie dark un po’ rozze – la sua ex compagna di stanza ai tempi del college Alice (Jillian Bell) decide di riunire la vecchia crew e partire per Miami.

Tra cocaina e spogliatissimi gigolò le cose prenderanno una (brutta) piega inaspettata e al termine del primo atto le nostre simpatiche festaiole si ritroveranno nei guai fino al collo, con un cadavere in casa e tanti equivoci tutti da ridere.

La Aniello dirige con semplicità una sceneggiatura magari banale a livello narrativo, ma che di tanto in tanto tira fuori dalla manica qualche asso interessante. Tanta spassosa volgarità che rimane solo verbale e non sfocia mai né nel banale né nel grafico (si farà un gran parlare di peni, come nei recenti Baywatch CHiPs, ma la Aniello è più elegante e non li mostrerà al pubblico).

Punto di forza del film è sicuramente il cast, che oltre alle cinque protagoniste (le altre tre sono Ilana Glazer, Zoë Kravitz e Kate McKinnon) comprende anche il cameo di Ty Burrell e Demi Moore nei panni delle spassosissime vicine di casa-predatrici. Menzione a parte per la Johansson, una superdonna action che spesso e volentieri trova proprio nella commedia il suo punto debole, ma che qui si comporta se non bene, per lo meno meglio del solito.

Qualche gag slapstick sconsiderata e svogliata di troppo, ma Crazy Night – Festa col Morto potrebbe essere la commedia estiva che stavate cercando per soddisfare la vostra vena di sano black humor.

telegra_promo_mangaforever_2