E così conoscerai l’universo e gli dei: una genesi psichedelica [Recensione]

Pubblicato il 21 Febbraio 2017 alle 10:00

Dopo l’ottimo esordio in Italia con Safari Honeymoon, torna in Italia – grazie alla Eris Edizioni – il fumettista Jesse Jacobs con il suo ultimo lavoro: E così conoscerai l’universo e gli dei.

Osannato e pluripremiato in patria, il fumettista canadese Jesse Jacobs, ritorna a far parlare di sé, e lo fa nel mondo che più gli compete: sulle pagine di un fumetto. E così conoscerai l’universo e gli dei è il suo ultimo lavoro fumettistico.

Già conosciuto in Italia grazie alla Eris Edizioni con il volume Safari Honeymoon, Jacobs stupisce ancora una volta con il suo stile a metà tra il visionario e lo psichedelico.

Ricalcando forme e colori del suo primo lavoro (in realtà cronologicamente è uscito prima “E così conoscerai  l’universo e gli dei”), l’autore canadese dà una propria personale visione della creazione del mondo, una sorta di genesi lisergica, dove tre divinità capricciose sotto la supervisione del loro maestro e consigliere, si esercitano con composizioni molecolari psichedeliche.

Giocando con silicio e carbonio, danno forma e vita a creature “ani-mali” e “u-mane”. Le tre divinità (competitive, ma anche docili allo stesso tempo) quasi si sfidano e litigano per chi tra le tre raggiunga il risultano migliore, con l’obiettivo di entrare nelle grazie del loro supervisore.

“E così conoscerai l’universo e gli dei” è un viaggio visivo in un cosmo popolato da figure geometriche e ben definite, il tutto mescolato con una sorta di “liquidità psichedelica” che ha reso Jesse Jacobs uno dei maestri del fumetto underground.

Perché in sostanza è di un fumetto underground che stiamo parlando; il tema trattato (quasi religioso) è messo su carta usando una scrittura ed un disegno miscelati tra loro in maniera perfetta.

È un sincronismo di penna e matita che emana una luce stroboscopica, immortalando una geometria astratta e piena di quel significato di evasione dalla realtà che è diventato il marchio di fabbrica di Jacobs.

L’autore si diverta a mettersi nei panni di Dio,immagina il proprio mondo ed accompagna il lettore con sé.

Questa sua genesi è densa di quella lucidità così irreale da far apparire il tutto come vero; la forza che cela lo stile di Jacobs consiste proprio nel mettere in mostra l’illusorio, facendolo passare poi come qualcosa di certo.

“E così conoscerai l’universo e gli dei” arricchisce ancor di più la carriera di un fumettista che è ormai una solida realtà.

Articoli Correlati

L’anime de Le bizzarre avventure di JoJo: Stone Ocean è andato in onda con gli ultimi episodi dell’adattamento...

04/12/2022 •

14:00

Bleach: Thousand-Year Blood War ha scosso il mondo intero a quanto pare, vista la poetica di Tite Kubo tornata in auge grazie a...

04/12/2022 •

10:00

Dragon Ball è il battle shonen più amato e seguito da sempre e non ha intenzione di smettere di appassionare tutti i fan....

03/12/2022 •

19:00