Nyarlathotep: trasposizione per immagini dell’opera di Lovecraft [Recensione]

Pubblicato il 18 Luglio 2016 alle 11:20

La NPE Edizioni porta in Italia Nyarlathotep, trasposizione per immagini dell’omonimo racconto di Howard Phillips Lovecraft.

Tralasciando la fama e la forza narrativa che un autore come H.P. Lovecraft possiede e che in questa sede sarebbe quasi inutile andare a ricamare, ci incentriamo sul prodotto fumetto ispirato ad uno dei racconti più noti dello scrittore di Providence: Nyarlathotep.

Ideato quasi interamente in sogno (aneddoto ricordato anche in questo volume tramite delle epistole scambiate con il suo amico e corrispondete Reinhart Kleiner), il racconto narra la storia del dio Nyarlathotep descritto, a differenza di molti altri dei lovecraftiani, come un uomo alto, poliglotta e che ricordava un faraone dell’antico Egitto.

Sotto queste sembianze, Nyarlathotep vaga sulla terra per reclutare orde di seguaci, i quali finiscono con il perdere pian piano il contatto con il mondo reale che li circonda. La sua unica missione è quella di condurre l’umanità alla follia.

Disegnato da Julien Noirel e adattato da Rotomago, il fumetto Nyarlathotep – edito in Italia per la Nicola Pesce Editore – è forse un errore definirlo come un adattamento fumettistico al racconto di Lovecraft.

Forse sarebbe più corretto etichettarlo come una trasposizione in immagini dell’opera dell’autore americano; infatti il testo presente nel volume è la semplice trasposizione (non cambia assolutamente nulla) del racconto. Non sono presenti né adattamenti al testo originario, né aggiunta di elementi nuovi che avrebbero avvicinato di più l’opera al medium fumetto; ogni tavola è, dunque, una resa per immagini del pezzo narrativo scelto.

Sotto l’aspetto puramente stilistico (disegno in primis) c’è davvero poco da criticare: le tavole di Julien Noirel ricalcano in maniera ottimale la spirale di follia che l’opera di Lovecraft riesce ad infondere nel lettore.

Un lavoro che di certo farà felici i fan dello scrittore statunitense, ma che non lascerà un traccia indelebile nel mondo del fumetto.

Articoli Correlati

Con la conclusione di Hawkeye il 22 dicembre si è chiuso un 2021 ricchissimo di proposte del Marvel Cinematic Universe, in cui...

04/01/2022 •

13:32

L’attuale vice presidente esecutivo e direttore creativo della Marvel, tornerà a sedersi al tavolo da disegno nell’arco del...

04/01/2022 •

13:00

Protagonista anche della terza stagione della serie TV Titans, da poco approdata su Netflix, il personaggio di Red Hood sarà...

04/01/2022 •

12:02