Toni Bruno ci porta ai tempi della Guerra Fredda, quando la corsa allo spazio spinse il primo uomo, il russo Jurij Gagarin, a volare tra le stelle. In Da Quassù la Terra è Bellissima l’alter-ego di Gagarin è il Maggiore Smirnov, traumatizzato dalla sua prima missione nello spazio: toccherà all’americano Frank Jones capire cosa lo blocca.

Lo spunto iniziale di Da Quassù la Terra è Bellissima, la nuova graphic novel di Toni Bruno edita da Bao Publishing, è la vita e l’impresa di Jurij Gagarin, cosmonauta russo che è stato il primo essere umano a volare nello spazio durante la Guerra Fredda, nel 1961. Sono sue le parole citate dal titolo del fumetto, tratte dalla famosa dichiarazione del cosmonauta in orbita:

Da quassù la Terra è bellissima, senza frontiere né confini.

Un messaggio molto forte, soprattutto per il periodo, durante il quale una guerra nucleare sarebbe potuta iniziare da un momento all’altro.

Compra Da quassù la terra è bellissima con il 15% di sconto

da quassù la terra è bellissima 1
La prima tavola di Da Quassù la Terra è Bellissima

Il co-protagonista russo della graphic novel è il Maggiore Akim Smirnov, personaggio chiaramente ricalcato su Gagarin, tanto da avere lo stesso nominativo per le missioni spaziali: Cedro. Scopo del fumetto, però, non è quello di essere una biografia: vuole invece raccontare il rapporto tra due personaggi differenti per nazionalità e background culturale, ma che condividono ansie e paure.

I due protagonisti del fumetto in apparenza non possono essere più diversi: ad affiancare il cosmonauta russo Smirnov, infatti, c’è lo psicologo americano Frank Jones, il quale soffre di stress e crisi di panico.

Frank Jones viene chiamato in Russia per essere di supporto al Maggiore Smirnov, il quale non riesce più ad avere i requisiti per una nuova missione tra le stelle: questo proprio quando gli americani stanno progettando un lancio nello spazio e, di conseguenza, il governo russo ha fretta di ripetere trionfalmente la propria impresa.

Quella tra Smirnov e Jones sembra di fatto una collaborazione impossibile fin dall’inizio, anche al di là della loro nazionalità, ma in seguito il loro rapporto tra dottore e paziente conflittuale matura in amicizia: infatti entrambi hanno in comune il fatto di trovarsi in una situazione che li blocca e dalla quale non riescono ad uscire.

L’ansia e la paura sono i temi portanti di Da Quassù la Terra è Bellissima: paura del passato (Smirnov da bambino ha avuto a che fare con i nazisti), paura del presente e incertezza per quanto riguarda il futuro.

Ma, nonostante le frontiere e le diversità, è sempre possibile trovare un punto d’incontro: Toni Bruno lo suggerisce non solo attraverso l’evoluzione del rapporto tra Smirnov e Jones, ma anche intervallando gli interni della base russa e delle stanze dei protagonisti con paesaggi invernali di betulle innevate, presenti sia in Russia che negli Stati Uniti.

Da Quassù la Terra è Bellissima è una graphic novel sapientemente disegnata, dotata di una storia scorrevole che non ha picchi di originalità ma che sa catturare l’interesse del lettore grazie al rapporto dei due personaggi protagonisti. Infatti non ha la pretesa di approfondire il clima degli anni della Guerra Fredda, ma si concentra sulle problematiche che Smirnov e Jones devono affrontare, legate al loro passato.

Compra Da quassù la terra è bellissima con il 15% di sconto

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui