Giant Killing: dopo Holly e Benji, lo sport del calcio in un manga – SPECIALE

Pubblicato il 12 Gennaio 2016 alle 12:00

Siamo arrivati al trentunesimo volume. Vediamo insieme cosa questo manga ci ha offerto fino ad oggi.

Anche voi, leggendo il titolo la prima volta, avete pensato si trattasse di un qualcosa di sanguinolento per poi, una volta vista la copertina o letta la trama, rimanerne spiazzati e scoprire di avere a che fare con un manga sportivo?
A me personalmente è capitato.

Ma chiudiamo questa parentesi. Cos’è Giant Killing? Per quanto riguarda l’espressione si fa riferimento al momento in cui, una squadra debole, meno favorita, va a battere quella più forte.
La vittoria di Davide su Golia, insomma.

Per quanto riguarda il manga invece mi permetto di autocitarmi con la frase che pensai in occasione del ventottesimo volume: ” Oggettivamente uno dei manga più belli degli ultimi anni, soggettivamente uno dei manga più belli che abbia mai letto” .
Si, lo so, sembra un po’ un’esagerazione.
E si, so anche che sembro essere di parte perciò meglio chiudere con l’introduzione e iniziare.

Compra: Giant Killing

Giant Killing è un manga sportivo (spokon manga, per chi preferisce), ambientato nel mondo del calcio.
Opera di Masaya Tsunamoto (storia) e di Tsujitomo (disegni) viene pubblicato in Giappone dall’editore Kodansha nel 2007. Arriva in Italia nel 2012, a cura della Planet Manga.

Queste le informazioni tecniche.
Parliamo ora del fumetto: cosa rende cosi speciale questo manga?

In fin dei conti la trama è relativamente semplice: c’è una piccola squadra del massimo campionato giapponese che, per risolvere i suoi problemi, ingaggia come allenatore un giocatore (Takeshi Tatsumi) che, anni prima, era stato la sua stella.
Olè, niente di eccezionale.

A seguito di quanto detto potrebbe sembrare strano leggere quanto seguirà, ossia che uno dei pregi principali di Giant Killing è la trama.

Ebbene si. E no, non sono bipolare, ora ci arriviamo.

La semplicità della storia, in questo fumetto, non è sorella della banalità. L’essere accompagnata da una narrazione mai scontata e sempre in grado di tenere alta l’attenzione rende Giant Killing un manga sportivo apprezzabile benissimo anche da chi non segue solitamente il calcio.

Il fatto che abbia vinto, nel 2010, il Kodansha Manga Award nella categoria generale avvalora questa tesi.

Articoli Correlati

Fire Force di Atsushi Ohkubo è da oltre un anno avviato verso la conclusione, come abbiamo avuto modo di segnalarvi. Si apprende...

10/10/2021 •

13:30

Tutte le uscite Marvel, Panini Comics e Disney del 14 ottobre, direttamente dal sito Panini; tutte le novità della casa...

10/10/2021 •

12:00

Le uscite manga Star Comics del 13 Ottobre 2021 vedono il debutto di Darling in the FRANXX, dalla serie anime omonima trasmessa...

10/10/2021 •

08:53