Le migliori storie della Justice League dagli anni ’60 ad oggi

Pubblicato il 20 Luglio 2015 alle 12:00

L’evoluzione di Wonder Woman dagli anni ’30 ai 2000!
Ripercorriamo la quasi centenaria storia della DC Comics raccogliendo le migliori storie di alcuni dei suoi personaggi più celebri per decadi partendo così dalla Golden Age (fine anni ’30 fino agli inizi degli anni ’50), la Silver Age (metà anni ’50 fino alla fine degli anni ’60), la Bronze Age (primi anni ’70 fino alla metà degli anni ’80) per finire ai giorni nostri.
La Justice League nelle sue più disparate incarnazioni è protagonista di questo speciale. La squadra portabandiera della DC infatti è una componente fondamentale della storia dei comics e strumentale anche, seconda la leggenda, nella nascita di un altro famoso gruppo/famiglia della concorrenza nato per controbilanciare il successo della JL.

Anni ’40 – All-Star Comics vol 1 #27 di Gardner Fox e Martin Naydel

justice-league-1940s

Tecnicamente negli anni ’40 la JL non esisteva ancora ma al suo posto c’era la gloriosa Justice Society of America protagonista della testata All-Star Comics: particolarità del gruppo era relegare a membri onorari gli eroi che avevano già una propria serie regolare mettendo invece sotto i riflettori personaggi che oggi definiremo di seconda fascia.

La storia scelta qui vede la JSA unirsi ad un gruppo di veterani feriti in battaglia concentrando così tutto lo spirito patriottico dell’epoca.

Da segnalare: “The First Meeting of the Justice Society of America” (All-Star Comics vol 1 #3), “Five Hundred Years Into the Future With the Justice Society of America” (All-Star Comics vol 1 #10), “Shanghaied Into Space” (All-Star Comics vol 1 #13), “This Is Our Enemy” (All-Star Comics vol 1 #24), “The Man Who Knows Too Much” (All-Star Comics vol 1 #29)

Anni ’50 – Brave and the Bold vol 1 #28 di Gardner Fox e Mike Sekowsky

justice-league-1950s
Con il rilancio di eroi come Flash e Green Lantern l’editor Julie Schwartz penso bene di rinverdire i fasti della JSA, il cui successo era gradualmente scemato nel secondo dopo guerra, con un nuovo team che nel nome si ispirava alle leghe professionistiche del baseball: Justice League of America.
In questa storia gli eroi si riunisco per la prima volta asssoluta per combattere un invasore alieno…
“Starro The Conqueror” porta in copertina la data del marzo 1960 ma uscì a dicembre del 1959 e di fatto è l’unica storia della JLA degli anni ’50.

Anni ’60 – Justice League of America vol 1 #29-30 di Gardner Fox e Mike Sekowsky

justice-league-1960s

Con la Silver Age e la nascita dell’idea di Multiverso, con l’idea che gli eroi della Golden Age vivissero su una Terra Parallela ovvero Earth-2, la DC da il via a quello che sarà un vero e proprio appuntamento fisso degli anni ’60 ovvero l’incontro fra la JLA e la JSA e non solo faremo infatti la conoscenza anche del Crime Syndicate of America di Earth-3.

Da segnalare: “Crisis on Earth One!” (Justice League of America vol 1 #21-22), “Snapper Carr—Super-Traitor!” (Justice League of America vol 1 #77), “The Origin of the Justice League” (Justice League of America vol 1 #9), “The Slave Ship of Space” (Justice League of America vol 1 #3), “Zatanna’s Search” (The Atom vol 1 #19, Hawkman vol 1 #4, Green Lantern vol 2 #42, Detective Comics vol 1 #336 and 355, Justice League of America vol 1 #51).

Anni ’70 – Justice League of America vol 1 #100-102 di Len Wein e Dick Dillin

justice-league-1970s
Gli anni ’70 portano la Lega a fronteggiare il tradimento della sua mascotte Snapper Carr ed al trasferimento nel satellite in orbita. Cambia anche la formazione con l’introduzione di Black Canary, Elongated Man e Red Tornado fra gli altri e soprattutto con il cambio di autori coinvolti con il coinvolgimento di Dick Dillin, Denny O’Neil, Len Wein e Gerry Conway.

Quello che non cambia però è l’usuale incontro con le controparti provenienti da Terre Parallele come questo con i Seven Soldiers of Victory.
Da segnalare: “Great Identity Crisis” (Justice League of America vol 1 #122), “The Long Way Home” (Justice League of America vol 1 #166-168), “Where on Earth Am I?” (Justice League of America vol 1 #123-124), “Earth’s First and Last Super-Hero!” (Justice League of America vol 1 #153), “Crisis on Earth-X!” (Justice League of America vol 1 #107-108).

Anni ’80 – Justice League #1-6, Justice League International #7 di Keith Giffen, JM DeMatteis e Kevin Maguire

justice-league-1980s

Dopo il fallimento del “periodo Detroit” la JLA riparte con una incarnazione che mischia personaggi noti e meno noti ed il cui fulcro è il tono più scanzonato delle sue avventure opera del duo Giffen/De Matteis che anticiperanno di qualche decennio un trend molto in voga negli ultimi anni.

Questa è senz’altro la JLA più globale mai vista tanto è vero che dopo mezza dozzina di numeri la serie viene ribattezzata Justice League International.

Da segnalare: “Crisis on New Genesis” (Justice League of America vol 1 #183-185), “Secret of Genesis” (Justice League of America vol 1 #193), “Crisis in the Thunderbolt Dimension” (Justice League of America vol 1 #219-220), “Hunters and Prey” (Justice League of America vol 1 #251-254), “The End of the Justice League” (Justice League of America Annual #2).

Anni ’90 – JLA #10-15 di Grant Morrison e Howard Porter

justice-league-1990s

Esaurita la vena della JLI e falliti alcuni esperimenti successivi, come Justice League Extreme, Grant Morrison rilancia la JLA innanzittutto riducendo il team ai 7 big ed osando avventure sempre cosmiche, grandiose come questa Rock of Ages in cui la JLA viaggia nel tempo per fermare un Darkseid che ha scoperta il segreto dell’Equazione Anti-Vita.

Da segnalare: “New World Order” (JLA #1-4), Kingdom Come #1-4, Justice League: The Nail #1-3, Justice League: A Midsummer’s Nightmare #1-3, JLA: Year One #1-2, “Club JLI” (Justice League America #33-34), “Hell on Earth” (Justice League America #37-40), “What’s Black and White and Black and White and Bl…” (Justice League Annual #4), “Destiny’s Hand” (Justice League America #72-75), “Family Ties” (Justice League Europe #11-12), “The Extremist Vector” (Justice League Europe #15-19), “Too Much Time” (Justice League Europe Annual #2).

Anni 2000 – JLA #50-54 di Mark Waid e Bryan Hitch

justice-league-2000s
A Grant Morrison succede Mark Waid ma il tono grandioso della JLA non muta. Waid infatti alterna storie come Tower of Babel a questa Divide We Fall in cui fa scontrare gli eroi con i propri alter-ego civili non disdegnando azione ed approfondimento sui personaggi.
Da segnalare: JLA/Avengers #1-4, JLA: Earth 2, “Tower of Babel” (JLA #43-46), “World War III” (JLA #36-41), JLA Classified #1-3, Formerly Known as the Justice League #1-6, DC: The New Frontier #1-6, Final Crisis #1-7, JLA/Hitman #1-2, “Local Hero” (Justice League Adventures #13), Justice #1-12, JLA: Liberty and Justice.

Articoli Correlati

I Marvel Studios hanno colto l’occasione degli auguri di San Valentino per ufficializzare il cast di Fantastic Four, il film in...

14/02/2024 •

18:00

Dracula avrà un ruolo centrale nella serie principale di Blood Hunt realizzata da Jed MacKay e Pepe Larraz, ma sarà...

14/02/2024 •

15:30

A maggio, una nuova miniserie antologica offrirà emozionanti storie ambientate sullo sfondo di Blood Hunt, compreso il debutto...

14/02/2024 •

14:30