Una storia che ha catturato la critica Giapponese; arriva anche da noi il Manga di Yoshitoki Oima pubblicato da Star Comics.

ASilentVoice1

“Koe No Katachi”. Questo è il titolo originale del Manga di Yoshitoki Oima che finalmente è giunto anche da noi. Da mesi lo stavo aspettando e ora ho modo di scriverne. Ma come? È difficile riuscire a parlare di A Silent Voice, dargli una posizione precisa per quanto i generi a cui appartiene (Slice of Life, Scolastico, Romantic Commedy) ci possano aiutare. Credo che il modo migliore per presentarlo sia dire che A Silent Voice è un Manga che da chiara voce a delle tematiche molto controverse che fanno parte della società dei nostri giorni e lo fa in modo schietto e diretto, così diretto che, pensate, quest’opera ha rischiato di non essere pubblicata nel suo paese d’origine. Siamo fortunati ad avere la possibilità di leggerlo. Tuttavia c’è qualcos’altro che rende questo Manga unico ed apprezzabile. Cosa? Leggete e lo saprete…

“Tutti siamo stati piccoli. Quando si è piccoli ogni nostro sforzo, qualsiasi esso sia, è concentrato in realtà verso una sola ed unica funzione: quella di non farci annoiare. Ed è lo stesso anche per Shoya Ishida, un bambino delle elementari in perenne lotta con la noia. Ishida non sopporta la noia e trova che ogni cosa che non possa aiutarlo a sconfiggerla sia inutile, in primis ciò che viene insegnato a scuola. Per questo motivo, ogni giorno, alla fine delle lezioni, Ishida con i suoi compagni si cimenta in prove di coraggio e giochi stupidi per superare la noia. Questo almeno fino a che i suoi compagni non decidono di lasciar perdere. Un giorno nella classe di Ishida si trasferisce una nuova ragazza, Shoko Nishimiya, la quale è sorda. Per questo motivo Ishida inizia a bullarsi di lei in modo continuo con scherzi sempre più cattivi circondato ed aiutato dai suoi compagni di classe. Con l’aggravarsi della situazione intervengono i professori della scuola ed Ishida viene accusato dai suoi stessi compagni di classe, come capro espiatorio, di essere il responsabile degli atti di bullismo nei confronti di Shoko la quale finirà poi per trasferirsi. Ishida diventa lui stesso bersaglio di scherzi ed atti di bullismo da parte dei suoi compagni. Finisce così per chiudersi sempre di più fino ad isolarsi e a cancellare ogni presenza ed amicizia intorno a sé. Giunto alle superiori, Ishida decide di “correggere tutti gli errori compiuti fino a quel momento”, tra cui anche quello di scusarsi con Shoko.”

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui