Bruce J. Hawker vol. 1, recensione Historica vol. 28 Mondadori Comics

Pubblicato il 15 Marzo 2015 alle 10:24

Arriva uno dei lavori più celebrati e amati del grande William Vance: Bruce J. Hawker! Non perdete le avvincenti avventure del più coraggioso tenente della marina inglese in un nuovo straordinario volume della collana Historica!

bruce hawker 1 historica 28

Ormai scrivere che la collana Historica di Mondadori Comics propone ogni mese materiale di qualità eccezionale è risaputo. Ma non si può evitare di puntualizzarlo quando si ha a che fare con un volume come quello oggetto di questa recensione. L’opera qui presentata è forse una delle più amate e celebrate di William Vance, maestro indiscusso del fumetto di area franco-belga, conosciuto per XIII e altri pregevoli esiti creativi.

La serie di Bruce J. Hawker ottenne sin dalla sua uscita uno straordinario successo di pubblico e di critica e coloro che non hanno avuto modo di scoprirla avranno a che fare con un fumetto intrigante e avvincente. La trama è ambientata tra il diciottesimo e diciannovesimo secolo ed è incentrata sulle intricate vicissitudini di vari componenti della marina inglese, la celeberrima Royal Navy spesso impegnata in aspre battaglie contro la flotta spagnola. Il protagonista assoluto è Hawker, tenente di vascello che guida la H.M.S. Lark.

E’ un uomo coraggioso e tormentato che ha subito un grave torto che ne ha compromesso non solo la carriera ma anche la vita affettiva. In questo volume che include i primi tre episodi della saga Vance ce lo presenta coinvolto in una pericolosa missione voluta dai suoi superiori. Si tratta di un incarico che è un eufemismo definire suicida (deve attaccare una potentissima flotta ispanica). Tuttavia, Hawker, uomo integerrimo e ligio al dovere, obbedisce agli ordini con esiti devastanti. Questo è però solo il pretesto che consente a Vance di delineare una story-line di ampio respiro, ricca di azione e colpi di scena, e con un nutrito cast di personaggi.

L’autore descrive quindi battaglie navali, inseguimenti, risse e delinea abilmente una molteplicità di tipologie umane: avventurieri senza scrupoli, nobili infidi, soldati valorosi, galeotti pericolosi e seducenti zingare come Rowana, uno dei character più amati della saga, e tutto si basa sui registri dell’avventura allo stato puro. Vance, però, pur rimanendo nell’ambito dell’intrattenimento, non si esime dall’affrontare tematiche importanti come quelle dell’istinto guerrafondaio tipico dell’animo umano, della mancanza di scrupoli del potere e dell’inettitudine e della codardia dei burocrati che spingono i sottoposti a rischiare la vita mentre loro se ne stanno al sicuro. E non manca la denuncia della vergogna dei cosiddetti arruolamenti forzati poiché i governi dell’epoca costringevano uomini sfortunati e persino bambini ad unirsi alla marina.

Del resto, se è vero che Hawker è idealista, e insieme a lui diversi suoi sottoposti, non è così con tutti gli attori di questo imponente dramma. Molti sono crudeli, spietati e corrotti e la rappresentazione degli ambienti della marina non è affatto idealizzata ma realistica e storicamente plausibile. I testi e i dialoghi sono secchi, senza fronzoli, tutto tranne che verbosi e retorici e risultano appropriati per il ritmo serrato e rocambolesco della storia.

Vance ha svolto un lavoro meraviglioso anche per ciò che riguarda i disegni. Il suo tratto è naturalistico e accurato e l’autore rivela una maniacale attenzione nei confronti di dettagli infinitesimali. Raffigura con bravura mozzafiato le navi, le armi, le divise, le squallide taverne dove i marinai incontrano donne di facili costumi, le distese degli oceani e gli inquietanti paesaggi notturni colpiti dalla pioggia scrosciante o lambiti da una nebbia dall’allure quasi gotica.

Nei primi due episodi, in particolare, Vance si concede vignette ampie e spaziose che ben si adattano al concetto della vastità degli oceani. Nel terzo, invece, il lay-out è più canonico e tradizionale ma sempre di qualità. Vanno poi segnalati gli splendidi colori, ora vividi e intensi, ora tenui e crepuscolari, di Petra, moglie di Vance e sua frequente collaboratrice. La presente edizione Mondadori Comics è preziosa pure per lo stupendo materiale extra in appendice composto da schizzi, illustrazioni, copertine e una breve storia di Hawker. Da non perdere.

Articoli Correlati

Dopo la chiusura dell’ultima serie di Guardians of the Galaxy il reparto cosmico della Marvel si è ridotto alla sola serie di...

06/01/2022 •

10:53

Dopo la breve pausa imposta dalle miniserie X Lives of Wolverine e X Deaths of Wolverine, descritte dallo scrittore Benjamin...

06/01/2022 •

10:36

La chiusura del maestoso ciclo mutante di Jonathan Hickman, che saluterà i fan subito dopo il crossover Inferno, consentirà...

06/01/2022 •

08:42