Cyrano Comics prova a dare una scossa al fumetto italiano con un genere da noi praticamente mai toccato: quello dei supereroi!!!

E-HEROES : L’alba dei super villains

cyrano-comics-comics-factory-19-1-heroes-l-alba-dei-super-villains-62181000190

Autori: Enrico Martini, Masaya Martina, Jacopo Bissoli, Davide Zuppini, Sogno Crepuscolare, Giancarlo Brun, Emiliano Fiumara, Elia Diliso, Valerio Bonandini, Raffaello Crepaldi, Luca De Felice, Massimiliano Loschiavo, Aldo Tocci
Editore: Cyrano Comics
Provenienza: Italia
Genere: Supereroistico
Formato: 20×29, incollato, 220 pp, b/n e colori
Prezzo: 7.90 euro

E-Heroes è un progetto molto ambizioso. Quando si parla di supereroi in Italia, il pensiero corre subito al fumetto americano. Il genere infatti da noi non è stato quasi mai affrontato, e quindi manca di precedenti di confronto o paragone. Edizioni scudo lanciò qualche anno fa un bando proprio per sovvertire questa tendenza, invitando vari autori e disegnatori a realizzare le loro storie super-eroistiche. Proprio i fumetti realizzati allora vanno a comporre questo albo edito da Cyrano Comics.
Un progetto lodevole quindi, che punta a dare una ventata d’aria fresca, ma che forse proprio nella sua ambizione e soprattutto nelle sue modalità d’origine trova i suoi difetti. Ma andiamo con ordine.

La trama è abbastanza classica per il genere: Hyperion, un essere tanto potente quanto misterioso, incantato dalla Terra e dai super-eroi che la popolano, decide di prendere possesso del pianeta per creare un mondo utopico e ideale. Per fare ciò si affida a suo figlio, Helios, che però dimostra subito di amare le maniere forti: nella seconda storia osserveremo la distruzione di Berlino (e non New York per una volta), che farà presagire un futuro poco piacevole per il nostro mondo natale.
A chi toccherà fermare Helios? Ad eroi nostrani: Drako, sorta di cavaliere medievale, l’energico in tutti sensi Blaster, Arlecchino, il protagonista nelle intenzioni,  e una miriade di altri personaggi. Ogni storia punta a presentarli, narrarci le origini, talvolta tragiche e difficile, di questi personaggi, e contemporaneamente a portare avanti la trama.

Se qualcuno ha letto Invincible, avrà presente il genere di questo fumetto: una grossa parodia affettuosa velata ( talvolta neanche troppo) di tutti gli stereotipi e i personaggi dei comics americani (ma anche dei cine-comics) che però punta contemporaneamente a voler dire la sua, magari in maniera più adulta e seria di quel che sembri. Non sono però riuscito sinceramente a farmi rimanere in testa molto di quello visto in questo album: il grosso difetto di E-Heroes è proprio la mancanza di una sua identità, di un qualcosa che gli dia un tocco di riconoscibilità e sappia andare oltre il citazionismo.

Come già detto prima, questo difetto è probabilmente riconducibile alla particolare modalità d’origine di questa, di fatto, raccolta: il provenire da molti autori sicuramente crea un senso di cambiamento continuo ma anche di disomogeneità e talvolta confusione nel riconoscere i personaggi.
Gli stili utilizzati dai vari autori spaziano dall’ispirazione classica bonelliana ad uno stile che richiama il manga: ci sono però grosse differenze qualitative tra una storia e l’altra: senza scendere nello specifico, già tra le prime due storie si può avvertire una netta spaccatura. La stessa trama sembra talvolta svilupparsi in maniera lineare per poi perdersi forse un po’ inutilmente.

I personaggi presentati sono tanti, tantissimi, quasi troppi: il lettore dovrà tentare di metterli tutti nella sua memoria, e questo bombardamento di personaggi alla lunga si rivela un po frastornante, soprattutto perché l’intenzione è di approfondire ogni singola storia, cosa difficilmente realizzabile in 200 pagine.
Le copertine sono di ottima fattura: ben realizzate, qui l’ironia non stona ma anzi strappa un sorriso e fa apprezzare di più la citazione.

E-Heroes non è affatto un brutto prodotto, si vede che ha dietro un grande lavoro e un grande sforzo, sia nel realizzare storie che nel metterle insieme. Lascia un po’ di amaro in bocca ma forse, dato il formato, era inevitabile ricadere nei difetti che l’albo ha.
Se però siete curiosi, o amate il genere super-eroistico sopra ogni cosa, E-Heroes può essere un acquisto azzeccato. La speranza è che comunque si continuino a provare operazioni come questa, che non posson che far bene al fumetto italiano.

Voto: 6.5

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui