Cane zoppo | Recensione

Pubblicato il 21 Febbraio 2024 alle 08:00

Un albo illustrato divertente e dal ritmo incalzante che spiega l’importanza del valore dell’amicizia rispetto a quello dei beni materiali. Un testo asciutto e guizzante accompagnato da vivaci e fantasiose illustrazioni che lo rendono un libro davvero irresistibile.

Testi: Marisa Vestita
Illustrazioni: Giulia Pastorino
Casa Editrice: Edizioni Clichy
Genere: Comico
Fascia di età: dai 4 anni
Pagine: 40 pp.
Formato: 24×30 cm, Cartonato
Uscita: Febbraio 2024
Prezzo: 21 €

Alfredo Paniconi
Alfredo Paniconi
2024-02-21T08:00:28+01:00
Alfredo Paniconi

Un albo illustrato divertente e dal ritmo incalzante che spiega l’importanza del valore dell’amicizia rispetto a quello dei beni materiali. Un testo asciutto e guizzante accompagnato da vivaci e fantasiose illustrazioni che lo rendono un libro davvero irresistibile. Testi: Marisa Vestita Illustrazioni: Giulia Pastorino Casa Editrice: Edizioni Clichy Genere: Comico Fascia di età: dai 4 anni Pagine: 40 pp. Formato: 24×30 cm, Cartonato Uscita: Febbraio 2024 Prezzo: 21 €

A tutti sarà capitato da bambini di confrontarsi con gli amici riguardo i propri giocattoli preferiti, le proprie collezioni o altri oggetti a cui eravamo molto legati. Spesso capitava che si innescasse una vera e propria sfida a chi aveva le cose più belle, rare o esclusive. Si cercava di instillare negli altri una piccola invidia ma anche un gioco al rialzo su chi avesse i giocattoli più incredibili. In Cane zoppo, questo gioco e sfida tra bambini viene raccontato con un risvolto molto buffo e divertente. L’albo illustrato in questione è scritto da Marisa Vestita, illustrato da Giulia Pastorino e pubblicato da Edizioni Clichy nel febbraio 2024.

La storia, come dicevamo, vede la contrapposizione tra due bambini. Il primo a parlare sfoggia tantissimi giocattoli e collezioni incredibili. Bellissime figurine, una collezione di macchinine e mille fantastici dinosauri. Oggetti davvero desiderabili che però non lascia toccare al suo amico. E in cui spera anche di instillare una certa invidia. Ma l’altro dal canto suo non prova niente di tutto questo. Perché lui ha una cosa ancora migliore. Un cane zoppo! Si innesca quindi un esilarante dialogo tra due bambini in cui scatta il meccanismo di voler primeggiare sugli altri. Il secondo bambino infatti presenta il suo cane zoppo come un irresistibile antieroe in grado di portare a termine delle imprese a dir poco assurde e incredibili. A quel punto sarà proprio il primo bambino, che con nonostante tutti i suoi giocattoli, prova invidia e vuole anche lui un cane zoppo come quello del suo amico.

Cane Zoppo 1

Testi, illustrazioni e cura editoriale

Marisa Vestita, è un’illustratrice e anche autrice che è alla sua prima pubblicazione con Edizioni Clichy. Invece Giulia Pastorino l’abbiamo già incontrata con due bellissimi libri, sempre usciti con Clichy. Il primo, scritto da Elena Levi, Più grande di te e il secondo scritto da Davide Calì, Ehi laggiù, basta così.

L’autrice del testo qui mette in scena una bellissima storia posta sulla contrapposizione. Non con un botta e risposta alternato. Ma suddiviso in due parti. Una prima parte raccontata da un bambino e la seconda dal bambino interlocutore. Ne esce fuori quindi una spassosa lettura che insegna l’importanza delle cose che davvero contano. La futilità dei beni materiali e anche il valore della diversità. Infatti il messaggio finale passa attravero l’apprezzamento di un animaletto menomato, perché il suo padroncino lo ama più di ogni altra cosa. Questo valore lo esprime così bene da trasmetterlo anche al bambino che inizialmente voleva suscitare la sua invidia con i suoi giocattoli. Dunque esistono delle cose che non hanno un valore che si può comprare. Sono tutte quelle che hanno un valore sentimentale e affettivo. E questo messaggio in questo libro è trasmesso in maniera dolce e chiara.

Ovviamente in tutto ciò, le meravigliose illustrazioni di Giulia Pastorino rendono questo albo ancor più prezioso, divertente e dinamico. L’inconfondibile stile dell’illustratrice rappresenta i due bambini protagonisti e il chiuaua in maniera perfettamente caratterizzata. Spettacolari le collezioni che sfoggia il primo bambino e buffissime le imprese in cui il cane zoppo viene raffigurato. Come ogni albo illustrato dalla Pastorino, ci si innamora subito dei personaggio, ci si perde in tutti i dettagli e si rimane abbagliati dai colori vivi e perfettamente abbinati.

Ancora una volta Edizioni Clichy pubblica un albo illustrato di grande valore. Sia per quanto riguarda le illustrazioni, che abbiamo ampiamente apprezzato per gli albi illustrati dalla Pastorino (e non solo), ma anche nel testo, nel messaggio e infine nella confezione del libro. Ottima come sempre la stampa che valorizza al massimo le pagine pullulanti di illustrazioni piene di colori vibranti e gioiosi.

Conclusione – Cane zoppo

Cane zoppo è un albo illustrato che andrebbe consigliato a prescindere. Ogni elemento di questo libro è perfettamente calibrato per renderlo una lettura per bambini imperdibile. Il messaggio veicolato è uno dei più importanti da trasmettere alle giovani generazioni. Cioè, i limiti del materialismo e del consumismo, in favore di quelli più durevoli e importanti dell’affetto e l’amicizia. Il tutto trasmesso attraverso una narrazione e delle illustrazioni irresistibilmente esilaranti. In conclusione, Cane zoppo è un albo illustrato che andrebbe tenuto nella propria libreria come perfetta rappresentazione di un libro ottimamente realizzato. Una lettura che fa divertire dall’inizio alla fine, ma che lascia anche un messaggio importante e da diffondere assolutamente.

In Breve

Testi

9

Illustrazioni

9

Cura Editoriale

9

Sommario

Per chi è alla ricerca dei valori sentimentali davvero importanti e lontani dal consumismo sfrenato ed ostentato

9

Punteggio Totale

Articoli Correlati

Tra gli studi ci animazione giapponesi, Pierrot è tra quelli più famosi di sempre a livello globale. Infatti è grazie a questo...

21/04/2024 •

14:59

La seconda parte del manga di Boruto: Two Blue Vortex ha iniziato a preparare il terreno per il conflitto principale. E infatti...

21/04/2024 •

13:00

Pare che il film di Yuri On Ice sia stato ufficialmente cancellato, stando all’annuncio recente e inaspettato rilasciato...

21/04/2024 •

11:44