Le menti dietro la Trilogia del Cornetto (L’alba dei morti dementi, Hot Fuzz, La fine del mondo) e Paul (Simon Pegg, Nick Frost) insieme a Nat Saunders e James Serafinowicz si cimentano con una serie tv Truth Seekers unendo gli elementi che hanno fatto la loro fortuna sul grande schermo, sovrannaturale e commedia e che arriva giusto in tempo per una scorpacciata di Halloween su Amazon Prime Video il 30 ottobre.

Truth Seekers – la trama e il cast

Truth Seekers segue una squadra di investigatori paranormali part-time uniti per scoprire e filmare avvistamenti di fantasmi in tutto il Regno Unito, condividendo le loro avventure tramite un canale online. Mentre sorvegliano chiese infestate da fantasmi, bunker sotterranei e ospedali abbandonati con la loro gamma di aggeggi casalinghi che rilevano i fantasmi, le loro esperienze soprannaturali diventano sempre più frequenti, più terrificanti e persino mortali e conducono alla scoperta di una cospirazione che potrebbe causare l’Armageddon per l’intera razza umana.

Nel cast della serie i due co-creatori, Nick Frost, nel ruolo di Gus, Simon Pegg nei panni di Dave, insieme a Samson Kayo nel ruolo di Elton, Malcolm McDowell nei panni di Richard, Emma D’Arcy nel ruolo di Astrid e Susan Wokoma nei panni di Helen.

Truth Seekers – una comedy che fa davvero paura

Truth Seekers, recensione della serie nerd Amazon

L’aspetto che colpisce di più di Truth Seekers è che, pur scimmiottando il mondo e le serie/reality dei Ghost Hunters e simili, non diviene una caricatura di sé stessa ma trova il giusto equilibrio fra comedy e horror, marcando nel modo giusto questo secondo aspetto e rendendo davvero spooky le case infestate che i protagonisti vanno a visitare. Una comedy che insomma riesce a fare paura oltre a strappare un sorriso, mentre sullo sfondo si dipana il mistero che avvolge i protagonisti. Perché come ogni mystery che si rispetti, ognuno di loro ha un segreto che non è pronto a svelare all’inizio agli altri, e quindi anche agli spettatori, che si imbarcano con loro in questo “viaggio di formazione sovrannaturale”.

Proprio come Upload, Truth Seekers punta sull’orizzontalità della storia più che sui casi episodici, disperdendo indizi sui segreti dei protagonisti per svelarli pian piano, rendendo gustoso tanto il binge watching quanto la visione più centellinata delle puntate (che durano mezz’ora e quindi sono il perfetto ghost break di questi giorni halloweeneschi.

Sarà l’ambiente e l’atmosfera british, ma l’effetto della caratterizzazione dei personaggi risulta gradevole, equilibrata, tra la sciatteria di Gus, la timidezza di Elton e Helen, l’apparente spavalderia di Richard e Astrid. Il risultato è insomma un incrocio fra la dolcezza/nullafacenza di Deadbeat e una più riuscita chimica e dinamica di Ghosted, che più o meno giocava sullo stesso binario: due protagonisti agli antipodi si ritrovano inaspettatamente partner per (s)cacciare fantasmi mentre cercano di trovare un equilibrio nelle proprie vite. Intelligente e interessante il mescolare le storie secolari di fantasmi con la iper-tecnologia del 4-6-8G della fibra internet che Gus e Elton devono installare nelle case apparentemente infestate – un pretesto perfetto per unire pragmatismo e eventi inspiegabili.

Ciliegina sulla torta sulla serie non tanto il cameo di Simon Pegg, nei panni del capo apparentemente imbranato di Gus e Elton, con tanto di parrucchino, bensì quello di Malcolm McDowell che mostra tutta la verve che aveva già dimostrato per Amazon in Mozart in the Jungle. E ce ne sarà anche uno femminile, ma non vi diciamo quale! Per scoprirlo fatevi una bella scorpacciata di Truth Seekers!

Recuperate l’inizio della Trilogia del Cornetto con L’Alba Dei Morti Dementi in blu-ray!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui