“Chewie. Siamo a casa”

Viene in mente questa citazione di Star Wars guardando la nuova serie animata Netflix che va ad espandere l’universo di un’altra saga cinematografica, che ora ha anche una costola televisiva: Jurassic World Nuove avventure in arrivo il 18 settembre.

Intitolata in originale Camp Cretaceous la serie animata ci fa fare un viaggio all’interno del parco che è lo scenario del primo Jurassic World. Composta da 8 episodi e prodotta, tra gli altri, dagli stessi Frank Marshall, Colin Trevorrow e Steven Spielberg, la serie riprende le atmosfere e lo spirito che ha fatto la fortuna della saga al cinema.

Ambientata quindi nella linea temporale della nuova trilogia Jurassic World, la serie animata segue un gruppo di sei adolescenti intrappolati in un nuovo campo avventura sul lato opposto dell’Isla Nublar. Quando si svolgono gli eventi del film e si scatenano i dinosauri su tutta l’isola, i ragazzi si rendono conto che la propria sopravvivenza dipende solo da se stessi e dai loro compagni di campeggio. Senza la possibilità di raggiungere il mondo esterno, i giovani protagonisti passeranno dall’essere perfetti sconosciuti al diventare amici, fino a essere quasi una famiglia, unita per sopravvivere ai dinosauri e scoprire segreti così profondi da minacciare il mondo stesso.

Jurassic World: Nuove avventure intona i temi cari a Spielberg e alla saga, come i valori della famiglia, dell’amicizia, del rapporto genitori-figli in particolare quello del “protagonista” (pur essendo una serie corale). Tematiche sviluppate e raccontate attraverso una buona animazione che emerge soprattutto sui dinosauri e sulle creature del parco.

La serie non manca di plot twist e cliffhanger da un episodio all’altro per invogliare il binge watching del servizio che la ospita e al tempo stesso gioca molto sull’elemento action e avventuroso, per trovare nuovi sistemi con cui i dinosauri possono minacciare i (in questo caso giovani) umani e nuovi stratagemmi per questi ultimi per liberarsene.

La serie animata si rifà però anche a classici come Stand By Me e I Goonies in cui sono i ragazzi i protagonisti, gli adulti non ci sono – sono assenti – inutili e la forza e la soluzione sta nell’amicizia, nel fare squadra, nel lavoro di gruppo. Che è quello che dovranno imparare l’uno dall’altra i nostri sfortunati giovani protagonisti che si ritrovano in pericoli molto più grandi – e antichi – di loro in questa avventura a Camp Cretaceous.

Al tempo stesso, la serie animata cerca di espandere l’universo, crearne una costola anche cinematografica, per gli spettatori più giovani ma non solo, per non fermare l’immaginario sui dinosauri che “risorgono”, un po’ come aveva fatto il corto di Trevorrow dell’anno scorso. In questo caso la serie apre anche a una possibile seconda stagione nel finale, il tutto per intrattenere il pubblico in attesa del terzo ed ultimo capitolo della nuova trilogia, ritardato anche a causa della pandemia in corso. Forse sarebbe stata una buona idea creare una serie live action ma allo stesso tempo visto anche il periodo particolare che stiamo vivendo anche produttivamente l’animazione era la scelta più libera creativamente, intelligente e funzionale.

Jurassic World: Nuove Avventure è quindi una serie per tutta la famiglia, che espande l’universo già conosciuto senza aggiungere effettivamente nulla, ma è sempre un piacere tornare nel parco di dinosauri più famoso di sempre.

Recuperate la Jurassic 5 Movie Collection in blu-ray!!

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST