Viaggi nel tempo, universi alternativi: stare dietro a tutte queste storyline può far venire il mal di testa ma può essere anche un irresistibile passatempo seriale. E’ con questo spirito che, se avete amato Dark la serie tedesca originale Netflix e la sua complessità narrativa (qui la nostra recensione dell’ultima stagione e qui un approfondimento sul finale) vi consigliamo altre cinque (in realtà sei) serie tv che potrebbero piacervi.

5Alcatraz e 22.11.63

telegram_promo_mangaforever_3

Iniziamo con due stagioni “uniche”, entrambe prodotte da J.J. Abrams, una perché cancellata l’altra perché miniserie, che ben racchiudono lo spirito del viaggio nel tempo da un lato e quello degli universi paralleli dall’altro, legandoli alla Storia con la S maiuscola e le possibili conseguenze storiche degli stessi.

Alcatraz, andata in onda su FOX, ha come protagonista Rebecca Madsen una detective del San Francisco Police Department che sta indagando su un atroce caso d’omicidio, quando si ritrova con un’impronta appartenente a Jack Sylvane, un criminale che era rinchiuso nella vecchia prigione di Alcatraz e che era dato per morto da decenni.

Nell’approfondire il mistero, l’agente federale Emerson Hauser (Sam Neill) tenta inizialmente di ostacolarla, per poi affiancarla nelle indagini.

Presto la detective si renderà conto che Sylvane è solo una piccola parte di un mistero molto più grande: altri prigionieri stanno infatti per riapparire dal passato e non sono invecchiati di un giorno.

22.11.63 (in originale 11.22.63 perché gli Americani scrivono le date in modo diverso) è invece una miniserie di HULU basata sull’omonimo romanzo di Stephen King che per la prima volta ha riunito il maestro della letteratura di genere al prolifico J. J. Abrams (e i due si ritroveranno in Castle Rock sempre su HULU).

L’insegnante di liceo Jake Epping (James Franco al suo primo ruolo da protagonista in tv) si ritrova a viaggiare nel tempo per cercare di impedire l’assassinio di JFK, ma dovrà vedersela con Lee Harvey Oswald (qui interpretato da Daniel Webber), un amore imprevisto e con il passato, che non vuole essere cambiato. Curiosamente, la sigla JFK corrisponde alle iniziali dei nomi coinvolti (JJ, Franco, King).

Indietro

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui