Le 5 serie TV da recuperare se ti è piaciuto Dark

Pubblicato il 29 Agosto 2020 alle 13:00

Viaggi nel tempo, universi alternativi: stare dietro a tutte queste storyline può far venire il mal di testa ma può essere anche un irresistibile passatempo seriale. E’ con questo spirito che, se avete amato Dark la serie tedesca originale Netflix e la sua complessità narrativa (qui la nostra recensione dell’ultima stagione e qui un approfondimento sul finale) vi consigliamo altre cinque (in realtà sei) serie tv che potrebbero piacervi.

Alcatraz e 22.11.63

Iniziamo con due stagioni “uniche”, entrambe prodotte da J.J. Abrams, una perché cancellata l’altra perché miniserie, che ben racchiudono lo spirito del viaggio nel tempo da un lato e quello degli universi paralleli dall’altro, legandoli alla Storia con la S maiuscola e le possibili conseguenze storiche degli stessi.

Alcatraz, andata in onda su FOX, ha come protagonista Rebecca Madsen una detective del San Francisco Police Department che sta indagando su un atroce caso d’omicidio, quando si ritrova con un’impronta appartenente a Jack Sylvane, un criminale che era rinchiuso nella vecchia prigione di Alcatraz e che era dato per morto da decenni.

Nell’approfondire il mistero, l’agente federale Emerson Hauser (Sam Neill) tenta inizialmente di ostacolarla, per poi affiancarla nelle indagini.

Presto la detective si renderà conto che Sylvane è solo una piccola parte di un mistero molto più grande: altri prigionieri stanno infatti per riapparire dal passato e non sono invecchiati di un giorno.

22.11.63 (in originale 11.22.63 perché gli Americani scrivono le date in modo diverso) è invece una miniserie di HULU basata sull’omonimo romanzo di Stephen King che per la prima volta ha riunito il maestro della letteratura di genere al prolifico J. J. Abrams (e i due si ritroveranno in Castle Rock sempre su HULU).

L’insegnante di liceo Jake Epping (James Franco al suo primo ruolo da protagonista in tv) si ritrova a viaggiare nel tempo per cercare di impedire l’assassinio di JFK, ma dovrà vedersela con Lee Harvey Oswald (qui interpretato da Daniel Webber), un amore imprevisto e con il passato, che non vuole essere cambiato. Curiosamente, la sigla JFK corrisponde alle iniziali dei nomi coinvolti (JJ, Franco, King).

Travelers

Una serie canadese tenuta in vita da Netflix (che la distribuisce da noi) per tre stagioni con protagonista Eric McCormack (proprio Will di Will & Grace) nei panni di uno dei tanti “viaggiatori” (i travelers del titolo).

Si tratta di agenti speciali che per impedire il collasso della società in un futuro post-apocalittico, inviano le proprie coscienze indietro nel tempo e le trasferiscono nel corpo di individui del presente sul punto di morire, per minimizzare l’impatto inaspettato sulla linea temporale.

Tra vecchia (futura) e nuova (presente) vita, il gruppo ne deve bilanciare i molteplici aspetti, salvaguardare la linea temporale e, al solito, salvare il mondo dall’Apocalisse.

Lost

La serie tv che ha cambiato per sempre la tv, dopo Twin Peaks.

La serie che ha giocato con le domande (tante) e le risposte (poche) nella mente degli spettatori di episodio in episodio, di settimana in settimana, di stagione in stagione, rendendo il chiacchiericcio intorno ad essa un fenomeno di massa mondiale di proporzioni enormi anche dal punto di vista delle ripercussioni narrative su ciò che è venuto dopo nella serialità.

Un incidente aereo, un’isola sperduta, una lotta per la sopravvivenza che si rivela una lotta con se stessi e con il proprio passato: tra orsi polari, fumo nero e vari misteri inspiegabili, Lost ha giocato e fatto il successo (e l’insuccesso) dei suoi protagonisti e dei suoi creatori, fra cui proprio J.J. Abrams e Damon Lindelof.

Fringe

La serie più vicina a Dark insieme a Counterpart, Fringe ci ricorda che la fantascienza che funziona meglio è quella in cui la spiegazione alla base è estremamente umana.

In tutto il mondo si stanno verificando degli eventi apparentemente inspiegabili, fenomeni soprannaturali, legati a un ramo della scienza chiamato “Fringe” (letteralmente il confine fra spiegabile e inspiegabile).

Quando il volo internazionale 627 (proprio come in Lost), partito da Amburgo, atterra a Boston con tutti i passeggeri e i componenti dell’equipaggio morti, l’agente dell’FBI Olivia Dunham (Anna Torv) è chiamata a risolvere il caso e dovrà chiedere aiuto a uno scienziato, il Dr. Walter Bishop (John Noble), ora rinchiuso in un istituto psichiatrico dopo degli esperimenti falliti, e al di lui figlio, Peter (il Joshua Jackson di Dawson’s Creek), che, nonostante abbia un’intelligenza alquanto sopra la norma come il padre, non si è mai laureato e ha vissuto di truffe e inganni, avvantaggiati dal suo spiccato ingegno.

Il trio dovrà venire a capo di ciò che sta accadendo nel mondo.

Counterpart

Purtroppo inedita in Italia e purtroppo composta solamente da due stagioni, per noi la serie dell’anno nel 2018.

Due universi paralleli, esistenti da un certo punto nella nostra storia quando il mondo si è “spaccato”. Pochi ne sono a conoscenza. E’ così che tutto – città e personaggi compresi – hanno una loro controparte (come da titolo).

Un avvincente e attuale ritratto spionistico ricco di colpi di scena della società odierna e con J.K. Simmons fenomenale in un doppio ruolo, come quasi tutti gli attori protagonisti.

Assolutamente da non perdere. Peccato davvero non abbia ancora una casa in Italia.

Recuperate la serie completa di Fringe in Blu-Ray!!

TAGS

Articoli Correlati

One Piece ha ripreso la sua regolare serializzazione settimanale dopo la pausa di un mese di Eiichiro Oda in vista...

15/08/2022 •

19:00

Successivamente ad alcune notizie spesso non confermate, questa volta abbiamo una dichiarazione ufficiale direttamente dalla...

15/08/2022 •

16:30

I lettori di Dragon Ball Super nello scorso capitolo hanno visto scagliare il più forte attacco di Granolah durante un violento...

15/08/2022 •

14:00