Final Fantasy VII: On the Way to a Smile è composto da alcuni racconti che si svolgono tra gli eventi narrati in Final Fantasy VII, il videogioco più rappresentativo e amato dell’intera saga, uscito per la prima volta per PlayStation nel lontano 1997, e il film in CGI Final Fantasy VII: Advent Children, distribuito nel 2005 in Giappone e arrivato in Europa l’anno successivo grazie a Sony Pictures.

Inizialmente la storie hanno avuto una pubblicazione autonoma: per esempio Episode: Denzel era stato pubblicato a capitoli sul sito ufficiale di Advent Children dal settembre 2005 per poi essere riproposto insieme a Episode: Tifa nel volume Final Fantasy VII: Advent Children Prologue di V Jump. Ma nel 2009 i vari episodi sono stati aggregati in questo volume, insieme ad alcuni inediti, in occasione dell’uscita di una nuova edizione di Advent Children.

Il volume era stato pubblicato finora in sole 4 lingue nel mondo, ovvero giapponese, inglese, spagnolo e francese; ma ora finalmente anche i fan italiani potranno leggere nella loro lingua madre le avventure “perdute” di alcuni dei personaggi più amati della storia dei videogiochi.

A scrivere le storie contenute nel volume troviamo Kazushige Nojima, sceneggiatore e scrittore giapponese noto soprattutto per i suoi lavori in Final Fantasy VII, VIII, X e X-2 e per la serie Kingdom Hearts, sempre di Square Enix.

Nojima, inoltre, ha supervisionato, seppure in vari ruoli, tutte le opere videoludiche presenti in quella che è conosciuta come Compilation of Final Fantasy VII, ovvero l’insieme di tutto il materiale inerente al mondo visto nel videogioco, tra cui non possiamo non citare Before Crisis: Final Fantasy VII (un gioco basato su FFVII per i dispositivi mobile) e Crisis Core: Final Fantasy VII (uno dei migliori giochi per la prima console portatile di casa Sony, PSP).

Insomma, pochi avrebbero potuto essere considerati più adatti a scrivere nuove storie su personaggi tanto amati dal grande pubblico, il ricordo delle cui avventure riesce ancora a scaldare gli animi, soprattutto adesso con l’uscita della prima parte di Final Fantasy VII: Remake.

Il volume, nella sua edizione definitiva, include sei storie dedicate a sei personaggi importanti della saga di Final Fantasy VII (ma ovviamente non sono omessi personaggi fondamentali come Cloud e Sephiroth), ovvero Denzel, il ragazzino visto nel film Advent Children, Tifa, amica e compagna in Avalanche di Cloud, Barret, l’ex capo del gruppo Avalanche, Nanaki (o Red XIII), ex compagno di Cloud e frutto degli esperimenti scientifici dello scienziato Hojo, Yuffie, personaggio bonus nell’originale Final Fantasy VII, e l’ultimo Shinra, o meglio Rufus Shinra (il presidente della società omonima durante buona parte del gioco originale) e i Turks, che, per chi non se lo ricordasse, erano i membri di un corpo speciale della Shinra, che si occupavano degli affari meno puliti della società. Inoltre i racconti sono divisi anche in base al Life Stream, che sarà bianco o nero e ciascuno è dedicato a un protagonista del gioco originale…

La storia è sicuramente interessante per tutti i fan del videogioco, che vedranno finalmente  svelati alcuni periodi della storia che finora ignoravano, ma ovviamente sarà piuttosto ostica per i neofiti del capitolo di Square Enix, che magari inizieranno a giocarlo per la prima volta solo con il Remake da poco uscito, dato che presuppone almeno la conoscenza basilare della trama del gioco originale e dei personaggi principali; infatti non esiste alcun extra che illustri in qualche modo gli eventi pregressi e sia di aiuto a chi vuole immergersi qui per la prima volta in FFVII.

La lettura è in ogni caso agevole e saprà divertire e incuriosire chi vorrà dare una possibilità a questo volume.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui