Anche DC’s Legends of Tomorrow ritorna dopo un mese di assenza complice l’epidemia di Coronavirus che bloccato i palinsesti anche per serie come questa che sono state già girate interamente.

Avevamo lasciato le Leggende con un episodio che salutava definitivamente, seppur con un po’ di amaro in bocca, Ray Palmer e Nora Dahrk – la nostra recensione QUI – e quindi anche quel generoso interprete che è stato Brandon Routh.

Il tutto mentre il piano di Constantine per risolvere il problema degli encore e di Astra si era concretizzato intorno al Telaio delle Parche, potentissimo artefatto con cui si sarebbe dovuta riscrivere la storia stessa di Astra. Il tutto sullo sfondo della rivelazione di Charlie che si era palesata proprio come una delle Parche in fuga dalle sue sorelle dopo aver smontato e sparso i pezzi del telaio in varie epoche storiche. La prima tappa era stata la Londra del 1594 dove le Leggende avevano aiutato William Shakespeare a concludere il suo Romeo e Giulietta.

Nell’episodio di questa settimana intitolato Zari, Not Zari, le Leggende si rendono presto conto che il loro piano è stato scoperto dalle sorelle di Charlie.

Inizia così una corsa contro il tempo e contro Atropos che porterà Charlie, Constatine e Sara nella British Columbia su quello che sembra il set di… Supernatural!

Zari intanto cerca di capire chi è veramente e su consiglio di Behard si reca all’interno del gioiello che dà loro i poteri mentre Mick e Ava cercano di migliorare il rapporto di quest’ultimo con la figlia.

È lì infatti che Charlie ha nascosto il secondo pezzo del Telaio ma Atropos sembra avere la meglio tanto da recarsi direttamente sulla Waverider per recuperare anche il primo. Ma le Leggende con un po’ di fortuna e qualche piccola sorpresa – come mai Sara è immune al potere della stessa Atropos – riescono ad avere la meglio ma non senza un sacrificio…

Al netto del crossover “virtuale” con Supernatural, Zari, Not Zari è un solidissimo episodio che mostra l’altrettanto solido nucleo narrativo di questa Stagione 5 che trova tanto in Charlie quanto in John Constantine il suo fulcro.

La prima parte dell’episodio tuttavia non è brillante con le due sotto trame – quella di Zari che dà anche il titolo all’episodio e Mick – che faticano sia a coinvolgere davvero lo spettatore sia a far decollare per ritmo l’episodio stesso.

Fortunatamente però lo spazio viene presto lasciato al trio composto da Constantine, Sara e Charlie con il primo scontro con Atropos che prepara il terreno per il finale di puntata in cui la componente drama trova una collocazione organica e concreto in seno allo sviluppo generale della stagione e del personaggio di Zari.

Proprio lo scontro con Atropos però è anche foriero di alcuni indizi che potrebbero benissimo essere approfonditi e sviluppati nei prossimi episodi come ad esempio quello legato a Sara che sopravvive al potere di Atropos.

Zari, Not Zari quindi solidifica il punto di vista degli eroi nell’ottica del filone narrativo principale e rilancia la proverbiale palla ora ai cattivi che dovranno dimostrare tutta la loro “sostanza”.

DC’s Legends of Tomorrow dimostra con questo episodio la bontà di questa Stagione 5 a dispetto di qualche passaggio ancora non propriamente perfetto.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui