Riverdale aveva ripreso la sua corsa la scorsa settimana dopo la prolungata pausa natalizia con un episodio che, sfruttando il mio troppo abusato topos della “letteratura” teen sulla finale del campionato di football liceale, era servito soprattutto a fare il punto della situazione e rafforzare i vari equilibri creatisi nei vari filoni narrativi – la nostra recensione QUI.

Nello specifico Archie stava imparando a convivere con lo zio Frank mentre Veronica aveva subito una prima sconfitta nella “guerra del rum” contro il padre salvo poi allearsi inaspettatamente con Cheryl per unire alla ricetta di famiglia lo sciroppo d’acero ed evitare problemi di brevetti.

Betty e Jughead erano finiti nel mezzo della rivalità fra la Riverdale High e la Stonewall Prep fra l’inaspettato invito di Yale allo stesso Jug e la risolutezza di Betty nel voler screditare la scuola e con lei il suo studente più in vista ovvero Bret.

Da qui quindi riprende l’episodio di questa settimana intitolato Quiz Show.

Betty si prepara alla sfida contro la Stonewall Prep nell’annuale Quiz cercando qualsiasi tipo di informazione che possa mettere in cattiva luce Bret ma finendo per litigare con Jughead che è costretto a confessarle di essere stato ammesso a Yale e di aver usato la storia del Black Hood per salvare il suo libro dei Baxter Brothers.

Cheryl e Veronica invece devono cercare di avviare il loro business lontano dagli attacchi di Hiram. Archie invece inizia a sospettare che la fiducia accordata alla zio sia mal riposta dopo che alla Andrews Constructions iniziano i primi malumori causati dalla mancanza della paga.

Betty frustrata dalla litigata con Jug scopre di non essere stata ammessa a Yale per colpa delle malefatte del padre. Le rimane quindi solo la finale del Quiz Show per dimostrare il suo valore ma l’aiutino propostole dalla madre, pur rifiutato, le sarà fatale ma soprattutto costringerà Jug a sfidare Bret a duello secondo le regole della loro società segreta.

Quiz Show continua nel solco degli ultimi episodi di Riverdale: episodi solidi, dal ritmo di discreto ma che mancano di mordente sotto parecchi punti di vista.

Questa settimana, nel tentativo di rendere più appetibile una sceneggiatura fiacca, l’attenzione viene spostata interamente su Betty e Jughead assistendo di fatto alla loro prima crisi causata dai molti fattori di stress che attanagliano i due in maniera parallela ma speculare.

Questo però non basta così come l’oramai immancabile scena in prolessi finale che dovrebbe costituire la spina dorsale di questa Stagione 4 ma che di fatto sta perdendo di mordente a causa dei risicatissimi indizi disseminati nel corso degli undici episodi finora trasmessi.

Non riescono a risollevare le sorti dell’episodio neanche i filoni narrativi legati agli altri due protagonisti. Sicuramente più interessante quello di Veronica ma da dimenticare quello di Archie che pare essere un semplice riempitivo senza particolari sbocchi narrativi.

Anche la regia è distratta mancando di quella perizia e a volte di quelle piccole intuizioni che rendono interessanti la visione e mantengono alta l’attenzione.

In definitiva quindi l’ennesimo episodio che non riesce ad andare oltre la sufficienza svolgendo il suo compito senza infamia né lode. Per Riverdale è ora di dare una decisa sterzata!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui