Nell’episodio della scorsa settimana di Supergirl – la nostra recensione QUI – il primo dopo la conclusione dell’evento crossover Crisi sulle Terre Infinite, ci eravamo tuffati senza troppi fronzoli in quelle che erano state le conseguenze del suddetto evento.

Non solo ora gli eroi dell’Arrowverse abitano tutti la stessa Terra e sono convinti che il Multiverso sia collassato ma nello specifico Supergirl aveva dovuto affrontare una minaccia proveniente da un Brainiac-5 “alternativo” convinto di poter salvare il suo universo imbottigliato per precauzione prima della Crisi.

Pur riuscendo ad evitare il disastro di proporzioni cosmiche, a farne le spese era stato proprio Brainiac- 5, il Prime, che era stato allertato da un altro dei suoi doppelganger di quanto Leviathan fosse pericoloso in questa nuova linea temporale. Al centro degli avvenimenti ovviamente c’è il redivivo Lex Luthor che da un lato aveva incassato l’alleanza di Brainiac-5 per contrastare Leviathan e dall’altro quella della sorella Lena intenta a recuperare il suo progetto Non Nocere legato alle Onde Q.

Ma le conseguenze della Crisi non accennano di certo a terminare. Nell’episodio di questa settimana, intitolato Back From the Future Part One, un altro doppione proveniente da una realtà parallela viene scatenato da Lex e Brainy su Nationa City: Winslow Schott, Toyman!

Colte alla sprovvista Supergirl e il DEO vengono aiutati da… Winn, il loro Winn, proveniente dal futuro.

Mentre Supergirl e i suoi alleati uniscono le forze per rintracciare Toyman e salvare il futuro del loro Winn, Lex procede spedito con il suo piano. È possibile infatti che il tutto sia un suo elaborato piano per ottenere informazioni su Leviathan?

Se dovessimo descrivere con un solo aggettivo questo undicesimo episodio della quinta stagione di Supergirl potremmo tranquillamente usare “solido”.

Con soli due episodi all’attivo dalla ripresa dopo il crossover e la lunga pausa natalizia infatti risulta evidente come showrunner e sceneggiatori stiano capitalizzando alla grande sul nuovo status quo.

Back From the Future Part One è un episodio concreto che gioca sull’intreccio di un plot semplice ma efficace: una diversivo architettato da Luthor che mantiene fissa la sua attenzione su Leviathan muovendo alleati ed antagonisti uno scenario finalmente interessante ed imprevedibile.

Se la sceneggiatura è quindi precisa sarebbe ingiusto non citare l’ottimo lavoro di Jon Cryer nei panni proprio di Lex Luthor a cui è stata finalmente dato spazio di azione confermando l’azzeccatissimo casting del personaggio che sta davvero dando una proverbiale marcia in più alla serie.

L’episodio scorre con ritmo sostenuto, anche grazie alla regia di David Harewood/J’onn J’onnz, privo di cali d’attenzione pur concedendosi un paio di passaggi più orientati al drama – con il ritorno di Winn sarebbe stato impensabile non concederseli – e inaspettatamente romance con un possibile nuovo interesse amoroso per Kara.

Supergirl dimostra di aver trovato la giusta quadratura del cerchio per la prosecuzione di questa Quinta Stagione che fino a poco prima del crossover aveva dimostrato poche luci e molte ombre.

Con Arrow in dirittura di arrivo e The Flash che riprenderà la sua corsa solo fra una settimana, Supergirl si candida, a sorpresa è bene sottolinearlo, a serie da seguire dell’Arrowverse!

telegra_promo_mangaforever_2

COMMENTA IL POST