The World God Only Knows 1 – Recensione

1
Un mago dei videogiochi di seduzione deve diventare un playboy anche nel mondo reale, pena la morte per mano di un contratto infernale!

The World God Only Knows 1

Autore: Tamiki Wakaki.

Casa editrice: Star Comics.

Provenienza: Giappone.

Data di pubblicazione italiana; marzo 2012.

Note; 192 pagine brossurate, b/n, mensile.

Prezzo: 4,20 Euro.

 


Strambo ma simpatico manga, questo The World God Only Knows di Tamiki Wakaki, presentato da Star Comics con la formula lancio di 1,90 Euro (per un periodo limitato di tempo e per le sole fumetterie che aderiscono all’iniziativa), già trasposto in animazione in Giappone (due serie da 12 episodi e due oav), e quindi proposto con particolare attenzione anche da noi; Keima Katsuragi non è proprio il classico otaku, anche se maniacalmente legato ai videogiochi di simulazione amorosi, i gal game, ovvero quelli dove attuare i corteggiamenti più efficaci per conquistare il cuore delle ragazze (ovviamente SOLO virtuali).

In quell’ambito, che assorbe quasi totalmente Keima, lui è un vero e proprio campione, non per nulla soprannominato “dio della conquista”, in grado di dispensare pure consigli ai numerosi altri giocatori invece in difficoltà; letteralmente nell’altro mondo, in un bizzarro “dipartimento di giustizia infernale”, i conti degli spiritelli malvagi chiamati kaketama catturati è troppo basso, l’unico modo per invertire la situazione pare proprio quello di farsi aiutare da colui che si professa in grado di conquistare qualunque donna.

I kaketama sono infatti anime malvagie che fuggono dall’inferno e si legano solo alle donne nel tentativo di rinascere come loro figli (!); il legame si può creare grazie alle ferite dell’animo umano, che gli consente di nutrirsi della tristezza presente nei loro cuori e per i quali la miglior cura è proprio l‘amore, una volta sanate infatti gli spiriti possono essere catturati e riportati all’inferno da opportuni agenti infernali.

Keima, rispondendo a una delle tante mail di soccorso sui videogiochi che riceve, finisce per sottoscrivere senza saperlo un patto infernale che lo obbliga alla cattura di un ogni kaketama, pena la morte (!); per sostenerlo e aiutarlo nell’arduo compito viene mandata un’agente infernale in prova, la vivace e un po’ pasticciona Elsie (dall’aspetto di una simpatica ragazzina), che se riuscirà a portare a termine la missione verrà promossa demone effettivo.

A dispetto delle apparenze Keima non finirà per combinare disastri, anche perché altrimenti verrebbe orribilmente decapitato da un collare infernale, ma riuscirà invece a sedurre brillantemente le ragazze preda di questi spiritelli malvagi, strappandogli alla fine un bacio (che sancirà la riuscita della sua conquista); l’aspetto più divertente è proprio l’applicazione sul piano “reale” di tutte le abilità acquisite in quello virtuale, un’enorme quantità di avventure “videogiocate” che almeno alla fine a qualcosa serviranno, tecniche sicuramente esilaranti e demenziali data l’assurda visione che ha il protagonista della realtà (che considera troppo imperfetta, con poca cura per i dettagli se non addirittura un gioco mal programmato!).

Questi i divertenti presupposti di un manga sicuramente giocoso e bizzarro, nel quale se ci si lascia prendere la mano dalla simpatia dei personaggi e dal ritmo di tutta la vicenda (senza badare alla logica), il lettore potrà gustare una sarabanda di avventure dove le conquiste saranno sempre più impegnative e difficili e perciò sempre più spassose, dai disegni curati ed espressivi in maniera efficace (anche nelle parti super-deformed).


Voto: 7

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

  1. Entrambi i volumi li ho trovati leggeri ma gradevoli e tuttosommato pur chiaramente lavorando con le tipiche caratterizzazioni nipponiche (non solo di simdate e galgame) riesce a destreggiarsi bene senza annoiare.
    Ovviamente data la lunghezza della serie ci si aspetta qualcosa di più nei prossimi volumi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui