Nell’episodio della scorsa della settimana di The Flash – la nostra recensione QUI – Bloodwork, ovvero il dott. Ramsey Rosso, aveva dato il via al suo sagace piano di conquista riuscendo ad infettare Barry Allen il quale era stato prima attanagliato dal panico, con tanto di confronto con la Speed Force, sul suo imminente destino e poi era caduto definitivamente preda del controllo del villain.

Nell’episodio di questa settimana, intitolato The Last Temptation of Barry Allen, Pt. 2, anche il resto di Central City è stata infettata da Bloodwork in quella che ha tutta l’aria di una vera e propria invasione zombie. Cisco e Iris cercano un modo per curare Barry e quindi di riflesso tutta la città annientando il villain.

Il piano di Bloodwork tuttavia è lungi dall’essere completo e coinvolge la tecnologia degli Star Labs per poterti estendersi a tutto il pianeta!

I tentativi di far rinsavire Barry intanto falliscono ma sia Iris che Cisco riescono ad afferrare dei piccoli indizi che fanno intuire loro che Barry è ancora cosciente all’interno del Dark Flash e chela chiave per fermare Bloodwork è la giovane Alegra e i suoi poteri ultravioletti.

I due fanno quindi da esca attirando Bloodwork e il Dark Flash all’interno degli Star Labs per fermarli riuscendo quindi a salvare sia Barry che la città.

Toccherà però a Flash dare il colpo di grazia a Bloodwork utilizzando la stessa “subdola” arma che aveva utilizzato contro di lui inizialmente.

La vittoria su Bloodwork sarà solo il preludio alla Crisi proprio quando i cieli inizieranno a tingersi di rosso…

Proprio alla vigilia dell’evento crossover Crisi sulle Terre Infinite, The Flash confeziona i migliori episodi di questo inizio di sesta stagione davvero fiacco.

Nello specifico questo The Last Temptation of Barry Allen, Pt. 2 ha il merito di incanalare molto bene certe atmosfere horror che sono state forse l’unico spunto positivo di un villain nato e sviluppato in maniera davvero approssimativa e un po’ derivativa e che ha realizzato il suo pieno potenziale solo in questi ultimi episodi.

La saga di Bloodwork si chiude quindi in maniera meno scoppiettante del previsto anche perché “oscurata” dall’imminente Crisi facendo apparire ancora più evidente come questa prima parte di stagione sia stato un lungo preambolo costruito senza neanche troppa convinzione da showrunner e sceneggiatori.

Non manca ovviamente la componente drama che si affaccia a più riprese durante l’episodio e che di fatto è anche l’arma che Flash usa per sconfiggere Bloodwork e che ritorna prepotente nei minuti finali ovviamente.

Quale sarà il ruolo del Velocista Scarlatto durante la Crisi? Barry Allen è davvero destinato a morire?

A questi quesiti verrà data la giusta risposta a partire dalla prossima settimana pur essendo già giustamente proiettati al post-Crisi nella migliore tradizione fumettistica. E quindi è lecito chiedersi se questa sesta stagione di The Flash potrà risollevarsi beneficiando degli avvenimenti del crossover oppure si trascinerà per tutto il resto dell’anno.

Se questi primi otto episodi hanno dato una indicazione certa è che lo status quo della serie verrà giocoforza modificato salutando parecchi protagonisti.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui