Anche per Batwoman, ultima aggiunta dell’Arrowverse, l’episodio di questa settimana rappresenta la vigilia dell’evento crossover Crisi sulle Terre Infinite che prenderà il via la prossima settimana e di cui però concretamente non avevamo avuto nessun sentore negli episodi precedenti.

Nell’episodio della scorsa settimana – la nostra recensione QUI – Kate aveva aiutato Julia Pennyworth a rintracciare un pericoloso mercenario che stava eliminando alcuni scienziati, tutti nomi coinvolti nella realizzazione della famosa arma capace di perforare la bat-suit.

Ovviamente c’era Alice dietro gli omicidi ma anche un altro misterioso mandante. Tuttavia la villain aveva perseguito sagacemente i suoi scopi e mentre Kate era riuscita ad allontanare i sospetti sulla sua doppia identità proprio Alice aveva rapito il padre Jacob con l’aiuto del fratellastro Mouse.

Con Mouse infiltrato a Gotham riparte infatti l’episodio di questa settimana intitolato A Mad Tea-Party.

Kate non riesce a capacitarsi del repentino cambio di atteggiamento del padre nei confronti di Catherine dopo le confessioni riguardanti Beth/Alice. Pur riuscendo a rintracciare la sorella e scoprendo che l’arma è stata usata senza una delle sue componenti letali, Kate inizia a sospettare che ci sia davvero qualcosa che non va nel padre fino a convincersi che quello in realtà non è suo padre.

Il piano di Alice allora inizia a delinearsi in maniera perfidamente concreta: vendicarsi di Catherine. L’occasione è una gala di beneficenza e la punizione sarà durissima…

Batwoman purtroppo non riuscirà ad arrivare in tempo e non solo Alice si vendicherà di Catherine ma anche grazie ad un piano minuzioso anche del padre. In Alice quindi non sembra esserci traccia di Beth e Kate lo hai capito nella maniera più brutale.

A Mad Tea-Party non è un episodio perfetto con una prima eccessivamente farraginosa che utilizza forse qualche soluzione già usata negli episodi precedenti non riuscendo mai ad avere un ritmo davvero coinvolgente e convincente.

Eppure idealmente l’episodio riesce a tirare una linea netta per i filoni narrativi di questa prima parte della prima stagione in maniera inaspettatamente concreta grazie soprattutto alla grande prova di Rachel Skarsten nei panni della villain Alice baciata anche da una sceneggiatura che, pur quanto convulsa, esalta il suo piano.

Risulta stonato a tratti il tono drama che non riesce ad essere sempre incisivo così come quello romance inserito quasi forzatamente a fine episodio.

Non vi è traccia di Crisi sulle Terre Infinite. Come la serie verrà inserita organicamente nell’evento crossover resta per un momento un mistero, contando che però si tratterà del secondo capitolo è probabile che la serie venga sfiorata soltanto dagli eventi ritornando alla sue trame e configurandosi quindi come un episodio di passaggio e set-up.

Alla luce quindi dello stop “forzato”, è possibile fare un primo bilancio su Batwoman che pur in maniera non sempre precisa e puntuale sta trovando una propria strada e un tono personale. Certo non possiamo parlare di una serie che non è influenzata dallo stiel The CW ma è apprezzabile quantomeno il tentativo di cercare soluzioni meno standardizzate con tutte le difficoltà del caso.

Vedremo se i buoni spunti verranno fatti fruttare.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui