L’episodio della scorsa settimana di The Flash – la nostra recensione QUI – era servito per legittimare definitivamente, nel ruolo di villain principale, il dott. Rosso che nel tentativo di trovare una cura per la sua malattia mortale aveva fatto dei pericolosi esperimenti su sé stesso con la materia oscura ottenendo degli altrettanto pericolosi ed instabili poteri che ne avevano minato definitivamente il già precario equilibrio mentale.

Barry intanto aveva confessato al resto del Team Flash non solo della sinistra profezia del Monitor chiedendo loro di non cercare di salvarlo: l’unica timeline che sarebbe rimasta integrata sarebbe stata infatti quella in cui lui morirà.

Infine a Central City è arrivato a sorpresa un nuovo Harrison Wells o meglio Nash Wells, avventuriero e archeologo multiversale alla ricerca di qualcosa di misterioso.

L’episodio di questa settimana, il quinto di questa sesta stagione, è intitolato Kiss Kiss Breach Breach e vedo Barry e Iris partire per quella giorno cercando di scaricare un po’ della tensione accumulata.

Con Cisco al comando il Team Flash si divide, volente o nolente, i compiti. Caitlin decide di rintracciare Rosso con cui avrà un confronto poco amichevole mentre Joe rimane intrappolato sottoterra con Nash Wells che non sembra voler rivelare ancora le sue vere intenzioni anche se rivela di sapere come salvare Barry durante la Crisi!

Chi però se la passerà peggio sarà Cisco che riceve una inaspettata visita da Breacher. Cynthia/Gypsy infatti è stata assassinata. L’ex-Vibe, con l’aiuto di Camila, deciderà di indagare scoprendo di essere stato lui il colpevole! C’è sicuramente qualcosa che non quadra e tutto sembra puntare sul criminale multiversale Echo… ma chi è davvero questo pericoloso individuo e che correlazione ha con Cisco?

È davvero singolare che il miglior episodio di questa ancora giovane sesta stagione di The Flash sia quello dedicato a Cisco, personaggio sicuramente importante per la serie sin dalla sua prima stagione ma anche una aggiunta bizzarra e sicuramente fuori dai canoni della mitologia classica del Velocista Scarlatto.

Kiss Kiss Breach Breach si tuffa senza troppi fronzoli su alcune delle conseguenze della passata stagione riguardanti il personaggio soprattutto collegate alla sua decisione di assumere la cura che lo privato di poteri.

L’episodio quindi viene improntato con un robusto procedural in salsa sci-fi che mostrano inedite potenzialità del personaggio, troppo spesso sfruttato solo per il comic relief. Showrunner e sceneggiatori pagano quindi il giusto tributo al personaggio – ricordiamo che presto non sarà più series regular – con un episodio vero e ben bilanciato nelle sue parti drama e romantiche che toccano senza strafare le giuste corde emozionali.

Da segnalare anche la partecipazione, in veste di guest star, del mitico Danny Trejo nei panni di un Breacher sempre sopra le righe.

Peccato che la narrazione di Cisco venga spezzata senza troppo mordente da filoni narrativi secondari. Quello breve e ancora indeciso legato al villain Rosso – ancora troppo derivativo – e quello di Nash Wells di cui in questo episodi seguiamo le vicende solo per la “rivelazione” cliffhanger dei minuti finali.

Se c’è qualcosa che rimane di questo Kiss Kiss Breach Breach è la sensazione che The Flash stia soffrendo di un po’ di pigrizia in attesa dell’evento crossover… peccato!

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui